Eintracht Francoforte-Inter, Europa League (giovedì)

I pronostici sulle partite di calcio della Europa League

Eintracht Francoforte-Inter è una delle due partite di andata degli ottavi di finale di Europa League con in campo una squadra italiana: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico.

EINTRACHT FRANCOFORTE – INTER | giovedì ore 18:55

L’Eintracht Francoforte è una squadra temibile, ma teoricamente ampiamente alla portata dell’Inter, almeno in condizioni normali. E invece in questo momento potrebbe rappresentare un ostacolo difficile da superare per più di un motivo. La squadra è inevitabilmente condizionata dalla situazione legata a Icardi, che salterà anche questa trasferta. L’allenatore Spalletti non avrà inoltre a disposizione Nainggolan, che proprio nel momento in cui la sua condizione fisica era tornata accettabile e stava giocando su buoni livelli si è infortunato nuovamente. E la sconfitta subita nell’ultima partita di campionato contro il Cagliari potrebbe avere minato la compattezza del gruppo, che sembrava essersi ricompattato.

Come se la passa l’Eintracht Francoforte

L’Eintracht Francoforte è quinto in classifica in Bundesliga con 44 punti ed è in lotta per la qualificazione alla prossima Champions League: il quarto posto occupato dal Borussia Moenchengladbach dista soltanto tre punti e la squadra allenata da Hecking è in caduta libera. Al contrario l’Eintracht, allenato da Adi Hütter – che ha sostituito in estate Nico Kovac, passato al Bayern Monaco dopo avere vinto a sorpresa la Coppa di Germania, motivo per cui la squadra di Francoforte partecipa all’Europa League – è imbattuto nel 2019 nonostante un calendario difficile che gli ha fatto incontrare quasi tutte avversarie di alta classifica.

Un’altra nota di merito in questa stagione finora al di sopra delle aspettative riguarda proprio l’Europa League: ha vinto tutte le partite di un girone difficile in cui c’erano pure Lazio e Marsiglia, inoltre nei sedicesimi di finale ha sbattuto fuori un’avversaria abituata a giocare in Champions League come lo Shakhtar Donetsk.

Il segreto dei successi della squadra tedesca sta nello straordinario attacco formato da Jovic, Haller e Rebic che hanno segnato in tre ben 35 dei 47 gol segnati finora in Bundesliga. Anche in Europa League si sono resi utili segnando bene 12 dei 23 gol attuali. In questa partita Hütter non avrà a disposizione l’ex Fiorentina Rebic per infortunio, ma Jovic e Haller saranno regolarmente in campo pronti a sfruttare il loro senso del gol. In particolare Haller, alto 191 centimetri, è molto abile nel gioco aereo e potrà fare a sportellate con De Vrij e Skriniar, quest’ultimo in calo di rendimento nelle scorse partite.

Come se la passa l’Inter

Nonostante il caso-Icardi, l’Inter nell’ultimo periodo era riuscita a ricompattarsi e a vincere quattro partite di fila prima della sfortunata rimonta di Firenze in cui il VAR non è stato d’aiuto, confermando all’ultimo minuto di recupero un calcio di rigore per la Fiorentina che non c’era. Dopo Firenze è arrivata a sorpresa la sconfitta di Cagliari in cui l’unica notizia positiva è stata il gol di Lautaro Martinez che per il momento non sta facendo rimpiangere più di tanto Icardi. L’infortunio di Nainggolan però complica i piani dell’allenatore Spalletti e senza l’attaccante argentino e con Keita non ancora in perfette condizioni le scelte sono quasi obbligate e mancano i ricambi per assicurare ritmi di gioco alti in impegni così ravvicinati come quelli di Europa League e campionato. Saranno sicuri assenti anche Gagliardini, Joao Mario e Dalbert che non fanno parte della lista Uefa.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore dell’Inter Spalletti ha gli uomini contati per via delle assenze per infortunio di Icardi, Nainggolan e Keita che si aggiungono a quelle di Gagliardini, Joao Mario e Dalbert non inseriti nella lista Uefa. Tra i convocati ci sono anche due calciatori della Primavera, il centrocampista Schirò e l’attaccante Merola. Il modulo di gioco dovrebbe essere il 4-2-3-1 con D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar e Asamoah a protezione del portiere Handanovic, Brozovic e Vecino a centrocampo e una trequarti formata da Politano, Perisic e uno tra Candreva e Borja Valero, con Lautaro Martinez come attaccante centrale.

L’Eintracht Francoforte giocherà con il consueto 3-4-1-2 che tante soddisfazioni ha dato nell’ultimo periodo, con Gacinovic che prenderà il posto dell’infortunato Rebic sulla trequarti. L’altro assente per infortunio sarà Chandler, per il resto formazione tipo con Abraham, Hasebe e Hinteregger davanti al portiere ex Psg Trapp, centrocampo a quattro con da destra a sinistra Da Costa, Rode, Fernandes e Kostic più Haller e Jovic in attacco. I due hanno segnato 38 gol (21 il serbo, 17 il francese) e l’allenatore Hütter ha avuto il grande merito di farli giocare insieme pur trattandosi di due prime punte, anche se con caratteristiche diverse: più finalizzatore Jovic, abile anche negli assist e nelle sponde di testa Haller.

Il pronostico

In casa l’Eintracht Francoforte fa paura, gioca su ritmi molto alti e trova il gol con grande facilità: difficilmente l’Inter riuscirà a vincere ma potrebbe segnare a una difesa mai impeccabile in stagione almeno un gol che sarebbe importante in ottica doppio confronto, visto che la qualificazione è alla portata della squadra allenata da Spalletti.

Le probabili formazioni di Eintracht Francoforte-Inter

EINTRACHT FRANCOFORTE (3-4-1-2): Trapp; Abraham, Hasebe, Hinteregger; Da Costa, Rode, Fernandes, Kostic; Gacinovic; Haller, Jovic
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Borja Valero, Perisic; Martinez.

PROBABILE RISULTATO: 2-1