Genoa-Frosinone, Spal-Sampdoria e Udinese-Bologna, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Genoa-Frosinone, Spal-Sampdoria e Udinese-Bologna sono le tre partite di Serie A che si giocheranno questa domenica alle 15.00: le probabili formazioni, le cose da sapere e i pronostici.

GENOA – FROSINONE | domenica ore 15:00

Il Genoa è imbattuto da cinque partite di campionato e nel corso di questa stagione non ha mai sbagliato contro le squadre di bassa classifica, nelle otto occasioni in cui ha affrontato le attuali ultime cinque ha ottenuto cinque vittorie e tre pareggi. Ben diciotto dei ventinove punti attuali in classifica sono arrivati contro squadre di bassa classifica come il Frosinone, che ha bisogno di cambiare marcia per provare a lottare per la salvezza fino alla fine del campionato. Nell’ultimo turno la squadra allenata da Baroni si è fatta beffare nei minuti di recupero dalla Roma, perdendo 3-2 l’ennesima partita in casa. Il Frosinone in trasferta è stato capace di risultati sorprendenti nel corso di questa stagione e a Marassi ha già vinto contro la Sampdoria, il Genoa però ha la possibilità di chiudere definitivamente i conti per la salvezza per poi giocare le restanti partite di campionato con la massima tranquillità. Il nuovo allenatore Prandelli, il terzo stagionale dopo Ballardini e Juric, ha fatto un bel lavoro soprattutto a livello difensivo mettendo da parte la difesa a tre e passando a quattro, dove il giovane Romero e Criscito stanno assicurando un rendimento di alto livello. A centrocampo è stato importante l’innesto di Radovanovic, anche per l’equilibrio che riesce a dare alla squadra, mentre in attacco Sanabria non ha fatto rimpiangere più di tanto Piatek.

Per il Frosinone centrare la salvezza sarà molto complicato: nella storia della Serie A solo 11 squadre su 82 con già 15 sconfitte nelle prime 25 giornate hanno poi evitato la retrocessione.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Genoa Prandelli dovrà fare a meno di Favilli, Mazzitelli, Lapadula e Hiljemark, mentre Veloso influenzato andrà al massimo in panchina. Il modulo di gioco sarà ancora il 4-3-3, con il jolly Bessa che stavolta verrà impiegato da interno sinistro di centrocampo. A protezione del portiere Radu ci saranno Biraschi, Romero, Zukanovic e Criscito, mentre il centrocampo sarà completato da Lerager e Radovanovic. In attacco Kouamè giocherà da esterno, con Lazovic sull’altra fascia e Sanabria al centro.

Dall’altra parte il Frosinone confermerà il solito modulo 3-5-2, che avrà un’impostazione leggermente più offensiva per via dell’impiego di Viviani in mezzo al campo al posto di Maiello. Viviani avrà il compito di fare girare il pallone e mettere in azione i due attaccanti che saranno Ciano – che tra gol e assist ha partecipato attivamente a ben nove dei diciannove gol segnati finora dal Frosinone – e Pinamonti, favorito su Ciofani. In difesa ci saranno Salamon con Goldaniga e Capuano ai suoi lati, in panchina i ristabiliti Ariaudo e Simic. Se in mezzo al campo sono sicuri del posto Chibsah e Cassata, i ballottaggi rigurdano gli esterni: Zampano è acciaccato e potrebbe lasciare il posto a Beghetto, dall’altra parte possibile una staffetta tra Beghetto e Molinaro.

Il pronostico

Il Genoa ha l’occasione di chiudere i conti per la salvezza, è in forma e dovrebbe vincere contro il Frosinone confermando il suo ottimo rendimento avuto finora contro le squadre di bassa classifica.

Le probabili formazioni di Genoa-Frosinone

GENOA (4-3-3): Radu; Biraschi, Romero, Zukanovic, Criscito; Lerager, Radovanovic, Bessa; Kouamé, Sanabria, Lazovic.
FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Zampano, Chibsah, Viviani, Cassata, Beghetto; Ciano, Pinamonti.

PROBABILE RISULTATO: 2-0

SPAL – SAMPDORIA | domenica ore 15:00

Negli ultimi due anni la Sampdoria si è lasciata andare nella parte finale del campionato, perdendo la possibilità di giocarsi il posto per l’Europa League. In questa stagione l’allenatore Giampaolo vorrebbe evitare il solito calo di tensione ma già c’è stata qualche avvisaglia nella sconfitta interna contro il Frosinone e nelle due sconfitte consecutive subite in trasferta, anche se arrivate contro due squadre forti come Napoli e Inter.

Servirà però una Sampdoria sul pezzo per fare risultato in casa della Spal affamata di punti salvezza. Il Bologna terzultimo è distante cinque punti, ma la squadra allenata da Mihajlovic è in ripresa e considerato lo scontro diretto di questa giornata con l’Udinese, la Spal avrà solo da guadagnare su una delle contendenti per la salvezza, se riuscirà a fare risultato contro la Sampdoria.

C’è da aspettarsi una Spal fortemente motivata: non vince in casa in campionato da 10 partite (6 pareggi e 4 sconfitte), la striscia peggiore nella sua storia in Serie A e affronta una squadra che ha sempre subito gol nelle ultime nove trasferte di campionato (22 gol totali). Inoltre i precedenti sono a favore della Spal, imbattuta da otto partite interne di Serie A contro la Sampdoria (4 vittorie e 4 pareggi).

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore della Spal Semplici per via dell’assenza di Lazzari, il suo migliore esterno, confermerà il modulo 4-4-2 a discapito del 3-5-2, schierando Valoti e Kurtic sulle fasce, con Murgia e Missiroli in mezzo al campo. In difesa Cionek verrà adattato nel ruolo di terzino destro, a sinistra ci sarà Fares con Felipe e Bonifazi centrali. In attacco Petagna e Antenucci partono favoriti su Paloschi.

Dall’altra parte Giampaolo dovrà fare qualche cambio per via delle assenze degli infortunati Caprari, Barreto e Ramirez e dello squalificato Ekdal. Sulla trequarti ci sarà Saponara al servizio di Quagliarella e uno tra Defrel e Gabbiadini, mentre in mezzo al campo la novità potrebbe essere Vieira, con Praet e Linetty interni. Confermata la difesa con Bereszynski, Andersen, Colley e Murru a protezione di Audero.

Il pronostico

La Spal giocherà con grande intensità e dovrebbe evitare la sconfitta contro la Sampdoria che come negli anni passati potrebbe subire una flessione nel rendimento nelle fasi finali del campionato, soprattutto in trasferta.

Le probabili formazioni di Spal-Sampdoria

SPAL (4-4-2): Viviano; Cionek, Felipe, Bonifazi, Fares; Valoti, Murgia, Missiroli, Kurtic; Petagna, Antenucci.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Praet, Vieira, Linetty; Saponara; Quagliarella, Defrel.

PROBABILE RISULTATO: 2-1

UDINESE – BOLOGNA | domenica ore 15:00

Il nuovo allenatore del Bologna Mihajlovic finora ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato, ma continuando a giocare come fatto nelle ultime partite contro Roma e Juventus la squadra potrà tirarsi fuori dai guai. Il Bologna ha dominato il primo tempo sia contro la Roma sia contro la Juventus ed è stato sfortunato in tutte e due le occasioni a non trovare il gol del vantaggio che avrebbe meritato. Di positivo c’è il fatto che la squadra ha trovato un suo gioco, attacca con criterio e pressa a tutto campo. Rispetto alla gestione Inzaghi, quando la squadra era troppo passiva e puntava solo sulle ripartenze, c’è una grande differenza e anche i nuovi arrivati Soriano, Sansone ed Edera stanno dando un grande aiuto.

L’Udinese tra l’altro affronterà questa partita in emergenza: Barak, Badu, Behrami, Samir e D’Alessandro sono infortunati, mentre Fofana è squalificato. Vista l’attuale posizione di classifica con quattro punti di vantaggio sul Bologna quartultimo, anche un pareggio farebbe comodo alla squadra allenata da Nicola che farà la solita partita difensiva. Se il Bologna riuscirà a essere più cinico e preciso in attacco potrebbe però centrare una vittoria che sarebbe fondamentale in chiave salvezza.

Le ultime notizie sulle formazioni

A causa delle numerose assenze, l’allenatore dell’Udinese Nicola sarà costretto a mettere da parte il 3-5-2 e passerà al 4-3-3 con un’interpretazione però molto difensiva. La squadra giocherà con il baricentro basso e due terzini come De Maio e Zeegelaar che resteranno sempre bassi. La coppia di centrali sarà fomata da Nuytinck e Troost-Ekong, davanti a loro si piazzerà il recuperato Sandro. Gli interni di centrocampo saranno Mandragora e Larsen, adattato nel ruolo. In attacco giocheranno De Paul, Pussetto e Okaka.

Dall’altra parte Mihajlovic punterà sul 4-2-3-1: per via dell’assenza dello squalificato Pulgar, al fianco di Poli l’allenatore potrebbe puntare sull’esperienza di Dzemaili, quasi sempre ignorato da Inzaghi, con Soriano avanzato sulla trequarti e Sansone con Palacio sugli esterni. Al centro dell’attacco dovrebbe giocare Santander, visto che Destro è ancora infortunato.

Il pronostico

Udinese-Bologna non dovrebbe essere una partita ricca di gol, si affrontano le due squadre con la peggiore percentuale realizzativa in questa Serie A: 6.2% per il Bologna, 6.3% per l’Udinese. L’allenatore Nicola punterà su uno schema molto difensivo a protezione dell’iniziale 0-0, il numero di gol totali difficilmente sarà superiore a due, ma il Bologna visto nelle ultime partite sembra in grado quanto meno di evitare la sconfitta.

Le probabili formazioni di Udinese-Bologna

UDINESE (4-3-3): Musso; De Maio, Nuytinck, Troost-Ekong, Zeegelaar; Larsen, Sandro, Mandragora; De Paul, Pussetto, Okaka.
BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Poli, Dzemaili; Sansone, Soriano, Palacio; Santander.

PROBABILE RISULTATO: 0-1