Nessuna traccia dell’aereo di Emiliano Sala scomparso sulla Manica

Le ricerche dell’aeroplano con a bordo Emiliano Sala, ventottenne calciatore argentino, sono proseguite senza esiti positivi per tutta la giornata di martedì. L’aereo da turismo è scomparso dai radar nella serata di lunedì mentre sorvolava il canale della Manica. Sala, che era in viaggio verso Cardiff, aveva da poco firmato un contratto di trasferimento al Cardiff City dopo tre stagioni al Nantes. È considerato uno dei migliori attaccanti della Ligue 1 francese.

L’aereo – un monomotore Piper PA-46 Malibu, con a bordo due persone compreso Emiliano Sala – era atteso in Galles per le 21:00. È scomparso dai radar intorno alle 20:00, all’altezza di Alderney, nelle Isole del Canale. Le ricerche hanno impiegato diversi elicotteri e navi di soccorso, ma non è stato possibile appurare se i numerosi oggetti ritrovati nel corso delle ricerche appartengano o no al volo disperso. Secondo il Met Office, l’ufficio metereologico britannico, al momento della scomparsa dell’aereo c’era qualche temporale ma le condizioni meteorologiche non erano particolarmente avverse. Il responsabile delle ricerche aeree sulle Isole del Canale, John Fitzgerald, ha detto che le probabilità di trovare superstiti del volo sono sempre più ridotte.

Lunedì Emiliano Sala era tornato a Nantes da Cardiff per salutare i suoi ex compagni di squadra. Sabato scorso il Nantes si era accordato con il Cardiff per la cessione del giocatore per 17 milioni di euro. In questa stagione con la maglia del Nantes Sala ha segnato dodici gol in diciannove presenza in Ligue 1, dietro soltanto a Kylian Mbappé del PSG e Nicolas Pepe del Lilla nella classifica dei marcatori. Nel tardo pomeriggio di martedì i tifosi del Nantes si sono riuniti in Place Royale per deporre dei fiori e pregare per Sala.