Italia-Portogallo, Nations League (sabato)

Uefa Nations League
Uefa Nations League

Italia-Portogallo è una partita del gruppo 3 della League A della Nations League: le cose da sapere, le probabili formazioni e i pronostici. Evitata la retrocessione, l’Italia ha ancora una piccola speranza di vincere il girone, ma dovrà battere il Portogallo.

ITALIA – PORTOGALLO | sabato ore 20:45

L’Italia dopo tanto tempo ha giocato una bella partita nell’ultimo turno della Nations League, vincendo uno a zero in casa della Polonia. Una partita dominata in lungo e in largo, in cui la squadra ha giocato con il baricentro alto ed è stata sempre padrona del gioco, facendo vedere ottime geometrie e una buona tecnica individuale. A mancare è stata la lucidità e il cinismo sotto porta, Mancini deve ancora individuare il fromboliere giusto per questa squadra votata all’attacco.

Nel frattempo, in attesa che Immobile possa inserirsi meglio nel contesto di gioco, Mancini dovrebbe insistere con il 4-3-3 senza attaccanti di riferimento, con Insigne schierato da “falso nueve” come capitato contro la Polonia.

Evitata la retrocessione grazie all’ultimo successo sulla Polonia, l’Italia ha ancora una piccola speranza di vincere il girone, ma dovrà necessariamente battere il Portogallo e provare a farlo anche con più di un gol di scarto in modo tale da passare in vantaggio negli scontri diretti e potere sperare nel primo posto in caso di mancata vittoria del Portogallo in casa contro la Polonia nell’ultima giornata del gruppo 3.

Le ultime notizie sulle formazioni

Il commissario tecnico dell’Italia confermerà per grandi linee la squadra che ha vinto con merito in casa della Polonia. Il modulo di gioco sarà il 4-3-3, il portiere titolare Donnarumma e i difensori da destra a sinistra Florenzi, Bonucci, Chiellini e Biraghi. Il reparto che può fare compiere il salto di qualità all’Italia è il centrocampo: Verratti, Jorginho e Barella stanno giocando molto bene nei rispettivi club e insieme si sono disimpegnati con una buona intesa nella partita contro la Polonia. In attacco, assente per infortunio Bernardeschi, dovrebbe giocare Berardi come esterno di destra, con Chiesa dall’altra parte e Insigne schierato da “falso nueve”.

Il dubbio di Mancini è se dare fiducia o meno a Immobile, ma schierando il laziale cambierebbe completamente il modo di attaccare dell’Italia e il commissario tecnico potrebbe per questo lasciarlo ancora in panchina.

Il Portogallo sarà ancora privo di Cristiano Ronaldo: in attacco giocheranno Pizzi, André Silva e Bruma, calciatori forti ma sicuramente più facilmente contrastabili da Chiellini e Bonucci. Il punto debole attuale del Portogallo sembra però la difesa centrale dove Fonte e Rubén Dias non danno grandi garanzie. Gli esterni sono di livello più alto, Mario Rui a sinistra e soprattutto Cancelo a destra: Biraghi dovrà fare attenzione a limitarlo. I tre centrocampisti dovrebbero invece essere Rubén Neves, William Carvalho e Bernardo Silva.

Il pronostico

Nelle ultime quindici partite l’Italia ha segnato solo undici gol, e soltanto contro l’Arabia Saudita in questo parziale è riuscita a segnarne più di uno in una singola partita. Nell’ultima occasione l’Italia è stata però molto sfortunata in attacco e se giocherà allo stesso modo contro il Portogallo, che in difesa non è più solido come un tempo, potrà finamente riuscire a segnare almeno due gol e vincere la partita.

Le probabili formazioni di Italia-Portogallo

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Verratti, Jorginho, Barella; Chiesa, Berardi, Insigne.
PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Cancelo, Fonte, Rubén Dias, Mario Rui; Rubén Neves, William Carvalho, Bernardo Silva; Pizzi, Andrè Silva, Bruma.

PROBABILE RISULTATO: 2-1