Cagliari-Chievo, Genoa-Udinese e Spal-Frosinone, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Cagliari-Chievo, Genoa-Udinese e Spal-Frosinone sono le tre partite di Serie A che si giocheranno in contemporanea domenica alle 15.00: le probabili formazioni, le cose da sapere e i pronostici.

CAGLIARI – CHIEVO | domenica ore 15:00

Negli ultimi cinque precedenti giocati in Sardegna, il Chievo ha vinto in ben quattro occasioni, ma stavolta per il Cagliari sembra essere finalmente arrivato il momento giusto per vendicarsi delle ultime sconfitte. Il Chievo infatti è ultimo in classifica e finora non ha mai vinto una partita in questo campionato, l’ultima volta che ha iniziato così male il campionato di Serie A è stato nella stagione 2006/2007 in cui alla fine è retrocesso in Serie B. Il Chievo inoltre è la squadra che ha subito più gol in trasferta in questo campionato, ben tredici – dodici di questi sono arrivati su azione – ed è anche quella che complessivamente ha tirato meno volte nello specchio della porta avversaria. L’arrivo di Ventura al posto di D’Anna come allenatore non è bastato per migliorare la situazione, anzi nell’ultimo turno il Chievo ha preso una batosta in casa dall’Atalanta.

Questa è una partita molto importante per il Cagliari, che pur giocando bene nelle ultime sei giornate ha vinto una sola volta. Centrare nuovamente i tre punti sarebbe importante per migliorare la classifica e allontanarsi dalla zona retrocessione. Il limite della squadra di Maran finora è stato quello di avere mandato in gol appena tre calciatori, servirà un apporto migliore da parte dei difensore e degli altri centrocampisti per avere un rendimento migliore.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Cagliari Maran ha confermato in conferenza stampa che nel Cagliari non ci saranno Klavan, Lykogiannis e Farias, indisponibili. La buona notizia è il recupero in difesa di Srna, che potrebbe partire titolare al posto di Faragò. Il modulo di gioco sarà il 4-3-1-2 con Ionita, Barella e Bradaric in mediana, Castro come trequartista e Joao Pedro più avanzato in appoggio a Pavoletti.

Dall’altra parte Ventura in questa partita dovrebbe utilizzare il suo marchio di fabbrica, il 3-5-2. Davanti al portiere Sorrentino ci saranno come centrali Bani, Rossettini e Cesar. Gli esterni saranno Depaoli a destra e Jaroszynski a sinistra, Radovanovic regista e Hetemaj e Birsa interni. In attacco la coppia formata da Meggiorini e Stepinski.

Il pronostico

Il Cagliari dovrebbe approfittare delle attuali difficoltà del Chievo per centrare una vittoria, puntando sullo straordinario momento di forma a centrocampo del nazionale azzurro Barella e suoi gol di Pavoletti.

Le probabili formazioni di Cagliari-Chievo

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Pisacane, Padoin; Barella, Castro, Bradaric; Ionita; Joao Pedro, Pavoletti.
CHIEVO (3-5-2): Sorrentino; Bani, Rossettini, Cesar; Depaoli, Hetemaj, Radovanovic, Birsa, Jaroszynski; Meggiorini, Stepinski.

PROBABILE RISULTATO: 2-0

GENOA – UDINESE | domenica ore 15:00

Il Genoa ha già cambiato allenatore, con Juric che ha preso il posto di Ballardini e lo ha fatto riuscendo nell’impresa di pareggiare contro la Juventus. Un esonero, quello di Ballardini, che è sembrato in ogni caso affrettato, del resto il Genoa da quando vengono assegnati tre punti per la vittoria non era mai arrivato a quota tredici dopo le prime otto giornate.

Al contrario l’Udinese dopo una serie di ben ventidue campionati di Serie A in cui aveva sempre raccolto almeno 10 punti nelle prime nove partite, nelle ultime due stagioni non è arrivato in doppia cifra: sei punti nel 2017/18 e otto in questo campionato. Il rendimento dell’Udinese lascia a desiderare soprattutto in trasferta, dove ha subito almeno due gol in nove delle ultime dodici partite in Serie A: nel parziale due vittore, due pareggi e otto sconfitte.

Nelle prime cinque partite l’Udinese aveva fatto abbastanza bene, due vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, e il nuovo allenatore Velazquez aveva fatto inizialmente cadere i dubbi intorno alla sua scelta da parte della dirigenza. Le ultime quattro sconfitte iniziano a mettere la sua posizione più in bilico, anche se nelle ultime due partite ha affrontato Juventus e Napoli, squadre nettamente superiori.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Genoa Juric manderà in campo come portiere titolare Radu, perché Marchetti è infortunato. Nella difesa a tre giocheranno Biraschi, Romero e Criscito, i cinque di centrocampo dovrebbero essere da destra a sinistra Lazovic, Romulo, Sandro, Bessa e Pereira, con in attacco Kouame favorito su Pandev e il mattatore Piatek.

L’Udinese è la squadra che ha utilizzato finora meno calciatori, diciotto. In effetti anche questa settimana la formazione sarà molto simile a quella delle partite precedenti. Ancora indisponibili Badu, Ingelsson, Pezzella, Machis e Nuytinck le scelte saranno quasi obbligate.

Il pronostico

Il Genoa è quasi al gran completo e rispetto all’Udinese ha un calciatore che sta facendo sempre gol, quel Piatek che dopo il primo digiuno stagionale contro la Juventus vuole subito tornare al gol.

Le probabili formazioni di Genoa-Udinese

GENOA (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Lazovic, Romulo, Sandro, Bessa, Pereira; Kouame, Piatek.
UDINESE (4-3-2-1): Scuffet; Stryger Larsen, Opoku, Troost-Ekong, Samir; Fofana, Behrami, Mandragora; De Paul, Pussetto; Lasagna.

PROBABILE RISULTATO: 2-1

SPAL – FROSINONE | domenica ore 15:00

Il Frosinone sembra essere salito in Serie A per provare a battere i record negativi del Benevento nello scorso campionato. Eppure rispetto alla sua prima storica stagione in Serie A, sembrava molto più attrezzato. Finora è andata male, e Longo, l’allenatore che ha utilizzato finora più calciatori (26) in questa Serie A non è ancora sembrato in grado di trovare il giusto stile di gioco per fare rendere la sua squadra in cui pure la qualità non mancherebbe.

Il Frosinone ha con il Chievo la peggiore difesa di questo campionato, con 24 gol subiti: record negativo dopo le prime nove partite per una squadra di Serie A dalla stagione 1992/93 (24, Pescara). La squadra allenata da Longo è inoltre l’unica di fatto che non ha vinto almeno una partita in campionato.

Di fronte si troverà una Spal che si è ricaricata dopo la sorprendente vittoria all’Olimpico contro la Roma, una partita in cui per una volta la formazione allenata da Semplici si è mostrata pragmatica, utilizzando al massimo le occasioni concesse dalla difesa avversaria. Finora infatti la Spal aveva invece lasciato a desiderare in zona gol, dove non era riuscita a convertire in gol le occaioni create nel corso delle varie partite.

Le ultime notizie sulle formazioni

La Spal giocherà con il consueto 3-5-2 ma Semplici potrebbe proporre delle novità: in difesa nonostante il rientro dalla squalifica di Felipe, c’è Bonifazi che ha giocato molto bene contro al Roma e potrebbe essere confermato. A centrocampo non ci sarà la regia di

Il pronostico

La Spal ha un’identità di gioco ben precisa e i calciatori sanno sempre cosa fare in base alle diverse situazioni che si vengono a creare sia quando si attacca che quando si difende. Nel Frosinone invece non è stata ancora trovata la giusta intesa, tutta la squadra continua a non rendere in fase di non possesso palla e così la Spal proverà ad approfittarne. Le assenze di Paganini, Ardaiz, Dionisi, Perica e Hallfredsson rendono il Frosinone poco competitivo, mentre la Spal si è mostrata fin da subito sul pezzo ed è pronta a trarre il massimo da questo impegno sulla carta molto agevole: dopo la vittroia sulla Roma, la partita in casa contro il Frosinone sembra ampiamente alla portata.

Le probabili formazioni di Spal-Frosinone

SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Bonifazi; Lazzari, Schiattarella, Missiroli, Valoti, Costa; Petagna, Antenucci.
FROSINONE (3-4-1-2): Sportiello; Goldaniga, Capuano, Ariaudo; Zampano, Maiello, Chibsah, Molinaro; Ciano; Campbell, Ciofani.

PROBABILE RISULTATO: 2-0