Formula 1: Gran Premio della Russia

Sulla pista di Sochi, in Russia, la Mercedes ha mostrato un netto dominio: pole position per Bottas, secondo posto per Hamilton. Vettel e Raikkonen seguono in terza e quarta posizione. Tutto può ancora succedere, dice Vettel, ma a questo punto ci credono in pochi.

Nelle qualifiche del Gran Premio della Russia, sulla pista di Sochi, la Mercedes ha confermato le impressioni date fin dal venerdì nelle prove libere. È la squadra con la macchina migliore oltre che qualla con più punti in classifica. Il fatto che stavolta anche Valtteri Bottas si sia giocato la pole position, e che alla fine l’abbia anche ottenuta, è la conferma indiretta che i successi più recenti non sono evidentemente attribuibili ai meriti individuali di Lewis Hamilton.

Bottas ha ottenuto la pole position con un tempo migliore di oltre un decimo di secondo rispetto a quello del suo compagno di squadra Hamilton. Il miglior tempo di una Ferrari è stato quello di Sebastian Vettel, terzo, che si è comunque preso mezzo secondo da Bottas. Il tempo di Kimi Raikkonen, terzo, è stato più lento di addirittura otto decimi (non poco, tanto più su una pista che si percorre in un minuto e mezzo).

Da quanto emerso nelle prove libere del Gran Premio della Russia su questa pista sembra andar meglio della Ferrari anche la Red Bull. La squadra austriaca avrà però lo svantaggio di partire dalle ultime posizioni a causa della sostituzione delle power unit – e anche di alcune parti del cambio – su entrambe le vetture, ormai oltre il numero di volte consentito senza dover incappare in una penalizzazione. Difficilmente Max Verstappen e Daniel Ricciardo riusciranno a guadagnare posizioni fino al punto da tentare di superare le Ferrari.

La griglia di partenza

pospilotasquadra/motoretemporitardo
1Valtteri BottasMercedes1m31.387s
2Lewis HamiltonMercedes1m31.532s0.145s
3Sebastian VettelFerrari1m31.943s0.556s
4Kimi RaikkonenFerrari1m32.237s0.850s
5Kevin MagnussenHaas/Ferrari1m33.181s1.794s
6Esteban OconForce India/Mercedes1m33.413s2.026s
7Charles LeclercSauber/Ferrari1m33.419s2.032s
8Sergio PerezForce India/Mercedes1m33.563s2.176s
9Romain GrosjeanHaas/Ferrari1m33.704s2.317s
10Marcus EricssonSauber/Ferrari1m35.196s3.809s
11Carlos SainzRenault
12Nico HulkenbergRenault
13Sergey SirotkinWilliams/Mercedes1m35.612s4.225s
14Stoffel VandoorneMcLaren/Renault1m35.977s4.590s
15Lance StrollWilliams/Mercedes1m36.437s5.050s
16Fernando Alonso *McLaren/Renault1m35.504s4.117s
17Pierre Gasly *Toro Rosso/Honda
18Brendon Hartley *Toro Rosso/Honda1m35.037s3.650s
19Daniel Ricciardo *Red Bull/Renault
20Max Verstappen *Red Bull/Renault

* Alonso, Ricciardo, Hartley, Verstappen e Gasly partono dalle ultime posizioni a causa delle rispettive penalizzazioni ricevute per la sostituzione di alcune parti della power unit oltre il numero di volte consentito da regolamento.

I pronostici per la gara

Da ormai diverse gare la Mercedes dimostra stabilmente di aver risolto quei problemi di inizio stagione relativi alla gestione delle gomme. È semmai la Ferrari la squadra che ha avuto più problemi di recente con l’usura delle gomme, specialmente quelle posteriori.

PROBABILE VINCITORE: Valtteri Bottas (Mercedes)
GIRO PIÙ VELOCE: Max Verstappen (Red Bull)