Stella Rossa-Napoli, Champions League (martedì)

Champions League
I pronostici sulle partite di calcio della Champions League, la più importante competizione d'Europa per squadre di club

Stella Rossa-Napoli è una partita della prima giornata del gruppo C di Champions League, quello di Liverpool e Psg: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico. Per il Napoli, vista la difficoltà del girone, è una partita assolutamente da vincere contro l’unica avversaria abbordabile.

STELLA ROSSA – NAPOLI | martedì ore 21:00

Il Napoli è stato molto sfortunato nel sorteggio del girone, visto che ha pescato Psg e Liverpool, due delle squadre favorite per la vittoria finale e tra le più forti in Europa. L’unica squadra abbordabile del gruppo C è la Stella Rossa, formazione che però non va sottovalutata soprattutto quando gioca in casa a Belgrado. L’allenatore del Napoli Ancelotti sa bene però che le speranze di qualificazione del Napoli passano anche dalle due partite contro la Stella Rossa in cui sarà necessario fare sei punti e magari segnare anche un alto numero di gol.

Rispetto alla scorsa stagione il Napoli con Ancelotti al posto di Sarri ha cambiato già parecchio sia sul piano del gioco che degli accorgimenti tattici. La squadra non sta toccando gli stessi livelli dell’anno passato, ma i risultati finora sono stati convincenti. Escludendo la pesante sconfitta contro la Sampdoria, che comunque in casa è sempre un brutto cliente, il Napoli ha fatto nove punti contro Lazio, Milan e Fiorentina. Il calendario era il più difficile di tutti tra le squadre di vertice, e il Napoli ne è uscito alla grande. C’è così ottimismo per questa partita, fondamentale da vincersi anche per porsi già in una condizione di vantaggio su almeno una delle due avversarie per la qualificazione e cioè Liverpool e Psg.

I punti di forza della Stella Rossa

La Stella Rossa torna a giocare in Champions League dopo ben 26 anni di assenza, e ci sarà il pubblico delle grande occasioni in uno stadio che spesso fa la differenza in ambito europeo. Non è un caso se nelle ultime tredici partite giocate allo stadio “Rajko Mitic”, noto anche come “Marakana”, la Stella Rossa non ha mai perso.

La qualificazione alla fase a gironi è arrivata eliminando in successione Spartaks Jūrmala, Sūduva, Spartak Trnava e Red Bull Salisburgo. Solo il Red Bull Salisburgo era un’avversaria degna di questo nome a questi livelli, e la Stella Rossa è riuscita a eliminarla grazie a un doppio pareggio. Nella partita di ritorno era in svantaggio di due gol ed è stata salvata da due gol in rapida successione di El Fardou.

La qualificazione in Champions League e la cessione di quello che era il calciatore più forte in rosa, l’attaccante esterno ex Roma Nemanja Radonjic pagato 12 milioni di euro dal Marsiglia, ha permesso alla Stella Rossa di rinforzarsi con gli arrivi di Richmond Boakye, vecchia conoscenza del calcio italiano, Jonathan Cafú (che dopo avere fatto molto bene al Ludogorets non era riuscito a imporsi nel Bordeaux) e Marko Marin, che si sono aggiunti a Lorenzo Ebecilio arrivato in precedenza dall’Apoel Nicosia.

Il ventiduenne Radonjic, anche se molto discontinuo, ha senza dubbio talento, ma grazie alla sua cessione ora la Stella Rossa ha molte più alternative in attacco. Tra i migliori calciatori a disposizione dell’allenatore Vladan Milojevic c’è anche l’ex centrocampista della Sampdoria Nenad Krsticic.

Le ultime notizie sulle formazioni

Una delle principali novità del Napoli è che Ancelotti rispetto a Sarri fa molto più turn over, e lo si è visto sabato scorso contro la Fiorentina in una partita in cui il nuovo allenatore ha anche cambiato il modulo di gioco, passando al 4-4-2 soprattutto in fase difensiva. Quando attaccava, il modulo del Napoli passava al 4-2-3-1, con Zielinski che avanzava nel ruolo di trequartista, mentre Callejon avanzava nel ruolo di attaccante destro.

Contro la Stella Rossa nonostante la convocazione di Meret il portiere titolare dovrebbe tornare a essere Ospina. Rispetto alla partita con la Fiorentina Albiol tornerà al posto di Maksimovic, mentre a centrocampo potrebbe trovare spazio Fabian Ruiz per Hamsik. Il modulo di gioco dovrebbe essere ancora il 4-4-2 con il ritorno in campo di Milik al centro dell’attacco e con l’inserimento di Verdi sulla fascia sinistra. Un’altra novità sarà Malcuit terzino destro.

La Stella Rossa giocherà con un 4-2-3-1 molto offensivo, e non rinuncerà a nessuno dei suoi attaccanti: Jonathan Cafù, Ebecilio, Marin e Boakye scenderanno tutti in campo contemporaneamente per mettere in difficoltà la difesa del Napoli che contro la Fiorentina è però tornata a dare maggiori sicurezze rispetto alla trasferta con la Sampdoria.

Il pronostico

Il Napoli affronterà una trasferta difficile da un punto di vista ambientale, ma questa partita è assolutamente da vincere in ottica qualificazione e la maggiore qualità complessiva della squadra di Ancelotti alla lunga dovrebbe uscire fuori. La vittoria del Napoli è molto probabile ma la Stella Rossa potrebbe riuscire a fare almeno un gol.

Le probabili formazioni di Stella Rossa-Napoli

STELLA ROSSA (4-2-3-1): Borjan; Stojkovic, Savic, Degenek, Rodic; Krstcic, Causic; Jonathan Cafù, Ebecilio, Marin; Boakye.
NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Verdi; Milik, Insigne.

PROBABILE RISULTATO: 1-3