Inter-Parma, Serie A (sabato)

Serie A
Serie A

Inter-Parma è la prima partita della quarta giornata del campionato di Serie A: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico. L’Inter si è sbloccata nello scorso turno battendo il Bologna, adesso ha l’opportunità di centrare la seconda vittoria consecutiva contro il Parma fermo a un punto.

INTER – PARMA | sabato ore 15:00

La vittoria sul Bologna ha riportato ottimismo nell’Inter, che aveva assoluto bisogno di una vittoria per non passare le due settimane di sosta per le nazionali tra critiche e malumori. Nonostante i risultati non siano stati finora eccezionali, l’Inter finora ha fatto registrare il secondo maggiore possesso palla dopo la Juventus, e riesce ad arrivare con buona facilità al tiro. Ci sono insomma dei miglioramenti rispetto al periodo nero dell’anno passato dell’Inter, quando la squadra non aveva idea in fase d’attacco.

Tra i calciatori più determinanti nell’Inter c’è Brozovic, che ha già completato 175 passaggi nella metà campo avversaria finora in questa Serie A, almeno 56 in più di ogni altro giocatore. Il centrocampista croato quando è in giornata aumenta di parecchio il potenziale creativo dell’Inter, il problema è però la sua mancanza di continuità. Rispetto all’anno passato però l’Inter ha molte più alternative in attacco, e sembra in grado di vincere partite anche giocando male.

Le cose sono andate finora bene anche in difesa: tre gol subiti in tre partite sono troppi, ma le statistiche lasciano intendere che il numero è destinato a non aumentare velocemente. La squadra di copre bene e ha probabilmente i tre centrali più validi del campionato: Skriniar, De Vrij e Miranda.

Il Parma invece, che proprio grazie alla difesa è riuscito l’anno scorso a ottenere la promozione in Serie A, ha concesso troppi tiri agli avversari nelle prime tre partite (59, solo il Chievo ne ha subiti di più). E alla fine i cinque gol subiti sono stati pochi se messi in relazione ai tiri presi.

Le ultime notizie sulle formazioni

Il modulo di gioco dell’Inter sarà il 4-2-3-1, reso più efficace dalla presenza di Nainggolan già a segno all’esordio contro il Bologna. I due centrali di difesa dovrebbero essere Skriniar e De Vrij, ma non è da escludere in ottica turn over l’impiego di Miranda. A centrocampo con Brozovic ci sarà probabilmente Gagliardini, che non fa parte della lista Champions League dove sarà costretto al riposo forzato. In attacco Icardi è rientrato dall’Argentina senza problemi fisici e giocherà titolare, anche se è prevista una staffetta con Keita. Gli esterni d’attacco saranno probabilmente Perisic e Politano. Indisponibile Lautaro Martinez alle prese con un risentimento muscolare al polpaccio.

Dall’altra parte l’allenatore D’Aversa punterà sul 4-3-3: a provare ad assicurare la solidità della difesa saranno Iacoponi, Alves, Gagliolo e Gobbi, con quest’ultimo insidiato da Dimarco. In porta Sepe. Centrocampo di quantità con Rigoni, Stulac e Barillà. In attacco si punta sulla velocità e i dribbling di Gervinho e Di Gaudio per innescare l’attaccante centrale Inglese. Fuori per infortunio Dezi a centrocampo e Biabiany in attacco.

Come vedere Inter-Parma in diretta TV o in streaming

La partita tra Inter e Parma verrà trasmessa in diretta Tv da Sky Sport e in streaming tramite l’app di Sky GO.

Il pronostico

La prossima settimana inizierà la Champions League, ma l’Inter non può concedersi distrazioni in campionato dove finora ha già perso troppi punti per strada: la vittoria contro il Parma appare altamente probabile.

Occhio poi alla possibilità di vedere più gol nel secondo tempo: finora il Parma è sempre calato sulla distanza sul piano fisico: quattro dei cinque gol subiti sono infatti arrivati nei secondi tempi. E l’Inter ha segnato tre dei cinque gol stagionali proprio nel corso del secondo tempo.

Le probabili formazioni di Inter-Parma

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vriji, Skriniar, Asamoah; Brozovic, Gagliardini; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi.
PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Alves, Gagliolo, Gobbi; Barillà, Stulac, Rigoni; Gervinho, Inglese, Di Gaudio.

PROBABILE RISULTATO: 2-0