Udinese-Sampdoria, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Udinese-Sampdoria è tra le partite in programma domenica sera per la seconda giornata di Serie A: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico. Per la Sampdoria questa sarà la prima partita di campionato, l’Udinese cerca altri punti dopo il pareggio in rimonta centrato a Parma.

UDINESE – SAMPDORIA | domenica ore 20:30

L’Udinese ha iniziato la stagione così così: prima l’eliminazione in Coppa Italia contro il Benevento, poi il pareggio ottenuto solo in rimonta nel finale a Parma contro una squadra neopromossa e costruita in fretta e furia soprattutto negli ultimi giorni di calciomercato. Il nuovo allenatore Velazquez forse sperava in qualcosa di meglio, ma la sensazione è che l’Udinese sarà costretta a una nuova stagione quanto meno non esaltante. Questa sarà la prima partita di campionato per la Sampdoria, che anche in questa estate ha cambiato parecchio, confermando però l’allenatore Giampaolo in continuità con il progetto tecnico.

Udinese, verso una nuova stagione difficile

Si prospetta un campionato difficile per l’Udinese, che dopo il pessimo girone di ritorno della scorsa stagione e una salvezza ottenuta con affanno rischia di ritrovarsi nelle stesse condizioni in cui ha finito la scorsa Serie A. La società ha deciso di affidarsi a un giovane allenatore spagnolo alla prima esperienza in assoluto in Serie A, Julio Velázquez. Appena 36 anni, in Spagna è già molto conosciuto e ha iniziato la carriera da allenatore molto presto guidando Murcia, Betis, Belenenses e Alcorcon. In Spagna ha però allenato nella Segunda Division e il salto in Serie A potrebbe essere molto complicato.

Nel corso dell’estate l’Udinese ha dato via Jakub Jankto, Silvan Widmer, Lucas Evangelista, Maxi López, Danilo ed Emil Hallfredsson, tesserando Rolando Mandragora, Ignacio Pussetto, Marco D’Alessandro, Felipe Vizeu, Juan Musso, Nicholas Opoku, Hidde ter Avest, Nicolas, Darwin Machís, Lukasz Teodorczyk e Petar Micin. Nella formazione titolare entreranno però molto probabilmente soltanto Mandragora e Pussetto, in attesa di capire come verrà gestita la situazione in porta, altro punto debole della passata stagione. Per ora il titolare sembra Scuffet, che già nella prima partita di campionato non è stato irreprensibile. In alternativa c’è il nuovo portiere Musso, o Nicolas.

Di positivo c’è che la squadra è in gran parte quella dell’anno scorso, col problema che si porta dietro qualche lacuna di troppo. La difesa ha perso quello che era il calciatore di maggiore esperienza, Danilo, e le difficoltà potrebbero aumentare visto il modulo di gioco molto offensivo. Le cose vanno meglio a centrocampo: Mandragora e Fofana formano una bella coppia, e ci sono ottimi trequartisti come Barak, De Paul e il nuovo arrivato Pussetto per il quale è stato fatto un investimento importante. In attacco c’è Lasagna che può confermare le cose buone fatte vedere l’anno passato. Le alternative ai titolari sono però quasi tutti delle scommesse, calciatori presi all’estero: in passato l’Udinese ha preso futuri campioni, ultimamente ha invece spesso fallito.

La garanzia Giampaolo e le scommesse di Sabatini

La Sampdoria negli ultimi anni ha fatto cessioni importanti, sono partiti calciatori di grande livello (ultimi Viviano, Ferrari, Torreira e Zapata) ma la società è sempre stata brava a reinvestire parte dei soldi incassati per prendere altri giovani di prospettiva in grado di rendere sempre competitiva la squadra. In questo calciomercato la Sampdoria è stata molto attiva in entrata, il presidente Ferrero si è affidato al direttore sportivo Sabatini che ha ingaggiato qualche colpo a sorpresa (Audero, Ronaldo Vieira, Junior Tavares) e dei calciatori da rilanciare dopo annate negative: Defrel, Ekdal, Tonelli e Saponara. L’acquisto più importante è stato quello (proprio dall’Udinese, prossima avversaria) del giovane Jakub Jankto, che nella Sampdoria può continuare il suo processo di crescita: a 22 anni ha già 65 presenze in Serie A con 9 gol e 10 assist. Marco Giampaolo è un allenatore che generalmente favorisce la crescita individuale dei centrocampisti molto tecnici. Jankto lo è, e potrebbe diventare un valore aggiunto di questa squadra.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore dell’Udinese Velazquez non dovrebbe fare stravolgimenti rispetto alla formazione schierata a Parma. Il titolare in porta dovrebbe essere ancora Scuffet, i difensori da destra a sinistra saranno Larsen, Nuytinck, Troost-Ekong e Samir. Coppia di centrocampo bene assortita, formata da Mandragora e Fofana, sulla trequarti giocheranno De Paul, Barak e Machis al servizio dell’attaccante centrale Lasagna.

Dall’altra parte Giampaolo ha scelto Audero come portiere titolare, i terzini saranno Sala e Murru con la coppia centrale di difesa formata da Andersen e Colley. I tre di centrocampo saranno Linetty, Barreto e Jankto, sulla trequarti Ramirez è in vantaggio su Saponara. In attacco giocheranno Quagliarella e Defrel, con Kownacki pronto a entrare nella ripresa. Fuori per squalifica Caprari, sono infortunati Praet, Regini e Tavares.

Come vedere Udinese-Sampdoria in diretta TV o in streaming

La partita tra Udinese e Sampdoria verrà trasmessa in diretta tv da Sky Sport 256 e in streaming tramite l’app SKY GO.

Il pronostico

Udinese-Sampdoria potrebbe essere una partita divertente e con gol: si affrontano due squadre con una vocazione più che altro offensiva, e che hanno un potenziale maggiore in attacco rispetto alle rispettive difese. La Sampdoria ha qualcosa in più sul piano tecnico, ma nello scorso campionato in trasferta ha spesso fallito.

Le probabili formazioni di Udinese-Sampdoria

UDINESE (4-2-3-1): Scuffet; Larsen, Nuytinck, Troost-Ekong, Samir; Mandragora, Fofana; De Paul, Barak, Machis; Lasagna.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Sala, Colley, Andersen, Murru, Linetty, Barreto, Jankto; Ramirez; Defrel, Quagliarella.

PROBABILE RISULTATO: 2-2