Genoa-Empoli, Serie A (domenica)

Serie A
Serie A

Genoa-Empoli è tra le partite in programma domenica sera per la seconda giornata di Serie A: le probabili formazioni, le cose da sapere e il pronostico. L’Empoli ha vinto la prima partita in casa contro il Cagliari, per il Genoa sarà la prima partita di questa Serie A dopo il rinvio della sfida con il Milan.

GENOA – EMPOLI | domenica ore 20:30

Non sarà una partita come tutte le altre, questa tra Genoa ed Empoli. Sarà la prima che si giocherà a Marassi dopo il crollo del ponte Morandi in cui sono morte 43 persone. In vista di questa partita, i tifosi del Genoa hanno deciso di osservare 43 minuti di silenzio, uno per ogni vittima di questo disastro. Questo il comunicato della tifoseria: “Domenica sera scegliamo la strada del silenzio, nel rispetto di chi ha perso la vita su quel ponte. Un silenzio assordante di 43 minuti, uno per ogni bambino, lavoratore, studente, papà o mamma che oggi non sono più con noi. Le nostre bandiere non sventoleranno, i nostri striscioni capovolti coloreranno lo stadio diversamente e le nostre voci rimarranno silenziose”.

Genoa, una rivoluzione controllata

Per una volta, il Genoa non ha fatto rivoluzioni. O meglio, l’ha fatta lo stesso, ma in maniera meno esagerata. Negli anni passati oltre ai cambi di allenatore, spesso il presidente Preziosi tra una stagione e l’altra rivoluzionava la rosa dei calciatori. Stavolta ha deciso di confermare Ballardini, artefice della tranquilla salvezza della stagione passata, e non ha dato vita al solito via vai di calciatori spesso dannoso, soprattutto nelle fasi iniziali dei campionati. Se è vero che sono partiti il portiere titolare, Perin, il migliore difensore Izzo e il calciatore che aveva fatto meglio negli ultimi due anni, l’esterno sinistro Laxalt, è anche vero che sono arrivati rinforzi di buon livello. Lisandro Lopez prenderà il posto di Izzo, e Domenico Criscito, che conosce molto bene l’ambiente, ricoprirà il ruolo di Laxalt. Romulo e Sandro sono altri due ottimi innesti per il centrocampo, e poi ci sono in attacco due dei migliori prospetti della scorsa Serie B, Favilli e Kouame. Sul portiere Federico Marchetti, che non gioca da tanto tempo, nutrire qualche dubbio in merito alla sua forma fisica è legittimo.

Un altro nuovo arrivato da cui ci si aspetta tanto è il ventitreenne polacco Krzysztof Piatek, che il Genoa ha acquistato dal Cracovia quest’estate. Ha segnato valanghe di gol ma in un campionato di basso livello come quello polacco, ragion per cui circola qualche dubbio in merito alla sua “maturità” agonistica e ai suoi tempi di adattamento alla Serie A. Ha eliminato però una buona parte di quei dubbi segnando quattro gol in poco più di quaranta minuti nella partita di Coppa Italia vinta dal Genoa 4-0 contro il Lecce.

L’Empoli all’attacco della salvezza

L’Empoli è tornata a giocare in Serie A dopo un solo anno di B, e lo ha fatto subito con una bella vittoria per due a zero sul Cagliari. La società l’anno scorso ha cambiato molto la squadra dopo la retrocessione, e ha puntato su calciatori che potessero essere pronti ad affrontare un campionato duro come quello di B. Ora però ci sarà da capire come una squadra che ha sempre dominato sul piano del gioco in Serie B, giocando all’attacco (ha segnato almeno un gol per 28 partite di fila), saprà adattarsi in Serie A. Le prime risposte sono state positive, ma non va dimenticato che prima della vittoria col Cagliari l’Empoli aveva perso in malo modo in Coppa Italia contro il Cittadella (0-3).

Già in passato con Sarri e Giampaolo, l’Empoli ha ottenuto ottimi risultati prediligendo un calcio offensivo, con la linea di difesa alta, un calcio basato su passaggi veloci e precisi e su un centrocampo di grande qualità tecnica. Il processo si è interrotto bruscamente nell’anno della retrocessione con Martusciello, ma sembra essere ripartito con Andreazzoli, allenatore di grande esperienza e molto preparato a livello tattico. Per rendere proficuo un gioco del genere si deve cercare di massimizzare le occasioni che si hanno in attacco. Molto dipenderà dal rendimento di Caputo e La Gumina: il primo dovrà dimostrare di essere capace di fare gol anche in Serie A (e ha iniziato bene), il secondo ha più talento ed è un potenziale campione, ma è ancora giovane e potrebbe pagare il peso della responsabilità. Il reparto più forte dell’Empoli è il centrocampo, ci sono tanti calciatori di grande tecnica che dovranno però essere bravi ad adattarsi ai ritmi della Serie A: Rade Krunic, Ismaël Bennacer, Afriyie Acquah, Miha Zajc e Salih Ucan. Più di un dubbio invece sulla tenuta della difesa.

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore del Genoa Ballardini stava pensando di schierare una formazione più offensiva, schierando Pandev nel ruolo di trequartista con in avanti due attaccanti di ruolo: Favilli e Piatek. Favilli ha però accusato dei problemi fisici nell’ultimo allenamento e partirà dalla panchina. A centrocampo a causa dell’infortunio di Sandro, ci sarà Hiljemark nel ruolo di regista, con ai suoi fianchi Romulo e Mazzitelli. In porta giocherà Marchetti, i tre centrali saranno Lopez, Spolli, Zukanovic con Lazovic e Criscito schierati da esterni.

Dall’altra parte Andreazzoli non dovrebbe fare particolari cambiamenti rispetto alla formazione che ha battuto il Cagliari giocando una gran bella partita. In porta confermato Terracciano, i difensori saranno Di Lorenzo, Rasmussen, Silvestre e Antonelli. A centrocampo giocheranno Acquah, Capezzi e Krunic, con Zajc confermato trequartista in appoggio a La Gumina e Caputo.

Come vedere Genoa-Empoli in diretta TV o in streaming

La partita tra Genoa ed Empoli verrà trasmessa in diretta tv da Sky Sport 254 e in streaming tramite l’app SKY GO.

Il pronostico

L’Empoli gioca un calcio offensivo, e concederà inevitabilmente qualcosa in difesa: il Genoa, forte del fattore campo, proverà ad approfittarne con il suo atteggiamento tattico sornione di ogni minimo errore, e potrebbe spuntarla in una partita in cui c’è da aspettarsi almeno un paio di gol segnati.

Le probabili formazioni di Genoa-Empoli

GENOA (3-5-2): Marchetti; Lopez, Spolli, Zukanovic; Lazovic, Romulo, Hiljemark, Mazzitelli, Criscito; Pandev, Piatek.
EMPOLI (4-3-1-2): Terracciano; Di Lorenzo, Rasmussen, Silvestre, Antonelli; Acquah, Capezzi, Krunic; Zajc, La Gumina, Caputo.

PROBABILE RISULTATO: 2-1