Alaves-Betis, Liga spagnola (sabato)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

L’Alaves e il Betis si affrontano nella seconda giornata del campionato spagnolo dopo avere entrambe perso 3-0 la prima partita. Quello dell’Alaves al Camp Nou poteva starci, quello del Betis in casa contro il Levante non proprio. Anche Alaves-Betis sarà trasmessa in diretta su DAZN.

ALAVES – BETIS | sabato ore 18:15

Una sconfitta per 3-0 nella prima partita del campionato accomuna l’Alaves di Abelardo e il Betis di Quique Setién. Se contro il Barcellona al Camp Nou le possibilità di non perdere per l’Alaves erano alquanto ridotte, di certo la sconfitta non era il risultato atteso per il Betis in casa contro il Levante. Ma è stata una partita meno sbilanciata di quanto si intuisca dal risultato finale, decisa – come capita spesso – da una serie di episodi.

Come ha perso il Betis alla prima giornata

Il Betis ha giocato venerdì scorso la prima partita in casa, al Benito Villamarín, senza alcuni giocatori importanti (il mediano Javi García e il capitano Joaquín) ma con il proposito di rinnovare le ambizioni coltivate nello scorso finale di stagione. L’avversario era temibile ma alla portata: il Levante di Paco López, che come obiettivo ha la salvezza. Nel primo tempo, concluso con il Levante in vantaggio di un gol, il Betis ha giocato bene e generato numerose azioni di attacco. Il gol lo ha preso per una rara disattenzione difensiva (e anche una gran giocata di Jason sulla fascia sinistra). Quel gol ha tuttavia determinato poi le condizioni ideali per il gioco del Levante.

I ripetuti tentativi di riportare la partita in parità hanno esposto il Betis a maggiori rischi in difesa, ponendo gli esterni del Levante in condizione di rendersi pericolosi in contropiede. Il gol preso al 54° è stato frutto di una gran giocata individuale del capitano avversario José Luis Morales ma anche favorito da una deviazione determinante del difensore Bartra, in tackle, che di fatto ha messo Morales solo davanti la porta difesa da Pau López. A un quarto d’ora dalla fine della partita – nonostante la disponibilità del VAR, che da quest’anno è utilizzato anche nella Liga spagnola – l’arbitro ha inoltre negato al Betis un rigore piuttosto evidente causato da un netto fallo su Sergio Canales. Il terzo gol del Levante è arrivato nei minuti di recupero, quando ormai il Betis aveva completamente perso le speranze di riprendere la partita.

Notizie sull’Alaves

L’Alaves ha giocato il giorno dopo il Betis, a Barcellona, e ha perso 3-0. Per oltre un tempo di gioco ha tenuto il risultato in parità, nonostante i ripetuti attacchi del Barcellona (e una traversa colpita da Leo Messi). Intorno al ventesimo del secondo tempo Messi ha segnato il primo gol, modificando gli equilibri della partita, e l’Alaves si è disunito.

Nei giorni scorsi si è appreso che la difesa dell’Alaves dovrà fare a meno di Rodrigo Ely per lungo tempo. Si era infortunato a un ginocchio durante un’amichevole estiva, e si è dovuto operare per riparare un legamento crociato anteriore. Si prevede un’assenza di almeno cinque mesi. Per almeno due settimane ancora, a causa di un infortunio muscolare alla gamba sinistra, mancherà anche Tomás Pina, centrocampista molto apprezzato da Abelardo. L’Alaves lo ha acquistato quest’estate a titolo definitivo dopo averlo avuto in prestito dal Club Brugge per tutta la stagione scorsa.

Per aumentare la concorrenza in attacco e tentare di colmare il vuoto lasciato da Munir, l’Alaves ha da poco preso in prestito Jonathan Calleri del Deportivo Maldonado. Nonostante il suo passato da enfant prodige nel Boca Juniors, nella passata stagione in prestito al Las Palmas Calleri ha sostanzialmente deluso le aspettative. In una squadra come l’Alaves potrà tornare certamente utile e magari ritrovare la forma dei tempi migliori (ha soltanto 24 anni, in fondo). Dovrà comunque contendere il posto a uno tra Borja Bastón, John Guidetti e Ruben Sobrino.

Cosa aspettarsi da Alaves-Betis

Nel Betis saranno probabilmente ancora assenti per infortunio Javi García e Joaquín (Javi García ha ripreso da poco ad allenarsi regolarmente). Antonio Sanabria è stato convocato ma non è ancora in forma. Il giocatore della rosa che continua a fornire prestazioni convincenti, anche quando le cose vanno storte, è il terzino sinistro dominicano Júnior Firpo, migliore in campo per il Betis e sempre più titolare. Dovrà fare attenzione anche in chiave difensiva, visto che sulla fascia destra avversaria giocherà Martín Aguirregabiria, ventiduenne canterano dell’Alaves e oggi tra i migliori titolari della rosa.

Come vedere Alaves-Betis in diretta TV o in streaming

Alaves-Betis si potrà vedere alle 18:15 in diretta su DAZN, la piattaforma di streaming in possesso dei diritti di trasmissione delle partite di Liga spagnola in esclusiva per l’Italia.

Il pronostico

Contrariamente a quanto visto nella prima partita di questo campionato la solidità difensiva è stata nel campionato scorso una delle principali qualità del Betis di Quique Setién, specialmente in seguito all’acquisto di Bartra nel calciomercato invernale. E anche l’Alaves di Abelardo è riuscito nel girone di ritorno a tirarsi fuori da una situazione di classifica alquanto complicata soprattutto grazie al miglioramento della fase difensiva. Al momento non ci sono ragioni sufficienti per credere che quelle qualità individuali e collettive siano cambiate, e pertanto Alaves-Betis si presenta come una partita equilibrata, in cui i gol potrebbero non essere così numerosi.

Le probabili formazioni

ALAVÉS (4-4-2): Pacheco; Martin Aguirregabiria, Maripán, Laguardia, Ruben Duarte; Manu Garcia, Wakaso, Jony Rodriguez, Ibai Gomez; Ruben Sobrino, Borja Bastón.
BETIS (3-4-2-1): Pau López; Zou Feddal, Bartra, Mandi; Junior Firpo, Guardado, William Carvalho, Barragán; Inui, Canales (o Boudebouz); Loren Morón.

PROBABILE RISULTATO: 1-1