Sky, DAZN, Premium: tutti i prezzi e le offerte per vedere la Serie A e B

offerte dazn sky premium
offerte dazn sky premium

L’ingresso di DAZN ha reso il mercato dei diritti televisivi di Serie A e B più competitivo ma anche meno facile da capire, per i non addetti. Quanto si dovrà pagare, in definitiva, per vedere tutto il calcio in televisione e/o in streaming? Abbiamo cercato di rispondere alla domanda valutando le varie offerte, caso per caso (per chi era già abbonato a qualcosa e per chi no).

Come abbonarsi a DAZN

Tanto vale partire dall’operatore che ha stravolto le regole. La principale novità introdotta da DAZN, servizio gestito dal gruppo Perform Investment Limited, è il “formato” delle trasmissioni. Funziona come per Netflix: qualsiasi contenuto, che sia live o on demand, si vede soltanto in streaming, non in televisione in senso stretto (a meno che non si tratti di una Smart TV o di una TV collegata a un dispositivo connesso a internet). Il costo dell’abbonamento a DAZN (il primo mese di visione è gratuito) è di 9,99 euro al mese, dopo il primo mese di prova gratis. Occorre registrarsi sul sito (il primo mese di visione è gratuito) e collegare il nuovo account creato a un metodo di pagamento: si paga mese per mese, con un addebito automatico che si può sospendere in qualsiasi momento senza penali. L’abbonamento permette di utilizzare il servizio su un massimo di due dispositivi contemporaneamente, e di collegare a uno stesso account fino a sei diversi dispositivi.

Con DAZN si possono vedere tre partite di Serie A per ogni turno di campionato, tutte le partite di Serie B, tutte quelle della Liga spagnola e tutte quelle della Ligue 1 francese. Sono inoltre visibili le partite di altri tornei secondari come la Football League Cup inglese, la Coppa d’Africa e altre coppe sudamericane, così come altri eventi sportivi di UFC, baseball MLB e hockey NHL.

DAZN
3/10 partite di Serie A • Serie B • Ligue 1, Liga spagnola e altre coppe minori € 9,99 / mese

E se non ho internet?

La possibilità di vedere DAZN senza internet non è contemplata: quelle tre partite di Serie A e tutte quelle di Serie B, in altre parole, sono visibili soltanto in streaming. Oltre ai costi dell’abbonamento a DAZN andrebbero quindi teoricamente considerati quelli del proprio operatore telefonico, relativi alla connessione dati domestica o mobile.

Per avere un trasmissione stabile delle partite in streaming conviene assicurarsi che la connessione dati mobile sia in 4G e che nel piano tariffario sia compreso un numero sufficiente di Giga mensili. Nel caso di una connessione domestica serve come minimo una più che decente connessione ADSL, da almeno 9 Mbps in download (valore reale, non come dato di riferimento commerciale).

Come abbonarsi a Sky

Sky è l’operatore che trasmette il maggior numero di partite di calcio di Serie A (7 per ogni turno di campionato) oltre a tutte quelle della Champions League e dell’Europa League. Rispetto alla concorrenza presenta un’offerta più vasta ma anche più costosa e, soprattutto, più vincolante. Per abbonarsi la prima cosa da fare è scegliere il “formato” delle trasmissioni: tramite satellite, tramite connessione internet in fibra o tramite digitale terrestre. Tutti e tre i casi presentano dei vantaggi ma anche delle limitazioni, e non c’è un formato più conveniente in assoluto. Per tutti gli abbonati Sky, in base a un recente accordo, è inoltre previsto uno sconto sul prezzo di acquisto dei “ticket” su DAZN (a partire da due euro di sconto al mese).

Sky via fibra

Il vantaggio principale dell’abbonamento a Sky tramite fibra è quello di non dover installare una parabola e di ridurre notevolmente i disagi e le scomodità in caso di trasloco. Come per DAZN è necessario disporre di una linea internet stabile e veloce (con Fastweb, Vodafone, TIM, Wind-3-Infostrada o Tiscali), perché senza connessione non sarà possibile vedere alcun canale dell’abbonamento.

La sottoscrizione di un abbonamento a Sky via fibra comporta un costo iniziale di 49 euro. I prezzi generali si riferiscono a un contratto di durata annuale: soltanto in questo caso si ha diritto a una serie di sconti automatici sul singolo prezzo dei pacchetti. Con una spesa totale di 29,90 euro al mese per 12 mesi sarebbero inclusi Sky TV (14,90 euro/mese anziché 21,60) e Sky Famiglia (5,00 euro/mese anziché 5,40) – in ogni caso – più un pacchetto a scelta tra Sky Cinema e Sky Sport (10 euro/mese anziché 15,20). Trascorsi i 12 mesi in promozione i costi passerebbero da 29,90 euro al mese a 48,60 euro. È sempre possibile aggiungere da subito anche il pacchetto Sky Calcio, ma al prezzo standard di 15,20 euro al mese in più, per un totale di 45,10 euro al mese (63,80 dopo i primi 12 mesi).

Nel pacchetto Sky Calcio sono inclusi, oltre al canale informativo Sky Sport 24, i canali su cui sarà possibile vedere 7 partite di Serie A per ogni turno di campionato. Nel pacchetto Sky Sport sono invece inclusi i canali su cui saranno visibili le partite di Champions League, Europa League, Premier League e Bundesliga, oltre a quelli che già trasmettono Formula 1, MotoGP, tennis e altri sport.

Sky via satellite

L’abbonamento tradizionale a Sky via satellite prevede l’installazione di una parabola, con un costo iniziale di 99 euro, o l’utilizzo di una parabola condominiale o privata già presente. In questo secondo caso il costo di installazione iniziale è di 79 euro. Eccetto che per i costi iniziali, i costi mensili sono uguali a quelli proposti nell’offerta via fibra: 29,90 euro al mese, per 12 mesi, per Sky TV + Sky Famiglia + Sky Kids + un pacchetto a scelta tra Sky Sport e Sky Cinema. Ed è possibile aggiungere Sky Calcio a 15,20 euro al mese anche in questo caso.

Sky via digitale terrestre

Questo tipo di abbonamento a Sky è disponibile soltanto per chi sia già in possesso di una tessera abilitata alla visione dei servizi a pagamento del digitale terrestre. In buona sostanza è un’opportunità per i clienti Mediaset Premium di vedere una serie di contenuti Sky senza dover smontare tutto e aggiungere altri accrocchi al televisore. È previsto un costo iniziale di 29 euro. Gli abbonati a Sky tramite digitale terrestre non possono vedere tutti i canali dell’offerta Sky ma soltanto una “selezione” di quei canali.

Il costo mensile è di 19,90 euro al mese in promozione per 6 mesi (dopodiché 29,90 euro/mese). Questo pacchetto consente di vedere 8 canali Sky e Premium di Cinema e Serie TV, 4 canali Sky di intrattenimento (Sky Uno, Sky Atlantic, NatGeo e FOX), e due canali Sky a scelta tra Sky Sport 24 + Sky Sport Serie A oppure Sky Sport 24 + Sky Sport Uno. Su Sky Sport Serie A saranno trasmesse soltanto alcune delle sette partite di campionato di cui Sky detiene i diritti. E su Sky Sport Uno soltanto alcune delle partite di Champions League ed Europa League. Per vedere tutte le sette partite di Serie A trasmesse da Sky per ogni turno di campionato serve aggiungere il pacchetto Sky Calcio, disponibile anche in questa modalità via digitale terrestre, al costo aggiuntivo di 15 euro al mese da pagare a partire dal 1° settembre.

SKY
Sky via fibra 7/10 partite di Serie A • Champions ed Europa League • Premier League • Bundesliga € 45,10 / mese per 12 mesi + € 49 una tantum
Sky via satellite 7/10 partite di Serie A • Champions ed Europa League • Premier League • Bundesliga € 45,10 / mese per 12 mesi + € 99 una tantum
Sky via digitale terrestre 7/10 partite di Serie A • alcune partite di Champions ed Europa League € 34,90 / mese per 6 mesi + € 29 una tantum

E chi è già un cliente Sky?

Chi è già cliente Sky può aggiungere al proprio abbonamento il pacchetto Sky Calcio (Serie A) o il pacchetto Sky Sport (Champions League, Europa League, Premier League, F1 e altro) senza sostenere costi aggiuntivi fino a venerdì 31 agosto. Qualora avesse già uno di questi due pacchetti o entrambi può valutare se rimanere cliente – e godere dei vantaggi “Extra” riservati ai clienti abbonati da almeno un anno – o disdire il contratto e valutare poi se e come sottoscriverne uno da zero, qualora trovasse più conveniente l’offerta riservata ai nuovi abbonati.

E gli abbonati a Premium?

È il caso meno complicato da chiarire. Gli abbonati a Mediaset Premium, che negli anni scorsi hanno potuto seguire sia le partite di Champions League (in esclusiva) sia quelle di Serie A, sono in sostanza rimasti senza molte alternative: recedere, o tenersi Cinema, Serie TV e DAZN “in regalo”. Come noto, Premium non ha acquistato i diritti di trasmissione dalla Lega Serie A ma ha stretto un accordo con DAZN per la ritrasmissione in streaming della Serie B e delle tre partite settimanali di Serie A di cui DAZN possiede i diritti.

In poche parole: tra gli abbonati Premium possono ancora vedere partite di calcio soltanto quelli che erano già abbonati a Premium Calcio, pacchetto non più acquistabile e recentemente rimodulato in base al nuovo accordo con DAZN. Al prezzo di 19,90 euro al mese quegli abbonati potranno illimitatamente accedere a DAZN finché resteranno clienti Mediaset Premium. Come per DAZN con Sky, nessuna trasmissione DAZN sarà visibile agli abbonati Premium tramite digitale terrestre: soltanto in streaming tramite la App ufficiale di DAZN.