Mondiale 2018: Svezia-Inghilterra (sabato)

I pronostici sulle partite del Mondiale 2018
I pronostici sulle partite del Mondiale 2018

Svezia-Inghilterra, sabato alle 16:00, vale la qualificazione alle semifinali del Mondiale di Russia 2018: il pronostico, le probabili formazioni e le cose da sapere.

SVEZIA – INGHILTERRA | sabato ore 16:00

La sorpresa maggiore tra le squadre che si sono qualificate ai quarti di finale è la Svezia, che per continuare a sognare dovrà provare a battere l’Inghilterra. La nazionale allenata da Southgate allo stesso tempo ha un’occasione irripetibile per arrivare a giocare la seconda finale della sua storia.

Mai sottovalutare la Svezia

Tra le squadre che sono arrivate a giocare i quarti di finale di questo Mondiale, la Svezia è stata quella che ha dovuto fare il percorso più complicato fin dal girone di qualificazione europeo, in cui era capitato con Francia e Olanda. Fatta fuori l’Olanda, la Svezia ha poi eliminato l’Italia nello spareggio. Il girone del Mondiale era equilibrato e competitivo, tant’è che per qualificarsi la Svezia, pur perdendo lo scontro diretto solo all’ultimo secondo, ha fatto fuori la Germania. Negli ottavi di finale la Svezia ha poi superato la Svizzera con il risultato di 1-0: finora ha subito gol soltanto dalla Germania in questo Mondiale.

Il principale punto di forza della nazionale allenata da Janne Andersson è la solidità difensiva. Non che i centrali titolari Andreas Granqvist e Victor Lindelöf siano insuperabili, soprattutto il primo, ma l’organizzazione della difesa funziona a meraviglia perché tutti i calciatori, a partire dagli attaccanti, fanno un gran lavoro in fase di non possesso palla.

Da quando Zlatan Ibrahimovic ha lasciato la nazionale, tutti i calciatori hanno giocato con maggiore responsabilità e sacrificio. E il senso del dovere si è sviluppato ancora di più quando il commissario tecnico Andersson ha detto no a Ibrahimovic che voleva tornare per giocare il Mondiale. Lo stesso allenatore Andersson ha detto che il calcio è uno sport di squadra e che la sua Svezia ne è una perfetta dimostrazione per come ogni calciatore aiuta l’altro in campo.

Oltre a difendere bene, la Svezia punta a sfruttare al massimo i calci piazzati e anche le rimesse laterali in zona d’attacco, sfruttando l’abilità dei suoi calciatori nel gioco aereo.

Finalmente l’Inghilterra

Se la Svezia ha una squadra unita e grande entusiasmo, lo stesso vale per l’Inghilterra che ha grande entusiasmo per i risultati ottenuti, quasi insperati dopo le tante delusioni degli ultimi anni. La nazionale inglese arrivava a giocare Europei e Mondiali sempre con grandi aspettative, salvo poi deluderle. Stavolta, quasi snobbata, è riuscita a sorprendere in positivo.

L’Inghilterra è stata finora una delle poche squadre del Mondiale a convincere sul piano del gioco, quanto meno nelle prime due partite del girone. Ha vinto 2-1 costruendo numerose occasioni da gol nella prima partita contro la Tunisia e ha fatto ancora meglio contro Panama, vincendo 6-1 e chiudendo il primo tempo già in vantaggio di cinque gol. Ha creato occasioni su occasioni con azioni rapide e magnificamente costruite palla a terra, oltre che su palla inattiva. Poi è arrivata la sconfitta indolore contro il Belgio, in cui Southgate ha schierato quasi tutte riserve. Quella partita persa 1-0 ha permesso all’Inghilterra di ritrovarsi nella parte bassa del tabellone, quella più agevole che le ha permesso di evitare il Brasile nei quarti di finale.

Contro la Colombia però c’è stato un passo indietro sul piano del gioco. Il commissario tecnico Pekerman ha rivoluzionato la formazione iniziale della sua squadra facendo delle contromosse per mettere in difficoltà l’Inghilterra in fase di manovra, e c’è riuscito. Grazie al passaggio dal 4-2-3-1 al 4-3-1-2, la Colombia ha infoltito il centrocampo e impedito passaggi facili per Alli e Lingard. Inoltre il trequartista è andato in costante pressing su Henderson, che ha visto pochissimi palloni anche per la copertura delle linee di passaggio assicurata dal pressing dei due attaccanti.

La Svezia preparerà per l’Inghilterra delle trappole di questo tipo, e Southgate dovrà essere bravo a sapere modificare qualcosa sul piano tattico a partita in corso. Questa contro la Svezia sarà la partita di Southgate: l’Inghilterra ha più qualità tecnica della Svezia, che però ha una grande organizzazione difensiva. Per fare valere la maggiore qualità tecnica sarà necessaria qualche trovata dell’allenatore, o un pizzico di fortuna che in questo Mondiale finalmente sembra essere dalla parte dell’Inghilterra.

Le ultime notizie sulle formazioni

Il commissario tecnico della nazionale svedese Andersson ritroverà Sebastian Larsson che ha scontato un turno di squalifica ma per lo stesso motivo non potrà contare su Mikael Lustig, per cui è stata fatale l’ammonizione contro la Svizzera. Lo schema di gioco però non cambierà di una virgola, la Svezia giocherà sempre con il 4-4-2 e al posto di Lustig ci sarà Emil Krafth. Il portiere titolare sarà sempre il valido Robin Olsen, i centrali di difesa Victor Lindelöf e Andreas Granqvist con Ludwig Augustinsson, che ha segnato il gol decisivo contro la Svizzera, come terzino sinistro. I centrocamisti titolari dovrebbero essere Viktor Claesson, Sebastian Larsson, Albin Ekdal ed Emil Forsberg, con Marcus Berg e Ola Toivonen in attacco.

Dall’altra parte Southgate ha pochi dubbi e dovrebbe confermare la formazione vista contro la Colombia. Il portiere sarà Pickford, eroe degli ottavi di finale. I tre centrali di difesa, che finora non hanno convinto del tutto, saranno Kyle Walker, John Stones e Harry Maguire. Sulle fasce giocheranno Ashley Young e Kieran Trippier: quest’ultimo sta giocando molto bene, sta dimostrando grande abilità nei cross, anche sui calci da fermo. Il regista sarà Jordan Henderson, con Dele Alli e Jesse Lingard schierati da interni. In attacco Raheem Sterling e naturalmente Harry Kane, capocannoniere del Mondiale con sei gol in tre partite.

Il possibile sviluppo della partita

La Svezia farà una partita difensiva e proverà a mettere in difficoltà l’Inghilterra in fase di manovra. Non sarà facile per l’Inghilterra fare gol a una squadra che finora è stata perfetta a livello difensivo, subendo gol in una sola partita delle quattro giocate, contro la Germania. Anche a costo di ricorrere a continui falli tattici e di ricevere un numero più alto di ammonizioni rispetto all’Inghilterra, la Svezia proverà a fare il solito ostruzionismo. Giocando sporco, e probabilmente perdendo tempo anche sullo zero a zero.

Difficile per tutti questi motivi immaginare una partita con tanti gol, a meno che non ci sia un episodio particolare già nei primi minuti. Alla lunga comunque l’Inghilterra potrebbe spuntarla, nei tempi regolamentari o al limite anche ai supplementari, sfruttando la sua maggiore qualità tecnica e il gran momento di Harry Kane, capace di trasformare in gol ogni pallone che tocca.

Le probabili formazioni di Svezia-Inghilterra

SVEZIA (4-4-2): Olsen; Krafth, Lindelöf, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Berg, Toivonen.
INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; Walker, Stones, Maguire; Trippier, Alli, Henderson, Lingard, Ashley Young; Sterling, Kane.

PROBABILE RISULTATO: 0-1