Champions League: Roma-Liverpool

Champions League
I pronostici sulle partite di calcio della Champions League, la più importante competizione d'Europa per squadre di club

Mercoledì sera all’Olimpico si gioca Roma-Liverpool, ritorno della semifinale di Champions League vinta 5-2 all’andata dal Liverpool. I pronostici per la qualificazione in finale sono a favore della squadra di Klopp, ma per la partita è la Roma ad avere un leggero vantaggio secondo le quote.

ROMA – LIVERPOOL

mercoledì ore 20:45

Martedì scorso, allo stadio Anfield, il Liverpool ha vinto con il risultato di cinque a due contro la Roma, aumentando di parecchio le possibilità di qualificarsi per la finale. Su planetwin365 ad esempio la quota del passaggio del turno del Liverpool è a 1.06, mentre quella della Roma a 9.30.

Se però si pensa che a un certo punto la partita era sul punteggio di 5-0, e che la Roma nel turno precedente ha rimontato una sconfitta simile contro una squadra forte come il Barcellona, i giochi per la qualificazione non sono completamente chiusi e il Liverpool non potrà rilassarsi come fatto nel finale della partita di andata.

Cosa è successo all’andata

L’allenatore della Roma Di Francesco ha scelto come modulo il 3-4-1-2 per provare a frenare il temibile tridente d’attacco del Liverpool formato da Firmino, Manè e Salah. La Roma ha avuto un buon approccio alla partita, per i primi dieci minuti ha tenuto bene il campo e Kolarov ha preso una traversa. Poi però difesa e centrocampo non sono riusciti a mantenere le giuste distanze in campo e la squadra non capiva bene quando alzare e abbassare il baricentro a seconda della situazione di gioco. Preso il primo contropiede da Manè, e subito poi il primo gol con un gran tiro di Salah, la Roma è andata in bambola ed è stata presa a pallate dal Liverpool che ha segnato addirittura cinque gol.

Uno dei cinque gol è arrivato con una posizione iniziale di fuorigioco e uno in seguito a un fallo non sanzionato, ma la superiorità tecnica, tattica e agonistica del Liverpool è stata evidente. Quando Klopp ha provato ad abbassare i ritmi e ad addormentare la partita togliendo Salah, la Roma è riuscita a fare due gol anche grazie ai due cambi, forse tardivi, effettuati da Di Francesco. Il passaggio al 4-3-3 e gli inserimenti di Gonalons e Perotti hanno giovato al gioco della squadra che ha segnato prima con Dzeko e poi con lo stesso Perotti su calcio di rigore.

Gli ultimi minuti della partita di andata hanno confermato che la difesa del Liverpool se attaccata nel modo giusto non è poi così solida e che il vero punto di forza da temere sono quei tre lì davanti, davvero difficili da fermare perché velocissimi e molto tecnici.

Cosa aspettarsi da Roma-Liverpool

Con un passivo di cinque a due da recuperare, la Roma non potrà fare tanti ragionamenti e dovrà giocare come meglio sa fare. E cioè con il 4-3-3, il baricentro alto, e il pressing a tutto campo. L’allenatore Di Francesco nella conferenza stampa ha detto che la sua squadra correrà il rischio di subire gol giocando con la difesa alta e all’attacco, e che per cercare la rimonta punterà soprattutto a farne, di gol, sfruttando la scarsa solidità della difesa avversaria.

La Roma non ha nulla da perdere, e questo potrebbe essere un vantaggio a livello psicologico come già visto nella partita vinta all’Olimpico contro il Barcellona. Certo, se dovesse subire subito un gol in avvio e subire continuamente il contropiede di Firmino, Salah e Manè, per la Roma potrebbe essere un’altra nottataccia come quella di Anfield. Ma trovando con un po’ di fortuna il gol del vantaggio, con la spinta del pubblico dell’Olimpico e la paura del Liverpool la qualificazione potrebbe riaprirsi. Fermo restando che recuperare tre gol è difficilissimo, e che per conquistare la finale di Kiev servirebbe un nuovo miracolo.

Le ultime sulle formazioni

Rispetto alla formazione titolare nella partita di andata la Roma farà qualche cambio. Uno è forzato, per via dell’infortunio di Strootman che difficilmente riuscirà a recuperare dal problema fisico che gli ha già fatto saltare la partita contro il Chievo. A cambiare prima di tutto sarà il modulo, visto che verrà accantonato il 3-4-1-2 e si tornerà al tradizionale 4-3-3. L’escluso in difesa sarà Juan Jesus, tra i peggiori nella partita di andata. Davanti al portiere Alisson ci saranno da destra a sinistra Florenzi, Manolas, Fazio e Kolarov.

A centrocampo l’assenza di Strootman non è poi un dramma. In una partita in cui c’è da attaccare, Di Francesco punterà sulle spiccate doti offensive di Pellegrini, più abile negli inserimenti rispetto all’olandese e apparso in gran forma contro il Chievo. A completare il centrocampo saranno De Rossi e Nainggolan. In attacco l’allenatore insieme a Dzeko dovrebbe dare fiducia a El Shaarawy, sempre positivo quando chiamato in causa nel finale di stagione, e a Schick. L’attaccante ceco ha segnato due gol nelle ultime due partite di campionato, sembra avere ritrovato la fiducia e sta pian piano riuscendo a migliorare l’intesa con i compagni. Fermo restando che il suo ruolo preferito è la seconda punta, e non l’esterno nel 4-3-3.

Nel secondo tempo probabilmente Di Francesco manderà in campo il turco Under, per sfruttarne la velocità con i difensori avversari magari più stanchi. Nelle fasi iniziali della partita la fisicità di Dzeko e Schick dovrebbe tornare più utile.

Rispetto alla Roma il Liverpool ha qualche assenza in più, fattore da tenere in considerazione. Sono fuori due titolari importanti come Matip in difesa ed Emre Can in difesa, ai quali si è aggiunto dopo la partita di andata Oxlade-Chamberlain, che era in gran forma. E così davanti al portiere Karius, che già all’andata ha dimostrato scarsa sicurezza, ci saranno Alexander-Arnold, Van Dijk, Lovren e Robertson. A centrocampo era in dubbio Henderson che dovrebbe però recuperare e giocare con Wijnaldum e Milner. In attacco i temibilissimi Firmino, Salah e Manè: questi ultimi due in contropiede saranno un pericolo costante per la difesa della Roma.

Le probabili formazioni

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Nainggolan; Schick, Dzeko, El Shaarawy.
LIVERPOOL (4-3-3): Karius; Alexander-Arnold, Van Dijk, Lovren, Robertson; Wijnaldum, Henderson, Milner; Salah, Firmino, Manè.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + OVER 1.5 (1.72, Goldbet)
OVER 1.5 SECONDO TEMPO (1.57, planetwin365)
OVER 2.5 (1.36, planetwin365)