Serie A: Juventus-Napoli (domenica)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Juventus-Napoli è l’ultima partita della trentaquattresima giornata e anche la più attesa visto che si scontrano le prime due squadre in classifica che si contendono lo Scudetto: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

JUVENTUS – NAPOLI | domenica ore 20:45

Nel turno infrasettimanale giocato mercoledì il Napoli, che a un certo punto nella classifica provvisoria si trovava a nove punti di ritardo dalla Juventus, ha vinto in rimonta contro l’Udinese, mentre la squadra allenata da Allegri non è andata oltre il pareggio per uno a uno contro il Crotone. Il vantaggio in classifica della Juventus sul Napoli secondo è così sceso da sei punti a quattro, che sono ancora tanti se si si considera che inclusa questa mancano appena cinque giornate alla conclusione del campionato.

Per riaprire i giochi, il Napoli dovrebbe vincere e passare magari anche in vantaggio negli scontri diretti, decisivi in caso di arrivo a pari merito. Vista la vittoria all’andata per uno a zero, la Juventus in caso di pareggio infatti non solo manterrebbe quattro punti di vantaggio, ma sarebbero cinque virtuali perché in caso di arrivo a pari merito a fine campionato a vincere lo Scudetto sarebbero comunque i bianconeri.

I punti a favore della Juventus

Tenere ancora aperto il campionato a cinque giornate dalla fine della Serie A è un merito che va dato al Napoli. Sbaglia chi dice che il Napoli, per lungo tempo al primo posto, ha “perso” lo Scudetto. La squadra allenata da Sarri ha fatto una grande stagione, totalizzare più punti di quelli attuali sarebbe stato chiedere troppo. Semplicemente la Juventus continua a essere più forte, magari non tanto nella formazione titolare, quanto nella profondità della rosa. Sarri, anche per colpe sue visto che qualche alternativa di buon livello l’avrebbe pure, ha quasi sempre utilizzato gli stessi titolari al contrario di Allegri che ha saputo gestire meglio la rosa a disposizione. La Juventus ha dei panchinari che sarebbero titolari in qualsiasi altra squadra: Szczesny, Asamoah, Rugani, Marchisio, Cuadrado, Bernardeschi. E Allegri può permettersi il lusso in questa partita decisiva di tenere in panchina Dybala, perché c’è Douglas Costa in uno stato di forma straordinario e l’allenatore non vuole modificare la tattica di gioco.

L’altra differenza sostanziale tra le due squadre è l’approccio alla partita. La Juventus sa scendere in campo sempre con grande concentrazione e in questo campionato ha spesso chiuso le partite già nel primo tempo. Il Napoli invece è passato per ben dodici volte in stagione in svantaggio. Per nove volte ha poi comunque vinto, in un altro caso ha pareggiato. Le rimonte però sono possibili quando si affrontano squadre di medio o basso livello, se si gioca contro la Juventus il discorso cambia. E infatti all’andata dopo avere preso il gol da Higuain non è riuscito a reagire più di tanto e la partita si è chiusa col risultato di uno a zero.

Profondità della rosa, maggiore impiego dei titolari e migliore approccio alla partita: in questo il Napoli deve migliorare per arrivare ai livelli della Juventus. Per il momento un minimo divario c’è ancora, e potrebbe vedersi anche in questo scontro diretto, dal momento che il Napoli nelle ultime partite è stato meno brillante anche a livello fisico rispetto al girone di andata.

Sarà una partita nervosa?

Si tratta di una sorta di finale: il Napoli per avere davvero speranze di titolo deve vincere. E come in ogni partita decisiva il nervosismo potrebbe salire alle stelle, soprattutto se una delle due squadre dovesse passare in vantaggio. Con il Var di mezzo eventuali scorrettezze anche a palla lontana verrebbero subito segnalate, ci si aspetta un finale di partita infuocato. Anche perché la Juventus in questa partita metterà dentro tutta la carica agonistica che viene dalla sconfitta beffa con il Real Madrid.

Le ultime notizie sulle formazioni

Rispetto alla partita pareggiata a Crotone, nella formazione titolare della Juventus rientreranno Buffon, Chiellini, Khedira e Mandzukic. Dovrebbe recuperare e giocare regolarmente anche Pjanic, tornato a lavorare in gruppo in allenamento da giovedì. Il modulo di gioco dovrebbe essere il 4-3-3, con possibile panchina per Dybala e Cuadrado. Douglas Costa è in gran forma, Mandzukic può fare valere il suo fisico: la partita potrebbe decidersi sulle fasce, dove Hysaj potrebbe pagare la fisicità del croato e Mario Rui soffrire la velocità del brasiliano. In difesa novità Howedes, in pole su Barzagli e Lichtsteiner per occupare la fascia destra.

Dall’altra parte a scendere in campo sarà la solita formazione tipo, al netto dell’assenza di Ghoulam. Rientrerà dalla squalifica Koulibaly, mentre in attacco il titolare sarà Mertens con Milik pronto a subentrare nella ripresa.

Le probabili formazioni di Juventus-Napoli

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Howedes, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Mandzukic; Higuain.
NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (2.15, Goldbet)
ESPULSIONE SÌ (2.95, Goldbet)
OVER 5.5 CARTELLINI (1.65, planetwin365)