Le reazioni dopo Liverpool-Manchester City 3-0

Il Liverpool di Jurgen Klopp ha nettamente battuto 3-0 il Manchester City di Pep Guardiola, allo stadio Anfield, nella partita di andata dei quarti di finale di Champions League. Il risultato ha in parte sorpreso diversi osservatori e generato numerose reazioni di stupore, dal momento che il Manchester City sta dominando il campionato di Premier League dopo avere molto investito nelle recenti sessioni di calciomercato.

Liverpool-Manchester City 3-0

Il Liverpool ha segnato il primo gol dopo dodici minuti, grazie a una bella giocata di Mohamed Salah vicino all’area piccola. Dieci minuti più tardi Oxlade-Chamberlain ha segnato il secondo gol con un gran tiro da fuori area. E dopo altri dieci minuti è stato Sadio Mané, su assist di Salah, a segnare di testa un altro gol. Dopo poco più di mezz’ora il Liverpool vinceva già 3-0 contro il Manchester City, da molti ritenuta la più forte squadra inglese in circolazione.

Nel secondo tempo il Manchester City è finalmente riuscito a costruire qualche azione, dopo un primo tempo completamente dominato dal Liverpool. Non è però riuscito a segnare nemmeno un gol, che avrebbe quantomeno reso più incerta la qualificazione e più avvincente la partita di ritorno.

Le reazioni

Con questa settima vittoria Jurgen Klopp ha ulteriormente rafforzato la sua reputazione di allenatore con il maggior numero di vittorie contro squadre allenate da Pep Guardiola. Insieme a Luis Enrique è anche il solo allenatore ad aver battuto squadre di Guardiola segnando almeno tre gol in una partita.

“Dovremo lavorare ancora come dei dannati, lì in trasferta, e nessuno dei miei giocatori si è messo a ballare negli spogliatoi dopo questo risultato”, ha detto Klopp in conferenza stampa al termine della partita. Pep Guardiola ha invece definito Klopp “il migliore allenatore al mondo tra quelli capaci di creare squadre che attacchino le difese avversarie al centro con questa quantità di giocatori, e con questa intensità, con la palla e senza palla”.

Un post condiviso da SPORF (@sporf) in data: