Serie A: Genoa-Spal, Inter-Verona e Lazio-Benevento (sabato)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Genoa-Spal, Inter-Verona e Lazio-Benevento sono le altre tre partite dell’undicesima giornata del girone di ritorno di Serie A che si giocheranno sabato pomeriggio alle 15: le ultime notizie sulle probabili formazioni, gli approfondimenti e i pronostici.

GENOA – SPAL | sabato ore 15:00

Le ultime tre sconfitte consecutive, maturate senza riuscire a segnare gol, hanno rimesso il Genoa in una situazione di pericolo. Il vantaggio sulla zona retrocessione è ancora di sei punti, abbastanza amministrabile, ma d’ora in poi sarà molto importante tornare a fare risultato soprattutto in scontri diretti come questo contro la Spal.

L’allenatore Ballardini dovrà puntare come al solito sulla fase difensiva, perché gli attaccanti non gli stanno dando grandi soddisfazioni. Se è vero che anche loro vengono sacrificati in fase di non possesso palla, spesso stanno sbagliando gol facili come capitato ad esempio nella partita casalinga contro il Milan. E poi i rossoneri hanno punito il Genoa proprio nei secondi finali.

La Spal è invece in ripresa, è rimasta imbattuta nelle ultime quattro partite di Serie A e ha stabilito la striscia senza sconfitte più lunga nel suo campionato. In trasferta però ha subito gol in tutte le ultime quattordici partite giocate e questo potrebbe essere un problema, fermo restando la possibilità di segnare almeno un gol al Genoa. Nell’ultimo periodo la squadra allenata da Semplici è molto migliorata nella fase offensiva grazie al ritorno al modulo a due punte.

Sarà una partita equilibrata con tutte e due le squadre impegnate principalmente a non subire gol. L’interesse primario del Genoa sarà quello di evitare una sconfitta che lo farebbe ripiombare in piena zona retrocessione. Anche un pareggio andrebbe bene per tenere a debita distanza una diretta concorrente nella lotta salvezza.

Le ultime notizie sulle formazioni

Ancora problemi di formazione per Ballardini che ormai da qualche settimana non può contare sulla formazione tipo. A questo giro gli indisponibili sono Izzo e Galabinov, che verranno sostituiti da Biraschi in difesa e in attacco da Lapadula. Sulla fascia destra sarà Lazovic il sostituto dello squalificato Rosi. Sempre indisponibile Veloso, ancora alle prese con dei problemi fisici.

Dall’altra parta Semplici ha ormai giustamente abbandonato lo schema con un solo attaccante che faceva assumere alla squadra un atteggiamento troppo passivo. In avanti ci saranno Antenucci e Paloschi, ex della partita che ha segnato otto gol contro il Genoa in Serie A (sua vittima preferita), sei dei quali proprio al Ferraris, tra cui la sua prima tripletta in Serie A nel dicembre 2012.

Confermata la difesa formata da Cionek, Vicari e Felipe, ci saranno delle assenze forzate a centrocampo. Sulla fascia sinistra ci sarà Costa, visto che Mattiello e Dramè sono out per problemi fisici. Squalificato Kurtic, al suo posto ci sarà o il rientro di Viviani o Everton Luiz.

Le probabili formazioni di Genoa-Spal

GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Lazovic, Hiljemark, Bertolacci, Rigoni, Laxalt; Lapadula, Pandev
SPAL (3-5-2): Meret; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Grassi, Schiattarella, Everton Luiz, Costa; Paloschi, Antenucci.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X + UNDER 3.5 (1.44, GoldBet)
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.24, GoldBet)

INTER – VERONA | sabato ore 15:00

A guardare i risultati fatti nell’ultimo turno di campionato da queste due squadre viene difficile scegliere un pronostico diverso dal segno “1”. L’Inter dopo tanti affanni e prestazioni deludenti ha approfittato di una Sampdoria in bambola per vincere col risultato di cinque a zero. Quattro gol, uno più bello dell’altro, li ha fatti Icardi.

Il Verona è invece crollato in casa contro l’Atalanta, subendo cinque gol e dimostrando ancora il divario troppo ampio a livello sia tecnico che tattico rispetto alle squadre di alta classifica.

Spalletti può guardare con un certo ottimismo al futuro immediato. La sua squadra è tornata solida in difesa, non ha subito gol nelle ultime tre partite grazie a Skriniar e Miranda che sono stati i più costanti per rendimento nel corso di questa stagione. Meno continui Perisic e Icardi, che però contro la Sampdoria hanno giocato alla grande e sono pronti a divertirsi nuovamente contro una delle peggiori difese del campionato, sia per gol subiti che per tiri concessi. Perisic e Icardi oltre ad avere ritrovato una condizione fisica buona, sono stati favoriti dal cambio di formazione di Spalletti che ha dato maggiore qualità a centrocampo e trequarti con gli inserimenti di Brozovic e Rafinha. E anche Gagliardini è tornato a correre e coprire il campo come non gli riusciva da un po’ di tempo.

Per tutti questi motivi è facile immaginare una nuova vittoria con tanti gol segnati, e almeno uno con la firma di Icardi che fa gol ogni 26 tocchi di palla, confermandosi un fromboliere implacabile.

Le ultime notizie sulle formazioni

Spalletti non dovrebbe fare, giustamente, modifiche alla squadra che ha preso a pallate nell’ultimo turno la Sampdoria. Saranno per questo motivo ancora titolari Brozovic, Gagliardini e Rafinha a centrocampo, solo panchina per Borja Valero e Vecino. In attacco naturalmente Icardi, con Perisic e Candreva in appoggio.

Dall’altra parte Pecchia dovrà fare a meno di Heurtaux in difesa e di Kean in attacco, mentre Cerci ha finalmente recuperato dall’infortunio che lo ha tenuto fuori dai giochi negli ultimi mesi ma andrà al massimo in panchina. L’allenatore del Verona nonostante il rischio di subire una nuova goleada non pare intenzionato a schierare una formazione più prudente. Verrà confermato il 4-4-2, con esterni offensivi come Romulo e Verde e Matos-Petkovic schierati in attacco.

Le probabili formazioni di Inter-Verona

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Miranda, Skriniar, D’Ambrosio; Brozovic, Gagliardini; Candreva, Rafinha, Perisic; Icardi.
VERONA (4-4-2): Nicolas; Ferrari, Caracciolo, Vukovic, Fares; Romulo, Valoti, Buchel, Verde; Matos, Petkovic.

PROBABILE RISULTATO: 4-0
1 + OVER 2.5 (1.45, planetwin365)
DOPPIETTA ICARDI (3.20, GoldBet)

LAZIO – BENEVENTO | sabato ore 15:00

Nonostante lo sforzo encomiabile e la grande volontà di andare oltre i propri limiti, il Benevento con la sconfitta in rimonta subita nell’ultimo turno in casa contro il Cagliari ha detto ormai addio anche alle ultime speranze di salvezza. A questo punto l’obiettivo sarà quello di continuare a onorare il campionato e cercare di non battere tutti i record negativi. Ad esempio solo l’Ancona nel 2003/04 (sette) ha fatto peggio dei dieci punti del Benevento dopo 28 partite di Serie A.

Ancora nessun punto in trasferta per il Benevento: dopo i campani, le due squadre che ne hanno ottenuti meno nei cinque maggiori campionati europei sono Amburgo e Malaga, entrambe con cinque punti esterni. Ancora nessun punto in trasferta inoltre per il Benevento: le altre due squadre che ne hanno ottenuti meno nei cinque maggiori campionati europei sono Amburgo e Malaga, entrambe con cinque punti esterni.

Per la Lazio alla vigilia dell’importante quarto di finale di andata di Europa League contro il Salisburgo c’è così la ghiotta occasione di tornare alla vittoria. Ne ha centrate soltanto due nelle ultime otto partite di campionato, nessuna nelle ultime tre: non arriva a quattro di fila in Serie A, in una singola stagione, da dicembre 2015.

Ci sono tutti i presupposti per un ritorno ai tre punti da parte della Lazio, del resto la vittoria è d’obbligo per continuare a inseguire quel quarto posto che dà la qualificazione alla prossima Champions League. Molto probabile anche il segno “over 2.5”: si affrontano il migliore attacco del campionato (67 gol per la Lazio, come la Juventus) e la peggiore difesa (63).

Le ultime notizie sulle formazioni

L’allenatore della Lazio Simone Inzaghi ha recuperato Milinkovic Savic, Caceres e Patric, ma almeno i primi due potrebbero restare a riposo in vista della prossima importante partita di Europa League contro il Salisburgo. Saranno invece sicuri assenti per infortunio Radu e Lukaku, mentre Lulic è in dubbio per un problema muscolare. Squalificato Wallace, in difesa scelte obbligate: titolari Luiz Felipe e De Vrij, sulle fasce ci saranno Patric e Marusic. In attacco al servizio di Immobile ci saranno Felipe Anderson e Luis Alberto.

Dall’altra parte De Zerbi dovrà rinunciare a Sagna fermato da un problema muscolare, al suo posto probabile l’impiego di Venuti. A centrocampo viste le ndisponibilità di Memushaj e Viola i titolari dovrebbero essere Sandro e Cataldi, con Djuricic arretrato da interno e Guilherme e Brignola al servizio di Coda, in ballottaggio con il recuperato Iemmello.

Le probabili formazioni di Lazio-Benevento

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Caceres, De Vrij, Luiz Felipe; Basta, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Marusic; Felipe Anderson, Immobile.
BENEVENTO (4-3-3): Puggioni; Venuti, Djimisti, Tosca, Letizia; Cataldi, Sandro, Djuricic; Guilherme, Coda, Brignola.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1 + OVER 2.5 (1.51, planetwin365)