Serie A: Fiorentina-Chievo, Sampdoria-Udinese, Sassuolo-Lazio e Verona-Torino (domenica)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Fiorentina-Chievo, Sampdoria-Udinese, Sassuolo-Lazio e Verona-Torino sono le quattro partite della settima giornata del girone di ritorno di Serie A che si giocheranno domenica pomeriggio alle 15: le ultime notizie, le analisi, le probabili formazioni e i pronostici.

FIORENTINA – CHIEVO | domenica ore 15:00

Nelle ultime undici partite di campionato il Chievo ha guadagnato cinque punti, meno di ogni altra squadra in Serie A. La vittoria centrata nell’ultimo turno contro il Cagliari è stata però di fondamentale importanza per aumentare nuovamente il distacco dalla terzultima in classifica, ritrovando così tranquillità.

Non è un periodo esaltante nemmeno per la Fiorentina, che si è allontanata dalla zona Europa League. La squadra allenata da Pioli ha vinto solo una delle ultime sette partite in campionato, con tre pareggi e tre sconfitte nel parziale. Dopo le due sconfitte consecutive in casa, quella a sorpresa contro il Verona e quella contro la Juventus, nonostante una partita gagliarda, c’è da aspettarsi una squadra molto motivata per non incorrere in un’altra brutta figura.

Le ultime notizie sulle formazioni

Il vantaggio per la Fiorentina sarà quello di affrontare una squadra priva del suo calciatore più importante in fase di manovra offensiva, e cioè Birsa. Non sarà della partita nemmeno Giaccherini, che aveva segnato nell’ultimo turno di campionato. Maran potrebbe schierare il 4-3-2-1 con Castro e Meggiorini al servizio di Inglese, oppure aggiungere un difensore e optare per il 3-5-2 con l’inserimento di Tomovic, ex della partita.

Anche Pioli ha pure un paio di assenze, però per squalifica. In difesa Laurini ritroverà il posto al posto di Milenkovic, a centrocampo sarà il nuovo arrivato Dabo a sostituire Badelj. In attacco ci sono numerose alternative, con Gil Dias che insidia il posto di Thereau e Falcinelli che potrebbe anche partire titolare. Anche in questo caso si cambierebbe modulo, ma la sensazione è che Pioli continuerà con il 4-3-3 schierando Chiesa e Gil Dias con Simeone.

Le probabili formazioni di Fiorentina-Chievo

FIORENTINA (4-3-3): Sportiello; Laurini, Pezzella, Astori; Dabo, Benassi, Veretout; Chiesa, Simeone, Gil Dias.
CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini, Bani, Gobbi; Bastien, Radovanovic, Hetemaj; Castro, Meggiorini; Inglese.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1X + OVER 1.5 (1.35, GoldBet)

SAMPDORIA – UDINESE | domenica ore 15:00

Gli ultimi risultati negativi sembrano avere chiarito che l’Udinese non è in grado di lottare per un posto in Europa League. In effetti per una squadra che a inizio stagione sembrava destinata a combattere per la salvezza, era difficile mantenere il rendimento altissimo avuto all’inizio della gestione Oddo, allenatore che ha sostituito Delneri.

I tanti giovani protagonisti della risalita dell’Udinese, capace tra l’altro di vincere cinque delle ultime otto trasferte, tante quante ne aveva vinte nelle precedenti 35, hanno peccato in continuità di rendimento, e c’era d’altronde da aspettarselo. Nelle ultime due partite la squadra di Oddo non è riuscita nemmeno a segnare, e forse il limite principale di questa squadra è proprio la mancanza di un fromboliere di buon livello. Perica non è stato impiegato con continuità e mancherà anche stavolta, da Maxi Lopez non si possono aspettare miracoli, e Lasagna – ora infortunato – è una seconda punta. Peccato perché con un attaccante di maggiore talento si poteva sfruttare meglio la tanta qualità che c’è a centrocampo.

La Sampdoria sesta in classifica è in piena lotta per l’Europa League ma nell’ultimo turno ha giocato una brutta partita contro il Milan. Non è stata di certo la prima volta che la squadra allenata da Giampaolo ha lasciato a desiderare in trasferta. In casa la Sampdoria ha infatti guadagnato 17 punti in più che in trasferta, differenza record nella Serie A 2017/18. Visto che questa partita si giocherà a Marassi e che l’Udinese è in fase calante, c’è da aspettarsi un risultato positivo per la Sampdoria che Praet a parte potrà schierare la formazione tipo.

Le ultime notizie sulle formazioni

Ramirez ha recuperato, il fastidio alla caviglia è stato risolto e così partirà regolarmente titolare sulla trequarti al servizio di Quagliarella e uno tra Zapata e Caprari. In difesa ormai Murru è diventato titolare al posto di Strinic, per il resto come al solito ci saranno Bereszynski, Silvestre e Ferrari. A centrocampo Torreira regista, ai suoi lati Barreto e Linetty.

Behrami, Perica e Lasagna sono i sicuri assenti nel’Udinese. L’allenatore Oddo dovrebbe rilanciare Jankto dal primo minuto, mentre sulla mediana Fofana è in pole su Hallfredsson e Balic. Attacco quasi forzato con De Paul e Maxi Lopez titolari viste le assenze di Lasagna e Perica.

Le probabili formazioni di Sampdoria-Udinese

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano, Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Murru; Barreto, Torreira, Linetty; Ramirez; Quagliarella, Zapata.
UDINESE (3-5-1-1): Bizzarri; Larsen, Danilo, Samir; Widmer, Barak, Fofana, Jankto, Adnan; de Paul; Maxi Lopez.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.72, Betfair)
1X + OVER 1.5 (1.57, planetwin365)

SASSUOLO – LAZIO | domenica ore 15:00

Ottenuta la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League grazie a una superba vittoria sull’Fcsb, la Lazio vuole ora dare continuità alla vittoria sul Verona che aveva messo fine a una serie di tre sconfitte consecutive. La squadra allenata da Simone Inzaghi ha giocato una gran partita giovedì sera e sembra essere tornata in gran forma, soprattutto nei suoi uomini offensivi.

Dall’altra parte c’è invece una squadra sempre più in difficoltà. Il cambio di allenatore ha dato i suoi frutti solo inizialmente. Con Iachini al posto di Bucchi la squadra si è allontanata dalla zona retrocessione ma nell’ultimo periodo è tornata a faticare parecchio. Non vince in Serie A da dicembre e da allora sono arrivati tre pareggi e quattro sconfitte. La difesa commette troppi errori e l’attacco continua a deludere, basti pensare che da solo Immobile della Lazio ha segnato sette gol in più di tutto il Sassuolo. Una statistica che da sola fa propendere il pronostico per questa partita dalla parte della Lazio.

Le ultime notizie sulle formazioni

Il Sassuolo tra l’altro ha problemi di formazione non di poco conto. In difesa dovrà fare a meno di Goldaniga e così al fianco di Acerbi ci sarà di nuovo Lemos, che all’esordio nel campionato italiano contro la Juventus (partita finita sette a zero) ha dimostrato di non essere ancora pronto a livello tattico per la Serie A. Dovrebbe mancare anche Lirola a destra, motivo per cui giocherà Adjapong che ha però caratteristiche più offensive. Babacar, a segno nell’ultima partita, spera nell’aiuto di Politano e Berardi per continuare a segnare. Ma come già capitato contro il Bologna, un gol potrebbe non bastare per centrare un risultato positivo.

La Lazio in attacco è fenomenale e l’allenatore Inzaghi ha l’imbarazzo della scelta. La prossima settimana ci sarà il ritorno delle semifinali di Coppa Italia contro il Milan e non è da escludere qualche scelta a sorpresa. Le opzioni sono comunque tutte di qualità. Alla fine dovrebbero partire titolari Milinkovic Savic, Luis Albero e Immobile, con Felipe Anderson, Caicedo e Nani pronti a subentrare. Turn over possibile in difesa dove potrebbe avere un turno di riposo De Vrij: pronto Luiz Felipe.

Le probabili formazioni di Sassuolo-Lazio

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Adjapong, Lemos, Acerbi, Peluso; Duncan, Missiroli, Magnanelli; Politano, Babacar, Berardi.
LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, Luiz Felipe, Radu; Marusic, L. Leiva, Parolo, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 + OVER 1.5 (1.47, planetwin365)
GOL (1.61, Betfair)

VERONA – TORINO | domenica ore 15:00

Il Torino e Mazzarri devono farsi perdonare un derby contro la Juventus giocato male, con un atteggiamento sbagliato. La zona Europa League è ancora alla portata, a patto di vincere partite come queste contro avversarie di bassa classifica. E c’è da aspettarsi un Torino completamente diverso da quello difensivo visto all’opera contro la Juventus.

Stavolta Mazzarri dovrebbe optare per il 4-3-3 e schierare tutti i suoi migliori calciatori in attacco, e cioè Iago Falque, Belotti e Niang. Una formazione resa ancora più offensiva dalla presenza di Baselli come interno di centrocampo. Una scelta stavolta corretta, visto che il Verona ha una difesa che lascia spesso a desiderare e non a caso è la squadra che finora ha concesso più conclusioni agli avversari in questo campionato (486).

La crisi del Verona

I due peggiori risultati del Verona dopo 25 giornate di Serie A nell’era dei tre punti si sono verificati nelle ultime due stagioni disputate: 16 punti nel 2017/18 e 15 nel 2016/17. Lo splendido pubblico di Verona non meriterebbe una squadra così, la società ha delle colpe perché ha fatto parecchie scelte sbagliate nel corso del calciomercato estive, non riparate in quello invernale che anzi sembra avere reso la squadra ancora meno competitiva.

Le ultime notizie sulle formazioni

Pecchia manderà in campo dal primo minuto i due nuovi arrivati del calciomercato invernale Matos e Petkovic, che finora come prevedibile non sono riusciti a spostare gli equilibri. Si continua a sentire l’assenza di Cerci, che pure non è stato comunque determinante come si sperava quando ha giocato. La difesa ha perso l’unico centrale che dava sicurezze (Caceres), e anche la cessione di Bessa è stata avventata. A centrocampo manca un calciatore in grado di dare ordine alla manovra. Il solo Romulo, che sta giocando molto bene, può poco.

Il Torino ha le carte in regola per superare il Verona, schierando il 4-3-3 con Iago Falque, Belotti e Niang in attacco. A sinistra visto l’infortunio di Molinaro ci sarà Ansaldi. In difesa è tornato a disposizione Lyanco, ma giocherà ancora Burdisso al fianco di N’Koulou.

Le probabili formazioni di Verona-Torino

VERONA (4-3-3): Nicolas; Ferrari, Caracciolo, Vukovic, Fares; Romulo, Valoti, Calvano; Matos, Petkovic, Kean.
TORINO (4-3-3): Sirigu, De Silvestri, N’Koulou, Burdisso, Ansaldi; Obi, Rincon, Baselli; Iago Falque, Belotti, Niang.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 + OVER 1.5 (1.43, GoldBet)
2 (1.68, GoldBet)