Champions League: Chelsea-Barcellona (martedì)

Champions League
I pronostici sulle partite di calcio della Champions League, la più importante competizione d'Europa per squadre di club

Chelsea-Barcellona è una delle due partite degli ottavi di Champions League in programma stasera, alle 20:45. Nelle formazioni ufficiali, da poco rese note, manca Morata nel Chelsea, che ha invece recuperato Marcos Alonso. In attacco giocheranno Willian, Pedro e Hazard. Nel Barcellona confermata la presenza di Paulinho, il quarto giocatore più affidabile nel centrocampo di Valverde insieme a Busquets, Rakitic e Iniesta.

Le formazioni ufficiali di Chelsea-Barcellona

CHELSEA (3-4-3): Courtois; Azpilicueta, Christensen, Rudiger; Moses, Kanté, Fàbregas, Marcos Alonso; Pedro Rodriguez, Willian, Hazard.
BARCELLONA (4-4-2): Ter Stegen; Alba, Umtiti, Piqué, Sergi Roberto; Busquets, Rakitic, Paulinho, Iniesta; Messi, Suarez.

CHELSEA – BARCELLONA | martedì ore 20:45

Chelsea-Barcellona è una partita che rappresenta la storia recente di questa competizione, due squadre che dal 2000 in poi si sono affrontate per ben dodici volte dando vita a partite sempre molto intense più che spettacolari. Il ricordo più bello per il Chelsea è quello relativo alla stagione 2011/2012 quando riuscì a conquistare al Camp Nou la qualificazione alla finale (poi vinta contro il Bayern Monaco), pur giocando gran parte della partita in dieci per l’espulsione di Terry. Nel 2009 invece fu il Barcellona a passare il turno in modo simile, pareggiando all’ultimo minuto a Stamford Bridge con un gol di Iniesta nonostante l’inferiorità numerica.

Com’è cambiato il Barcellona

Mancano però confronti recenti, l’ultima sfida è datata 2012 e le due squadre nel frattempo sono cambiate parecchio. Il Barcellona in particolare con l’arrivo di Valverde ha un po’ modificato il suo stile di gioco. Il tiki taka ha lasciato spazio a un possesso palla meno esasperato, e rispetto al passato una delle virtù di questa squadra è diventata la solidità difensiva, grazie a un centrocampo che si impegna maggiormente in fase di non possesso palla.

Da questo punto di vista l’acquisto di Paulinho, molto criticato da una parte della stampa catalana, è stato invece più che azzeccato. Il nazionale brasiliano ha offerto un rendimento più che sufficiente, oltre a essere bravo negli inserimenti e nel tiro dalla distanza, è fondamentale nel pressing che permette a Busquets di avere maggiore tempo per capire la giusta posizione da assumere nella fase di non possesso palla, a seconda della situazione di gioco.

La cessione di Neymar ha fatto perdere imprevedibilità all’attacco, ma ha rimesso al centro di tutti i progetti tattici Messi: la squadra è meno sbilanciata, e in fase offensiva può godere delle giocate di uno dei calciatori più forti al mondo. Il destino del Barcellona in Champions League è inevitabilmente legato al suo giocatore simbolo.

(Come vedere Chelsea-Barcellona in diretta TV o in streaming)

Le difficoltà del Chelsea

Il Chelsea l’anno scorso ha vinto la Premier League in una stagione in cui non ha giocato le coppe europee, alla prima stagione con Antonio Conte come allenatore. Conte come ai tempi della Juventus è stato bravo a prendere una squadra in difficoltà e a trasformarla facendola vincere in patria, i problemi finora per questo allenatore sono sorti in campo europeo, dove non ha mai avuto gran fortuna in Champions League.

Nessuno mette in dubbio le grandi doti di questo allenatore, al quale però manca un grande risultato in questa competizione, e non necessariamente la vittoria. Già eliminare il Barcellona sarebbe un colpaccio, ma sarà tutt’altro che semplice perché il Chelsea arriva a giocare questa partita tra mille problemi. Il rendimento in campionato non è stato esaltante, il futuro dell’allenatore sembra lontano da Londra, sul calciomercato non sono arrivati i rinforzi richiesti.

Le ultime notizie sulle formazioni

A tutti questi problemi del Chelsea va aggiunto il fatto che alcuni calciatori titolari sono indisponibili o in precarie condizioni fisiche. In particolare sarà molto pesante l’assenza dell’esterno sinistro Marcos Alonso, diventato al Chelsea un calciatore molto importante in fase offensiva. Il sostituto dovrebbe essere Zappacosta, dal momento che il nuovo acquisto Emerson Palmieri non è ancora pronto. Il problema è che Zappacosta usa il piede destro per calciare, motivo per cui gli verrà difficile crossare dal fondo da quella posizione senza accentrarsi, rendendo così più facile il posizionamento alla difesa avversaria.

Contro la difesa schierata alta dal Barcellona sarebbe molto importante avere un calciatore veloce e abile come Morata in gran forma. Invece lo spagnolo è appena rientrato da un infortunio, e prima di farsi male stava comunque sbagliando parecchi gol. L’assenza di David Luiz in difesa invece rende più prevedibile l’avvio della manovra del Chelsea. Conte insomma dovrà puntare sulla solidità della difesa (raramente perfetta in stagione) e sperare nelle giocate di Hazard e Morata. E forse di Willian, che nelle ultime partite ha fatto bene e che potrebbe convincere Conte a schierarlo.

Il Barcellona non potrà schierare in questa competizione il nuovo acquisto Coutinho (ha già giocato la Champions League con il Liverpool nel corso di questa stagione). Il brasiliano tra l’altro ancora non si è inserito bene negli schemi di Valverde che fatica a trovargli una giusta posizione in campo senza cambiare il modulo che fin qui ha dato grandi soddisfazioni. Squalificato Semedo, il terzino destro titolare sarà sicuramente Sergi Roberto. A sinistra giocherà Jordi Alba, i centrali saranno Piqué e Umtiti. La formazione sarà quella tipo, con Busquets, Paulinho, Rakitić e Iniesta a centrocampo, e Messi e Suárez in attacco. Partirà dalla panchina Ousmane Dembele, ormai recuperato, ma che non ha ancora i novanta minuti nelle gambe.

I pronostici

Se il Barcellona sabato ha giocato con la formazione titolare, il Chelsea venerdì in Fa Cup contro l’Hull City ha schierato le riserve. Il Chelsea potrebbe nel primo tempo reggere il confronto con il Barcellona puntando tutto sul pressing, sull’agonismo e sulla carica data dall’allenatore Conte. Alla lunga però la maggiore qualità tecnica dovrebbe permettere al Barcellona quanto meno di pareggiare la partita e di segnare un gol, fondamentale in trasferta in ottica qualificazione ai quarti di finale di Champions League.

Le probabili formazioni di Chelsea-Barcellona

CHELSEA (3-4-2-1): Courtois; Azpilicueta, Christensen, Cahill; Moses, Kanté, Fàbregas, Zappacosta; Hazard, Willian; Morata.
BARCELLONA (4-4-2): Ter Stegen; Alba, Umtiti, Piqué, Sergi Roberto; Busquets, Rakitic, Paulinho, Iniesta; Messi, Suarez.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X PRIMO TEMPO (1.43, planetwin365)
X2 SECONDO TEMPO (1.27, planetwin365)
GOL (1.75, Betfair)
X (3.50, Betfair)
MESSI MARCATORE (2.25, Goldbet)