Liga: Valencia-Real Madrid (sabato)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

Valencia-Real Madrid è la più attesa ed equilibrata partita di questo turno di campionato spagnolo. Si gioca sabato pomeriggio, alle 16:15, al Mestalla: rispetto a un anno fa il Valencia è molto migliorato, e il Real Madrid assolutamente no. Molto attardata in classifica, la squadra di Zidane è anche da poco stata eliminata dalla Coppa del Re, da una squadra molto più debole.

VALENCIA – REAL MADRID | sabato ore 16:15

Tre sole vittorie nelle ultime otto partite ufficiali hanno compromesso in modo probabilmente irreversibile la stagione del Real Madrid. La squadra allenata da Zinedine Zidane, già considerato uno dei più vincenti allenatori nella storia del Real, ha ormai uno svantaggio di diciannove punti in classifica rispetto al Barcellona. Pur ipotizzando una futura vittoria nel recupero di campionato contro il Leganes, in programma a febbraio prossimo, la distanza dal primo posto sarebbe comunque di sedici punti.

Nel frattempo, mercoledì scorso al Bernabeu, una partita decisiva proprio contro il Leganes il Real l’ha già persa clamorosamente. È finita 2-1, dopo la vittoria per 1-0 all’andata in trasferta, e il Real Madrid è quindi stato eliminato dalla Coppa del Re ai quarti di finale.

La crisi del Real Madrid

La vittoria della Supercoppa contro il Barcellona, ad agosto scorso, e poi quella della Coppa del mondo per club, a dicembre, hanno probabilmente contribuito a nascondere alcuni potenziali difetti del Real Madrid, via via emersi nel corso della stagione. L’estate scorsa, pur consapevole della fragilità fisica dei suoi attaccanti titolari, la società ha scelto di cedere una riserva eccezionale come Alvaro Morata, spesso decisivo in campionato nelle partite della scorsa stagione trionfale. Ha dato via anche Pepe e Danilo, lasciando al giovanissimo marocchino Achraf Hakimi l’incarico di vice Carvajal.

A questo obiettivo indebolimento della rosa si è aggiunto, con il passare delle settimane, un pessimo stato di forma delle punte titolari, a cominciare da Cristiano Ronaldo, che ha saltato per infortunio il primo mese di partite. Una volta rientrato, il portoghese ha segnato soltanto sei gol in quindici partite di campionato. Gareth Bale, ormai da alcuni cinicamente soprannominato “Crystal Bale”, è stato fermo tre mesi per l’ennesimo problema muscolare a un polpaccio. E Karim Benzema, tornato solo la settimana scorsa dopo aver saltato due partite, ne aveva già saltate quattro a settembre per un altro infortunio muscolare.

Tutto il reparto offensivo in generale, a prescindere dalla disponibilità dei titolari, ha finora mostrato molta imprecisione e tenuto percentuali bassissime di tiri in porta. Rispetto alle prime dieci giornate di campionato, già abbastanza deludenti, il Real Madrid è riuscito persino a peggiorarsi.

Chi può salvare il Real Madrid

Il successo più recente del Real Madrid è stata la vittoria per 7-1 in casa contro il Deportivo La Coruna, nel turno di campionato scorso. Ronaldo ha segnato due gol ma ne ha sbagliato ancora qualcuno di troppo. Un altro che ne ha segnati due è Gareth Bale. Benché inaffidabile sul piano della resistenza fisica, il gallese sembra il giocatore nettamente più in forma del Real Madrid. A causa di un infortunio che lo ha reso lungamente indisponibile, la sua preparazione atletica ha seguito ritmi completamente differenti rispetto a quella dei suoi compagni di squadra.

Anche quando il suo gioco non sembra del tutto in sintonia con i movimenti della squadra (non lo è mai stato), Bale può comunque sfruttare un talento purissimo che, al Real degli ultimi tempi, torna molto utile. Deve solo star bene, il punto è quello.

Come sta il Valencia

Tutto il bene che non si è detto del Real Madrid, in questa stagione, è stato invece ampiamente detto a proposito del Valencia. Dopo anni di delusioni e scelte imbarazzanti, la società ha finalmente trovato un allenatore competente e unanimemente apprezzato: Marcelino. Il suo lavoro, e quello di giocatori come Carlos Soler e Simone Zaza, ha permesso alla squadra di arrivare a questa sfida contro il Real Madrid in terza posizione e con un impensabile vantaggio di cinque punti sul Real stesso. L’obiettivo più realistico, a questo punto, è il quarto posto: il Villarreal, quinto, è indietro di sei punti.

Mercoledì scorso il Valencia ha ottenuto la qualificazione alle semifinali di Coppa del Re, in cui affronterà il Barcellona. Ci è riuscito eliminando l’Alaves ai calci di rigore, dopo una partita molto combattuta e dispendiosa sul piano delle energie. Altre ripercussioni sulla partita contro il Real Madrid potrebbe averla la partita di campionato persa 2-1 sabato scorso a Gran Canaria contro il Las Palmas. Sono stati espulsi sia Gabriel Paulista che Ruben Vezo, due difensori, e in quel reparto il Valencia non è messo benissimo. Manca infatti anche Jeison Murillo, che si è operato di recente per un’ernia inguinale.

L’alternativa più probabile per Marcelino sarà quella di schierare il mediano Francis Coquelin, ex Arsenal, nel ruolo di centrale, affidando a Kondogbia e Parejo ulteriori compiti di copertura. Nel Real Madrid mancheranno Sergio Ramos e Isco, per affaticamenti muscolare dovuti al recente impegno in Coppa del Re.

Che partita può uscirne

A una delle partite più attese di questa stagione il Real Madrid ci arriva in grande crisi di gioco e di risultati, ma il Valencia ci arriva con qualche assenza di troppo in difesa. Inoltre, nel ritorno dei quarti di Coppa del Re, titolari fondamentali come Zaza, Gayà, Parejo, Goncalo Guedes, Kondogbia e Montoya sono rimasti in campo per tutti i tempi regolamentari e supplementari. Il Real, che in Coppa del Re ha fatto una figuraccia, quantomeno ha lasciato completamente a riposo Bale, Ronaldo, Kroos, Marcelo, Casemiro, Keylor Navas e Varane.

Se sarà in grado di resistere alla probabile carica iniziale del Valencia, rinvigorito dal sostegno dal pubblico del Mestalla, sulla distanza il Real Madrid potrebbe vincere il confronto a centrocampo, dove Kroos e Modric hanno maggiori attitudini offensive rispetto a Kondogbia e Parejo. L’assenza di uno dei centrali titolari potrebbe inoltre esporre più facilmente il Valencia agli attacchi finali del Real Madrid.

Le probabili formazioni

VALENCIA (4-4-2): Neto; Montoya, Garay, Coquelin, Gayá; Kondogbia, Parejo, Andreas Pereira, Guedes; Rodrigo Moreno, Zaza (o Santi Mina).
REAL MADRID (4-3-3): Navas; Carvajal, Varane, Nacho Fernandez, Marcelo; Casemiro, Modric, Kroos; Bale, Ronaldo, Benzema.

Il sondaggio

Il Veggente non è soltanto un sito di approfondimenti e aggiornamenti sulle partite di calcio: è anche un’estesa comunità di lettori competenti e sgamati, di cui siamo molto grati e orgogliosi. I sondaggi preventivi non alterano di una virgola le analisi degli eventi sportivi, ma possono essere utili per individuare orientamenti e inclinazioni condivise tra i lettori.
[poll id=”13″]

I pronostici

PROBABILE RISULTATO: 1-2
OVER 1,5 CARTELLINI 1° TEMPO (1.50, Goldbet)
OVER 1,5 GOL 2° TEMPO (1.54, planetwin365)
X2 + OVER 1,5 2° TEMPO (1.96, planetwin365)
SEGNA 1° GOL TEAM1 + VINCE TEAM2 (7.40, Goldbet)