Liga: Atletico Madrid-Real Madrid (sabato)

atletico madrid real madrid diretta streaming
Atletico Madrid-Real Madrid: diretta tv e streaming, news, pronostici e probabili formazioni

Atletico Madrid-Real Madrid, la più attesa partita di questo turno di campionato spagnolo, si può vedere in diretta in tv dalle 20:45 sul canale Fox Sports del pacchetto Sky. È il primo derby di Madrid che si gioca nel Wanda Metropolitano, nel nuovo stadio dell’Atletico. In live streaming la partita sarà visibile tramite la app Sky Go, per gli abbonati, oppure tramite altre piattaforme di streaming. Sia il Real che l’Atletico, in terza posizione in classifica, devono recuperare punti sul Barcellona, che nel pomeriggio ha vinto ancora e si è portato a +11.

Perdere questo derby potrebbe già comportare una probabile esclusione dal giro delle contendenti al titolo. I pronostici sono piuttosto equilibrati, e nelle probabili formazioni non ci sono assenze inattese: solo quella già nota di Gareth Bale.

Aggiornamento ore 19:45 – Sono state pubblicate le formazioni ufficiali di Atletico Madrid-Real Madrid. Non ci sono novità rispetto alle attese. Nell’Atletico Madrid Saul Niguez e Gabi giocheranno sulla mediana, con Partey, Koke e Correa in posizione più avanzata a sostegno della punta centrale Griezmann.

Le formazioni ufficiali

ATLETICO MADRID (4-2-3-1): Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Lucas Hernandez; Gabi, Saul Niguez; Thomas Partey, Koke, Correa; Griezmann.
REAL MADRID (4-3-1-2): Casilla; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Casemiro, Modric, Kroos; Isco; Ronaldo, Benzema.

Come ci arriva il Real Madrid

L’andamento del Real Madrid in campionato, terzo in classifica insieme all’Atletico Madrid con 23 punti, è finora stato piuttosto altalenante. Le due sconfitte rimediate in undici giornate sono già da molti ritenute un risultato deludente e allarmante, per una squadra che punta chiaramente a vincere il titolo, come nella passata stagione. Inoltre, nel caso delle due sconfitte, si è trattato di squadre avversarie relativamente modeste: il Betis e soprattutto il Girona.

Oltre all’idea che il Real abbia colpevolmente sottovalutato alcune partite contro le squadre cosiddette “minori”, tra gli addetti circola anche molto la convinzione che il Real si sia sostanzialmente indebolito rispetto alla passata stagione. Il motivo principale sarebbe la cessione di alcuni importanti giocatori di riserva come l’attaccante Alvaro Morata, passato al Chelsea. Inoltre, ancora una volta, il Real e il suo allenatore Zinedine Zidane hanno fatto e stanno ancora facendo fronte a una serie di infortuni che di fatto hanno impedito ai tre attaccanti titolari – Ronaldo, Bale e Benzema – di giocare insieme con continuità.

Martedì prossimo il Real Madrid giocherà in trasferta contro l’APOEL, a Nicosia, la penultima partita della fase a gruppi di Champions League. Nel gruppo H si trova al momento in seconda posizione in classifica con tre punti da recuperare al Tottenham, che intanto giocherà a Dortmund contro il Borussia. Proprio contro il Tottenham in Inghilterra il Real ha perso 3-1 lo scorso 1° novembre.

Come sta l’Atletico Madrid

Dopo aver perso 2-1 una importante partita in casa contro il Chelsea, nella seconda giornata della fase a gruppi di Champions League, l’Atletico Madrid di Diego Simeone si è un po’ incartato. In Champions League è in terza posizione dietro la Roma e il Chelsea, con possibilità di superare il turno molto ridotte rispetto a quelle che molti osservatori si aspettavano. In campionato gli otto punti di svantaggio rispetto al Barcellona si sono accumulati soprattutto nelle ultime giornate, in cui l’Atletico ha ottenuto tre pareggi in cinque partite.

Per cercare di migliorare la qualità della rosa e soprattutto il rendimento della squadra in fase offensiva la società ha riacquistato dal Chelsea Diego Costa. Non potrà essere tesserato prima di gennaio, a causa di una sanzione imposta all’Atletico dalla FIFA. Probabilmente Diego Costa, per ragioni prima di tutto anagrafiche, non è più il giocatore da 37 gol in 66 partite con la maglia dell’Atletico nelle stagioni 2012-2013 e 2013-2014. Si tratta tuttavia di un acquisto che potrebbe rivelarsi vantaggiosissimo, preso atto del sostanziale fallimento di tutti i partner d’attacco che l’Atletico ha provato ad affiancare ad Antoine Griezmann nelle ultime stagioni.

Le ultime su Atletico Madrid-Real Madrid

Il Real Madrid è ancora privo del portiere titolare Keylor Navas, quest’anno sostituito con frequenza da Casilla, e dell’ala Gareth Bale. Sono entrambi in via di guarigione dopo alcuni recenti infortuni. Di fatto Bale, a causa della sua nota fragilità fisica, è un giocatore su cui Zidane non ha mai fatto più di tanto affidamento. Nessuno dei giocatori recentemente convocati dalle rispettive nazionali – Marcelo, Ramos, Varane, Casemiro, Ceballos, Kroos, Asensio e altri – è tornato con problemi fisici rilevanti o affaticamenti muscolari. Ed è di nuovo a disposizione anche Dani Carvajal, che era assente da molto tempo a causa di una miocardite che si è fortunatamente rivelata meno preoccupante del previsto.

Nell’Atletico Madrid non ci sono particolari assenze da segnalare. L’eventuale esclusione di Carrasco dalla formazione iniziale, ipotesi da molti ritenuta verosimile, sarebbe una scelta tecnica di Simeone. Con Thomas Partey a centrocampo – scelta più difensiva rispetto a Carrasco – l’Atletico Madrid ha finora effettivamente dato prova di maggiore equilibrio e migliore posizionamento dei giocatori in fase di non possesso. Partey ha inoltre risolto due partite segnando due gol decisivi, l’ultimo dei quali a partita quasi finita contro il Deportivo La Coruna al Riazor.

L’arbitro

L’arbitro di Atletico Madrid-Real Madrid sarà il quarantaquattrenne andaluso David Fernández Borbalán, originario di Almeria, uno dei più apprezzati arbitri spagnoli in attività. È un arbitro che parla molto con i giocatori, poco incline ad arrestare di frequente il gioco e, in generale, non particolarmente severo. In tutta la scorsa edizione del campionato spagnolo ha dato una sola espulsione diretta in ventuno partite arbitrate. In passato ha già arbitrato nel derby di Madrid altre quattro volte. Nel più recente tra questi, a novembre del 2016, Cristiano Ronaldo segnò tre gol.

Come vedere Atletico Madrid-Real Madrid in diretta tv o in streaming

Atletico Madrid-Real Madrid si potrà vedere in diretta in tv alle 20:45 su Fox Sports (canale 204). È uno dei canali a pagamento presenti nel pacchetto Sky, ed è visibile per gli abbonati anche in streaming tramite l’applicazione Sky Go per dispositivi mobili. Per vedere la partita in diretta streaming un’alternativa a Sky è quella di sfruttare i servizi di streaming offerti dai bookmaker Bet365 ed Eurobet per le partite di Liga spagnola (a patto di avere un conto in attivo).

Atletico Madrid-Real Madrid sarà trasmessa in diretta anche da altre emittenti estere proprietarie dei diritti per mostrare le partite di Liga, su canali non visibili dall’Italia. In Spagna sarà trasmessa sul canale Movistar+ e nel Regno Unito su Sky Sports Football. In Croazia sarà trasmessa da Sportklub 1 Croatia, mentre in diversi altri paesi sarà visibile sui canali di beIN SPORTS.

I pronostici su Atletico Madrid-Real Madrid

Sia l’Atletico che il Real, in terza posizione con 23 punti, hanno un ritardo già piuttosto consistente rispetto alla prima in classifica. Un pareggio rischierebbe di portare a dieci i punti di vantaggio del Barcellona su entrambe. Ma è di certo la sconfitta il risultato che rischierebbe di complicare maggiormente il piano di recupero dell’una o dell’altra squadra, ammesso che ce ne sia uno (e che il Barcellona perda così tanti punti nei prossimi mesi). Tra le due quella che rischia di più in Champions League è l’Atletico Madrid, che mercoledì prossimo dovrà battere la Roma a Madrid per sperare di non essere eliminato, stavolta già nella fase a gruppi.

Contro il Barcellona, ossia nella più recente partita di riferimento contro una grande squadra, l’Atletico Madrid ha giocato un gran primo tempo. In generale ha mostrato una tenacia e una concentrazione che in diverse altre partite di questa stagione è mancata. È lecito ipotizzare che quella stessa tenacia possa riemergere anche contro il Real Madrid, a compensare il divario tecnico che comunque separa le due rose.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
SEGNA GOL SQUADRA OSPITE 2° TEMPO (1.65, Eurobet)
GOL (1.70, Bet365)