Europa League: Lazio-Zulte Waregem, Lione-Atalanta e Milan-Rijeka

I pronostici sulle partite di calcio della Europa League

Oggi si giocano Lazio-Zulte Waregem, alle 19:00, e Milan-Rijeka e Lione-Atalanta (diretta in chiaro su TV8), alle 21:05. Sono le tre partite di Europa League con squadre italiane. La partita più difficile è quella dell’Atalanta, mentre la Lazio e il Milan, secondo le quote dei bookmaker, sono favorite nei pronostici contro Zulte Waregem e Rijeka.

LAZIO – ZULTE WAREGEM | giovedì ore 19:00

La Lazio ha reagito molto bene alla sconfitta in Serie A nello scorso turno infrasettimanale contro il Napoli, battendo nella partita successiva tre a zero il Verona in trasferta. Simone Inzaghi si sta confermando un allenatore preparato a livello tattico, con una mentalità vincente e un ottimo rapporto con i calciatori. In questo avvio di stagione l’unica partita andata male è stata quella col Napoli, in cui però il primo tempo era andato molto bene: decisivi in negativo sono stati gli infortuni di due difensori centrali, De Vrij e Bastos, costati alla lunga la rimonta del Napoli che ha il migliore attacco della Serie A.

Seppure in emergenza a livello difensivo, la Lazio contro il Verona non ha subito gol segnando tre: va bene lo scarso valore degli avversari, ma è stata una nuova dimostrazione di forza e compattezza di questa squadra.

Prima della sosta per le nazionali, la Lazio ha due partite da giocare all’Olimpico (la prima però a porte chiuse per una sanzione della Uefa): vincerle entrambe permetterebbe di avere due settimane con l’ambiente ancora più carico per i prossimi impegni. Simone Inzaghi dovrà trovare il giusto compromesso per questa partita contro la squadra belga dello Zulte Waregem, fare cioè un turn over che possa fare riposare alcuni calciatori che hanno bisogno di rifiatare (Parolo, Lulic, Lucas Leiva, Immobile e Milinkovic-Savic) ma allo stesso tempo mandare in campo una squadra competitiva in grado di vincere la partita e mettere una prima ipoteca sul passaggio del turno.

A parte la difesa, che per via dell’alto numero di calciatori infortunati sarà uguale a quella schierata a Verona, con Strakosha in porta e Patric, Luiz Felipe e Radu centrali, a centrocampo dovrebbero trovare un posto da titolare Di Gennaro, Murgia e Lukaku, con Luis Alberto trequartista dietro i due attaccanti Caicedo e Palombi. Simone Inzaghi inoltre avrà per la prima volta in stagione a disposizione il nuovo attaccante portoghese Nani, che partirà dalla panchina e giocherà molto probabilmente la mezzora finale.

Lo Zulte Waregem è una società molto giovane, nata nel 2001 dalla fusione tra la Zulte Sportief e lo KSV Waregem. A partire da quella stagione giocata nella terza divisione belga lo Zulte è arrivato fino alla massima serie e ha anche vinto due coppe nazionali, l’ultima lo scorso anno in finale contro l’Oostende, successo che le ha dato l’accesso alla fase a gironi di Europa League. L’esordio è stato da incubo, vista la sconfitta per cinque a uno in casa contro il Nizza. Il portiere è Leali, in cerca di rilancio dopo le ultime stagioni negative, la rosa ha un’età media molto giovane con appena tre nazionali: il congolese Marvin Baudry, il cipriota Grigoris Kastanos e il nigeriano Kingsley Madu.

Probabili formazioni
LAZIO: Strakosha, Patric, Luiz Felipe, Radu, Marusic, Di Gennaro, Murgia, Lukaku, Palombi (Parolo), Luis Alberto, Caicedo.
ZULTE WAREGEM: Leali, De Fauw, Derijck, Heylen, Hamalainen, Doumbia, Coopman, De Pauw, Olayinka, Kaya, Leya (Saponjic).

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.19, GoldBet)
MULTIGOL CASA 2-4 (1.48, GoldBet)

LIONE – ATALANTA | giovedì ore 21:05

L’Atalanta all’esordio ha dimostrato di potere dire la sua anche in Europa League, battendo con un netto tre a zero un’avversaria di prestigio come l’Everton, dominata dall’inizio alla fine della partita. Il secondo test sarà ancora più difficile, perché arriverà in trasferta in uno stadio caldissimo, lo Stade des Lumières nuovo di zecca dove l’anno scorso ci ha lasciato le penne la Roma di Spalletti, eliminata proprio dal Lione agli ottavi di finale di questa competizione.

Il Lione attuale fa però meno paura di quello della stagione passata, perché nel corso del calciomercato estivo ha ceduto alcuni calciatori molto forti, uno su tutti l’attaccante Lacazette passato all’Arsenal. Sono partiti anche i difensori Mammana e N’Koulou, i centrocampisti Gonalons e Tolisso, i trequartisti Valbuena e Ghezzal. La società non potendo competere con il Psg e in questo momento nemmeno con il Monaco, ha deciso di fare un progetto a lungo termine e di puntare sui giovani: sono arrivati Pape Cheick, Bertrand Traoré, Mariano Diaz e Kenny Tete, tutti under 23. L’unico nuovo arrivo di esperienza è il difensore centrale Marcelo, prelevato dal Besiktas.

Il Lione resta una squadra forte, ma molto giovane e per questo motivo discontinua come ha confermato pareggiando in casa 3-3 contro il Troyes nell’ultimo turno di campionato e facendosi anche raggiungere negli ultimi minuti della prima partita di Europa League in trasferta contro il modesto Apollon Limassol. L’attacco è molto forte, ci sono dall’anno passato il giovane Fekir e l’ex Manchester United Depay, la difesa però non è delle più solide e poi l’impressione è che l’Atalanta a livello di organizzazione tattica sia avanti e non di poco rispetto ai francesi.

La squadra allenata da Gasperini gioca a memoria e finora non ha mai risentito più di tanto del turn over, anche a Firenze pur pareggiando solo all’ultimo minuto, ha giocato una gran partita e avrebbe meritato di segnare ben prima del novantesimo (ha anche fallito un calcio di rigore con “Papu” Gomez).

Gasperini dovrà rinunciare a Toloi ma in difesa ritrova Masiello, mentre a centrocampo ci sono diversi ballottaggi: dovrebbero spuntarla De Roon e Freuler, con Kurtic al posto di Ilicic uscito malconcio dalla partita contro la Fiorentina.

Il pronostico di base per questa partita sembra essere il “gol”, ben quotato: l’Atalanta ha le caratteristiche giuste per mettere in difficoltà il Lione con il pressing alto e le ripartenze.

Probabili formazioni
LIONE: Lopes, Rafael, Marcelo, Morel, Tete, Tousart, Ferri, Cornet, Fekir, Depay, Mariano.
ATALANTA: Berisha, Masiello, Caldara, Palomino, Hateboer, De Roon, Freuler, Spinazzola, Kurtic (Cristante), Gomez, Petagna.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
GOL (1.66, Bet365)
MULTIGOL OSPITE 1-3 (1.41, GoldBet)
MILAN – RIJEKA | giovedì ore 21:05

Il Milan per la seconda volta consecutiva si ritrova suo malgrado a giocare una partita del girone di Europa League dopo avere perso in campionato. Nella prima giornata ha battuto nettamente in trasferta l’Austria Vienna, dimenticando subito la brutta sconfitta contro la Lazio, ora servirà un’altra pronta risposta da parte di calciatori e allenatori dopo l’inatteso passo falso di Marassi contro la Sampdoria.

Il Milan contro la Sampdoria non solo ha perso, ha giocato malissimo non riuscendo mai a tirare in porta agli avversari che hanno dominato e vinto con merito. L’amministratore delegato Fassone non ha gradito la brutta figura e ha richiamato Montella e i suoi calciatori, dopo gli investimenti fatti in estate il Milan deve puntare alla qualificazione in Champions League e arrivare tra le prime quattro con Juventus, Napoli, Inter, Roma e anche Lazio di mezzo non sarà facile. Anche per questo motivo il Milan farà bene a tenersi una porta aperta in Europa League, visto che vincere questa competizione vale la qualificazione diretta alla Champions League, come accaduto l’anno scorso al Manchester United.

Superare la fase a gironi dovrebbe essere molto facile, il Milan ha avversarie di basso livello e dopo avere preso a pallate l’Austria Vienna dovrebbe battere agevolmente anche il Rijeka. Montella, che ha annunciato l’allontanamento del preparatore atletico Marra, dovrebbe fare qualche cambio nella formazione anche in vista della prossima partita di campionato molto importante contro la Roma, in cui un nuovo fallimento potrebbe costargli anche la panchina. Sarà in ogni caso fondamentale arrivare alla sfida di domenica con maggiore serenità, e questo impone una vittoria convincente col Rijeka.

Montella dovrebbe continuare a schierare la difesa a tre, in cui ci sarà Bonucci – molto criticato dopo la brutta prestazione contro la Sampdoria – insieme a Musacchio e Romagnoli, che alla fine dovrebbe essere preferito a Paletta che era pronto all’esordio stagionale da titolare. A centrocampo dovrebbero trovare spazio Mauri e Locatelli, rispetto alla sconfitta di Marassi cambieranno anche i calciatori offensivi che saranno Borini, Calhanoglu, Cutrone e André Silva. L’unico costretto agli straordinari insieme a Bonucci sarà forse Kessié. Zapata, Bonaventura, Suso e Kalinic dovrebbero restare in panchina.

Il Rijeka l’anno scorso ha interrotto il dominio della Dinamo Zagabria vincendo il campionato croato, ed è partito dal secondo turno preliminare di Champions League facendo fuori prima i gallesi del TNS e poi i più quotati austriaci del Red Bull Salisburgo, prima di venire eliminato nello spareggio dall’Olympiacos.

In questa stagione il Rijeka non sta riuscendo a ripetere i risultati dell’anno passato e al momento ha quattro punti di ritardo in classifica nel campionato croato dalla Dinamo Zagabria. In Europa League all’esordio ha perso in casa contro l’Aek Atena mettendo in mostra una certa fragilità difensiva, dovuta anche al modulo, un 4-3-3 abbastanza spregiudicato in cui ci sono l’attuale fromboliere Heber e Gravanovic, uno dei calciatori più talentuosi in squadra, con un passato in Bundesliga con Schalke 04 e Mainz. Nel corso della partita potrebbe esserci spazio anche per l’ex calciatore del Crotone Acosty, arrivato negli ultimi giorni di calciomercato.

Probabili formazioni
MILAN: Donnarumma, Romagnoli (Paletta), Bonucci, Musacchio, Borini, Kessié (Mauri), Locatelli, Calhanoglu, Abate, Cutrone, André Silva.
RIJEKA: Prskalo, Vesovic, Zuparic, Elez, Zuta, Brdaric, Males, Kvrzic, Gavranovic, Misic, Heber.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 + OVER 1.5 (1.38, GoldBet)
MULTIGOL CASA 2-4 (1.51, GoldBet)