Serie A: Roma-Udinese e Spal-Napoli (sabato)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Roma-Udinese e Spal-Napoli sono due dei tre anticipi di Serie A previsti per sabato: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

ROMA – UDINESE | sabato ore 15:00

La Roma nel turno infrasettimanale ha centrato un’altra convincente vittoria in casa del Benevento col risultato di quattro a zero, che ha dato seguito all’affermazione sul Verona per tre a zero di sabato scorso. Se dopo la sconfitta con l’Inter e il pareggio con l’Atletico Madrid c’erano state fin troppe critiche nei confronti dei giallorossi, grazie alle ultime due vittorie è cresciuto l’ottimismo nei confronti della squadra di Di Francesco. In realtà le ultime due vittorie non cancellano i dubbi che ci siamo posti qui sul Veggente nelle scorse settimane relativamente alla nuova impostazione tattica data da Di Francesco alla squadra, e Verona e Benevento non rappresentano dei test attendibili così come non lo sarà molto probabilmente nemmeno l’Udinese, squadra in difficoltà e destinata a un campionato anonimo dopo essersi indebolita ulteriormente nel corso dell’ultimo calciomercato estivo.

Alcuni dei migliori calciatori in rosa, come ad esempio Nainggolan e Strootman, non sono ancora riusciti ad entrare bene nei meccanismi del 4-3-3, e non è un caso se nelle ultime due partite con Pellegrini le cose sono migliorate. Il calciatore ex Sassuolo conosce bene Di Francesco e i movimenti che richiede, e il suo inserimento ha dato più fluidità alla manovra. Nella partita contro il Verona ha funzionato molto la corsia di destra con Florenzi e lo stesso Pellegrini, contro il Benevento le occasioni più pericolose sono nate da sinistra con Perotti e Kolarov. Contro l’Udinese la Roma avrà sia Florenzi che Kolarov in campo, e per l’Udinese i problemi maggiori nasceranno proprio dalle fasce. Under ha deluso contro il Benevento, ma ha dimostrato di essere un calciatore più adatto al 4-3-3 nel ruolo di esterno rispetto a Defrel, che dovrebbe però ritrovare il posto da titolare sulla destra: vedremo se sarà in grado di fare i movimenti giusti e lasciare spazi liberi per gli affondi di Florenzi.

Al di là dei dubbi sull’adattabilità di alcuni calciatori al nuovo modulo (incluso il nuovo acquisto Schick, che è ancora infortunato) la Roma dà l’impressione di essere una squadra meno forte rispetto all’anno scorso nella formazione titolare, soprattutto per l’addio di Salah, ma di avere molte più alternative in tutti i ruoli e quindi di potere essere maggiormente in grado di gestire i tanti impegni stagionali senza arrivare in affanno a fine stagione, come accadde l’anno passato soprattutto nella settimana in cui perse contro Lazio e Lione dando addio in pochi giorni a Coppa Italia ed Europa League.

L’Udinese ha confermato sul campo le sensazioni negative che avevamo alla fine del calciomercato, soprattutto dopo le cessioni di Karnezis e Thereau. A questa squadra manca un attaccante da doppia cifra e la società si è presa un grande rischio dando fiducia nel ruolo di portiere titolare a Scuffet, che dopo gli errori di queste prime giornate di campionato dovrebbe scivolare in panchina in favore del trentanovenne Bizzarri, che però l’anno scorso ha lasciato a desiderare quando impiegato dal Pescara (66 gol subiti in 29 partite). In questa partita mancherà anche l’esperto centrale Danilo in difesa, che sarà sostituito da Angella.

La Roma inoltre ha vinto tutte le ultime otto partite di campionato giocate con l’Udinese, che invece ha perso in tutte le ultime sei trasferte di Serie A. La Roma – che da quando c’è Di Francesco ha subito gol solo in una partita su cinque, è l’unica squadra di questo campionato a non aver ancora subito gol nei primi tempi, mentre l’Udinese con cinque è quella che ne ha presi di più nei primi trenta minuti di gioco.

Probabili formazioni
ROMA: Alisson, Florenzi, Juan Jesus, Manolas, Kolarov, Strootman, De Rossi, Nainggolan, Defrel, Dzeko, Perotti.
UDINESE: Bizzarri, Larsen, Angella, Nuytinck, Samir, De Paul, Fofana, Behrami, Jankto, Lasagna, Maxi Lopez.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 + NO GOL PRIMO TEMPO (1.90, Bet365)
1 (1.25, Bet365)
OVER 2.5 (1.44, Bet365)
#

SPAL – NAPOLI | sabato ore 18:00

Il Napoli mercoledì scorso ha superato una prova importante vincendo in casa della Lazio e ha così reso ancora più credibile la sua candidatura allo Scudetto. Del resto è difficile ignorare una squadra che – incluso lo scorso campionato – ha vinto dieci partite consecutive, segnando sempre almeno tre gol a partita in questo avvio di stagione, diciannove totali in cinque giornate, cosa che in Serie A non capitava dalla stagione 1959/1960.

Gli unici dubbi in questa partita contro la Spal, che dopo un avvio di campionato incoraggiante ha sempre perso col risultato di due a zero nelle ultime tre giornate, riguardano un eventuale massiccio turn over di Sarri, in particolare se dovesse toccare a Mertens restare fuori. L’attaccante belga è diventato ormai intoccabile, nei cinque principali campionati europei nell’anno solare 2017 è uno degli unici due calciatori in doppia cifra sia di gol (23) che di assist (10), e non è forse un caso che nell’unica partita persa in stagione dal Napoli, contro lo Shakhtar Donets, Mertens è partito dalla panchina.

Il Napoli ha comunque un potenziale offensivo così alto che potrebbe mettere a posto una partita eventualmente nata male pure schierando Mertens a partita in corso, anche perché la Spal è la squadra che ha subito finora più gol negli ultimi trenta minuti di gioco (5), mentre il Napoli è quella che nello stesso parziale ne ha fatti di più (10).

Il turn over di Sarri dovrebbe riguardare rispetto all’ultima partita gli ingressi di Hysaj, Maksimovic, Zielinski, Diawara e forse Milik per Maggio, Albiol, Jorginho, Allan ed eventualmente Mertens, che riposerebbero in vista della partita di Champions League di martedì prossimo contro il Feyenoord, diventata di fondamentale importanza dopo la sconfitta all’esordio in casa dello Shakhtar Donetsk.

Nella Spal l’allenatore Semplici non modificherà di una virgola la sua tattica di gioco nonostante l’avversaria sia più forte e nonostante il periodo difficile a livello di risultati: confermata la difesa a tre e in campo come al solito due attaccanti centrali, che saranno ancora una volta Paloschi e Borriello.

Probabili formazioni
SPAL: Gomis, Salamon, Vicari, Felipe, Lazzari, Schiattarella, Viviani, Mora, Costa, Paloschi, Borriello.
NAPOLI: Reina, Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam, Zielinski, Diawara, Hamsik, Callejon, Mertens (Milik), Insigne.

PROBABILE RISULTATO: 1-3
2 (1.22, Bet365)
OVER 2.5 (1.44, Bet365)
OVER 1.5 SECONDO TEMPO (1.61, Bet365)