Serie A: Milan-Udinese, Napoli-Benevento, Spal-Cagliari e Torino-Sampdoria (domenica)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Approfondimenti e probabili formazioni per le partite di Serie A di domenica pomeriggio: Milan e Napoli sono favorite nei pronostici secondo le quote dei bookmaker contro Udinese e Benevento.

MILAN – UDINESE | domenica ore 15:00

La batosta della scorsa settimana, sconfitta per quattro a uno allo stadio “Olimpico” di Roma contro la Lazio, è servita a Montella per capire che questa squadra può rendere meglio con la difesa schierata a tre. Lo ha confermato la bella vittoria ottenuta giovedì contro l’Austria Vienna: l’avversaria era modesta e non può essere messa a confronto con la Lazio, ma la squadra sembrava meglio disposta in campo e finalmente l’attaccante André Silva ha messo in mostra la sua abilità in zona gol.

L’infortunio di Conti che starà fuori per sei mesi è però un brutto guaio per Montella, visto che Abate non assicura la stessa qualità di spinta da esterno nel 3-5-2, probabilmente verrà utilizzata di più la fascia sinistra dove giocherà Rodriguez, tenuto a riposo in Europa League proprio in vista del campionato. I tre difensori centrali saranno Bonucci, Romagnoli e il rientrante Musacchio, a centrocampo con Kessié e Biglia ci sarà Calhanoglu che dopo la bella prova di Vienna si è guadagnato il posto di titolare. Gli unici veri dubbi riguardano l’attacco: difficile tenere fuori Suso, il ballottaggio sarà tra Kalinic e André Silva, senza dimenticare Cutrone che non può essere definitivamente accantonato dopo una partita negativa in cui ha pagato il pessimo rendimento di tutta la squadra.

L’Udinese appare più debole rispetto allo scorso anno, nell’ultimo turno ha centrato la prima vittoria stagionale ma lo ha fatto contro il Genoa rimasto in dieci contro undici per più di tempo a causa dell’espulsione di Bertolacci decisa con l’aiuto del Var. Il Genoa seppure in inferiorità numerica nel secondo tempo ha giocato meglio dell’Udinese, sfiorando anche il pareggio.

Per l’Udinese, che ha perso in tutte le ultime cinque trasferte di Serie A e contro il Genoa è riuscita a mantenere la porta inviolata dopo nove partite di campionato con almeno un gol al passivo (21 in totale) si prevede un pomeriggio complicato.

Probabili formazioni
MILAN: Donnarumma, Musacchio, Bonucci, Romagnoli, Abate, Kessié, Biglia, Calhanoglu, Ricardo Rodriguez, Suso, André Silva.
UDINESE: Scuffet, Larsen, Danilo, Nuytinck, Samir, Behrami, De Paul, Barak, Jankto, Lasagna, Maxi Lopez.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 + OVER 1.5 (1.58, GoldBet)
MULTIGOL 2-4 SQUADRA IN CASA (1.60, GoldBet)

NAPOLI – BENEVENTO | domenica ore 15:00

Il Benevento si ritrova ancora a quota zero punti dopo le prime tre giornate di campionato, ma è stato parecchio sfortunato finora. All’esordio ha perso in rimonta contro la Sampdoria dopo essere passato in vantaggio, col Bologna aveva segnato il gol dell’uno a uno nei minuti finali ma è stato poi annullato con l’ausilio del Var, domenica scorsa contro il Torino ha subito gol nei minuti di recupero. Il Benevento pur avendo zero punti ha però effettuato sempre almeno 15 tiri in ognuna delle prime tre giornate ed è pure la formazione che ha centrato più volte la porta con tiri dalla distanza in questo campionato (11). Continuando a giocare così i risultati prima o poi arriveranno, il problema è che la sfortuna non vuole abbandonare il Benevento: gli infortuni dei tre titolari Ciciretti, D’Alessandro e Iemmello e l’avversario di turno, il Napoli al San Paolo reduce dalla sconfitta in Champions League e per questo voglioso di rivincite, fanno pensare a un’altra inevitabile sconfitta.

Rispetto alla partita persa mercoledì, Sarri rilancerà dal primo minuto Allan, Jorginho e soprattutto Mertens, che appare ormai insostituibile per la manovra di questa squadra. Champions League a parte, il Napoli ha comunque vinto le ultime otto partite di campionato incluse quelle della stagione passate: se vincesse con il Benevento stabilirebbe il record di vittorie consecutive nella sua storia in Serie A.

Probabili formazioni
NAPOLI: Reina, Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon, Mertens, Insigne.
BENEVENTO: Belec, Venuti, Lucioni, Antei, Letizia, Parigini, Cataldi, Memushaj, Lazaar, Armenteros, Coda.

PROBABILE RISULTATO: 3-1
1 + OVER 2.5 (1.38, GoldBet)
MULTIGOL 3-6 (1.46, GoldBet)
SPAL – CAGLIARI | domenica ore 15:00

La Spal ha iniziato bene il campionato dimostrando di essere una squadra in grado di centrare la salvezza. La società confermato l’allenatore della promozione dello scorso anno Semplici – pur privo di esperienza in Serie A – e ha fatto un calciomercato ragionato e di buon livello, ingaggiando dei calciatori funzionali al gioco dell’allenatore ma più adatti al campionato di Serie A rispetto a quelli che sono stati chiamati a sostituire che pure in Serie B erano stati capaci di fare la differenza. Ceduti Del Grosso, Bonifazi, Zigoni, Castagnetti, Giani, Finotto e Arini, sono stati ingaggiati Mattiello, Oikonomou, Rizzo, Viviani, Felipe, Alfred Gomis, Grassi, Paloschi, Väisänen, Pa Konate, Borriello e Federico Bonazzoli. La società non si è fatta trovare impreparata dalla promozione arrivata quasi a sorpresa da matricola l’anno scorso e si è mossa molto bene, unendo calciatori validi desiderosi di rifarsi dopo stagioni negative come Rizzo, Viviani, Grassi e Paloschi all’esperienza di Felipe e Borriello.

I primi risultati sono stati più che positivi, dopo l’inaspettato pareggio all’Olimpico contro la Lazio – che per il resto non ha sbagliato una partita – e la bella vittoria sull’Udinese, è arrivata la sconfitta contro l’Inter, tutto sommato accettabile vista la differenza di valori in campo e la prestazione comunque più che sufficiente. Ora ci sarà un altro esame in casa contro il Cagliari, che nello scorso turno ha onorato il suo nuovo stadio centrando la prima vittoria in campionato contro il Crotone. Per capire se il Cagliari ha ancora i problemi dello scorso anno in trasferta bisognerà attendere il risultato di questa partita, perché le sconfitte contro Juventus e Milan erano tutto sommato preventivabili. Già fare punti contro la Spal darebbe più tranquillità in ottica salvezza.

La Spal in casa è imbattuta dallo scorso mese di febbraio e ha in attacco un Borriello determinato a segnare il gol dell’ex. L’attacco del Cagliari non è però da meno: Joao Pedro ha iniziato la stagione molto bene, Sau è carico per avere segnato il primo gol alla “Sardegna Arena” e Pavoletti non vuole sfigurare nel confronto diretto con il suo predecessore. Spal e Cagliari sono due squadre che non fanno un calcio difensivi e che hanno talento in attacco: il “gol” è da provare.

Probabili formazioni
SPAL: Gomis, Salamon, Vicari, Felipe, Lazzari, Schiattarella, Viviani, Mora, Costa, Paloschi, Borriello.
CAGLIARI: Cragno, Padoin, Pisacane, Ceppitelli, Capuano, Barella, Cigarini, Ionita, Joao Pedro, Pavoletti, Sau.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.60, GoldBet)
1X + OVER 1.5 (1.81, GoldBet)
TORINO – SAMPDORIA | domenica ore 15:00

Torino-Sampdoria ha tutti i presupposti per essere una partita divertente e con gol, si affrontano due squadre molto tecniche e con un grande potenziale dal centrocampo in su, a volte però fragili in difesa proprio per via dei loro schemi offensivi.

La Sampdoria pur perdendo calciatori importanti come Skriniar, Bruno Fernandes, Muriel e Schick, ha lo stesso allenatore dello scorso anno e ha mantenuto la stessa identità tattica con un centrocampo molto tecnico, centrando anche ottimi acquisti come Ferrari, Strinic, Ramirez e Zapata. La Sampdoria ha sia segnato che subito gol nelle ultime sei trasferte in campionato, a ulteriore conferma della sua vocazione offensiva.

Il Torino ha grandi ambizioni per questa nuova stagione, e la conferma in attacco di Belotti è stato il primo indizio della voglia da parte del presidente Cairo di migliorare di anno in anno per raggiungere magari la qualificazione in Europa League. Il potenziale per un campionato d’alta classifica c’è tutto e il Torino lo ha già messo in mostra nella passata stagione, in cui i difetti principali sono stati lo scarso rendimento in trasferta e la difesa che ha subito troppi gol.

L’allenatore Mihajlovic però ha deciso in questa stagione di adottare – come nella parte finale di quella passata – una tattica di gioco ancora più offensiva, il 4-2-3-1, e a partire da questa sono state prese delle decisioni in sede di calciomercato, come quella di vendere Benassi alla Fiorentina e di prendere altri due esterni d’attacco come Berenguer e Niang, la cui presenza sbilancia ancora di più la squadra.

Il Torino in casa l’anno scorso ha segnato 43 gol in 19 partite perdendo solo in due occasioni, in questa stagione ha battuto in Coppa Italia 7-1 il Trapani e ha vinto tre a zero col Sassuolo, confermandosi una squadra molto competitiva soprattutto in casa. La sorpresa è stata finora la tenuta della difesa che ha preso un solo gol, i nuovi arrivati Sirigu in porta e Lyanco e N’Koulou al centro della retroguardia si stanno facendo valere, così come è molto importante l’equilibrio dato in mezzo al campo da Rincon. La sensazione è che dopo tutti questi nuovi arrivi il Torino potrebbe subire qualche gol in meno, ma resta una squadra sbilanciata (la presenza di Baselli al posto degli indisponibili Acquah e Obi la rende ancor più a trazione anteriore) e la Sampdoria ha tanta qualità in avanti, motivo per cui il “gol” è da provare.

Probabili formazioni
TORINO: Sirigu, De Silvestri, N’Koulou, Moretti, Barreca, Rincon, Baselli, Iago Falque, Ljajic, Niang, Belotti.
SAMPDORIA: Puggioni, Sala, Silvestre, Regini, Strinic, Barreto, Torreira, Praet, Ramirez, Quagliarella, Duvan Zapata.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.40, GoldBet)
1X + OVER 1.5 (1.47, GoldBet)