Serie A: Crotone-Inter, Fiorentina-Bologna e Roma-Verona (sabato)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Questa settimana gli anticipi di Serie A previsti per sabato sono tre: Inter e Roma sono favorite nei pronostici secondo le quote dei bookmaker nelle partite contro Crotone e Verona.

CROTONE – INTER | sabato ore 15:00

Il Crotone è l’unica squadra rimasta dopo tre giornate ancora senza gol: l’ultima a giocare le prime quattro partite di Serie A senza segnare alcun gol fu il Venezia 1998/99, poi salvo a fine stagione grazie a un girone di ritorno incredibile, in cui furono decisivi i gol di Recoba che contribuirono a una rimonta salvezza molto simile a quella centrata lo scorso anno dalla squadra di Nicola.

Il Crotone fino alla nona giornata dello scorso campionato è rimasto a quota un punto, l’obiettivo è quello di fare meglio in questo avvio di stagione per provare a salvarsi senza rincorrere altri miracoli, ma l’impressione avuta in queste prime giornate è che nonostante i numerosi acquisti estivi il livello sia ancora troppo basso rispetto a certe avversarie. La squadra di Nicola ha fatto parecchi punti nelle ultime giornate dello scorso campionato anche perché ha affrontato molte formazioni di metà classifica prive di particolari motivazioni. Per migliorare l’andamento in condizioni normali servirà qualche miglioramento in attacco che in queste prime giornate non si è ancora visto, mentre in difesa la partenza di Ferrari si sta facendo sentire.

L’Inter ha iniziato il campionato meglio del previsto, il calendario non era in discesa complice soprattutto la trasferta di Roma alla seconda giornata, e invece sono arrivate tre vittorie su tre fondamentali per fare crescere convinzioni e morale. Il nuovo allenatore Spalletti è stato abilissimo a dare subito una chiara identità di gioco alla sua squadra, ha subito rivitalizzato Joao Mario e Perisic e sta sfruttando al meglio il senso del gol del suo fromboliere Icardi. La società pur senza strafare gli ha messo a disposizione una squadra in grado di lottare per le prime quattro posizioni, gli innesti di Skriniar – che sta giocando molto bene -, Vecino e Borja Valero si sono dimostrati funzionali al progetto, anche se a lungo termine qualche dubbio rimane. Ci sono pochi sostituti come centrali difensivi e servirebbe maggiore qualità sulle fasce difensive, dove Dalbert deve ancora dimostrare il suo potenziale. Visto il lavoro fatto l’anno scorso da Spalletti con Emerson Palmieri e le caratteristiche abbastanza simili di Dalbert c’è comunque ottimismo al riguardo.

Il Crotone farà la solita partita difensiva e cercherà rispetto alle prime giornate di non subire gol nel primo tempo. L’anno scorso nel girone di andata spesso il Crotone subiva i gol decisivi nella ripresa, potrebbe accadere qualcosa del genere anche contro l’Inter, con un andamento simile alla partita giocata a San Siro nello scorso campionato: tra l’altro quattro degli otto gol segnati dalla squadra di Spalletti sono arrivati nell’ultimo quarto d’ora di gioco, un primato in questo campionato.

Probabili formazioni
CROTONE: Cordaz, Sampirisi, Ceccherini, Cabrera, Pavlovic, Rohden, Mandragora, Barberis, Stoian, Trotta, Budimir.
INTER: Handanovic, D’Ambrosio, Miranda, Skriniar, Dalbert, Borja Valero, Vecino, Candreva, Joao Mario, Perisic, Icardi.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
2 (1.33, Bet365)
OVER 1.5 SECONDO TEMPO (1.83, Bet365)

FIORENTINA – BOLOGNA | sabato ore 18:00

La società della Fiorentina nonostante le importanti cessioni fatte in estate è riuscita a mettere su una squadra abbastanza competitiva, che senza gli impegni nelle coppe europee potrà tranquillamente provare ad arrivare a ridosso delle posizioni che valgono l’Europa League: per fare di meglio servirebbe una serie di coincidenze favorite, ma dopo la delusione per le brutte sconfitte contro Inter e Sampdoria la vittoria netta sul Verona non è sembrata casuale e la crescita dovrebbe proseguire col passare delle giornate.

Se è vero che il Verona era probabilmente l’avversaria più facile da affrontare nella scorsa giornata di Serie A, grazie alla sosta per le nazionali il nuovo allenatore Pioli ha potuto finalmente abbozzare quella che sarà la formazione tipo nel corso del campionato, che per via dei numerosi movimenti in entrata e in uscita non è mai stata chiara prima del 31 agosto. Di positivo la rosa della Fiorentina ha l’abbondanza di calciatori di qualità e di prospettiva tra centrocampo e attacco, che ben si sposa con l’abilità che ha l’allenatore Pioli nel proporre schemi offensivi. Sulla mediana il nuovo acquisto Veretout ben si lega con Badelj, e ha anche un ottimo tiro dalla distanza come il nuovo trequartista Benassi, che Pioli conta di trasformare in una sorta di Nainggolan versione 2016/2017 (con tutte le differenze del caso). Chiesa e Thereau sono perfetti sulla trequarti al servizio di Simeone, che si sta confermando attaccante di grande talento. Anche la panchina non è male considerando che ci sono Gil Dias, Saponara, Eysseric, Lo Faso e Babacar, calciatori che quando saranno in forma torneranno utili soprattutto a partita in corso. I dubbi riguardano piuttosto la difesa, dove il leader è Astori che in carriera è sempre stato troppo discontinuo per il ruolo che ricopre.

Il Bologna su per giù ha le stesse caratteristiche della Fiorentina, ha tanto talento in attacco ma scarsa qualità in difesa, ed è per questo che Donadoni ha corso il rischio contro il Napoli di schierare ben quattro calciatori offensivi. I nuovi difensori centrali De Maio e Gonzalez non hanno convinto ma il primo dovrà giocare per forza per via dell’infortunio di Maietta, anche Helander sta lasciando a desiderare e i terzini tra errori e problemi fisici non migliorano la situazione. Le uniche speranze di uscire indenni da questa trasferta sono riposte in Verdi, Destro, Palacio e Di Francesco: servirebbero i loro gol per fare punti contro la Fiorentina, in una partita che in ottica pronostici è da “gol” (entrambe le squadre segnano).

Probabili formazioni
FIORENTINA: Sportiello, Gaspar, Pezzella, Astori, Biraghi, Badelj, Veretout, Chiesa, Benassi, Thereau, Simeone.
BOLOGNA: Mirante, Krafth, De Maio, Helander, Masina, Donsah, Poli, Verdi, Destro, Di Francesco, Palacio.

PROBABILE RISULTATO: 3-2
1 (1.55, Bet365)
GOL (1.70, Bet365)
OVER 2.5 (1.65, Bet365)
ROMA – VERONA | sabato ore 20:45

La Roma in settimana ha giocato la prima partita della fase a gironi di Champions League, ottenendo un buon pareggio all’Olimpico contro l’Atletico Madrid, buono perché se c’era una squadra che meritava di vincere questa era l’Atletico Madrid, che ha schiacciato gli avversari nel secondo tempo fallendo numerose occasioni da gol. La Roma è riuscita a limitare i danni grazie alle ottime parate di Alisson e alla buona prestazione in difesa di Juan Jesus e soprattutto Manolas. Di Francesco nel secondo tempo riconoscendo la superiorità degli avversari ha fatto bene a coprirsi inserendo Fazio al posto di Defrel passando così alla difesa a tre, ma questo accorgimento non nasconde i limiti attuali del suo 4-3-3. Oltre alla scarsa brillantezza fisica di alcuni suoi calciatori, ci sono parecchi dubbi sul modulo scelto dall’allenatore, che non mette alcuni suoi campioni nelle condizioni di esprimersi al meglio, vedi Nainggolan, Strootman, Defrel e lo stesso Dzeko che isolato in attacco può davvero poco.

L’acquisto di Schick, il più caro nella storia del club, è un’altra incognita nella nuova Roma di Di Francesco, visto che non ha le caratteristiche per giocare da esterno destro nel 4-3-3. Se all’orizzonte c’è un cambio di modulo lo capiremo solo nelle prossime partite, nel frattempo l’allenatore ha quanto meno la fortuna di affrontare una delle squadre messe peggio in Serie A in questo momento, il Verona.

Dopo la batosta subita in casa contro la Fiorentina, Pecchia cambierà l’atteggiamento tattico della sua squadra e farà probabilmente una partita più difensiva: il modulo dell’anno scorso andava bene in Serie B dove il Verona aveva una maggiore qualità tecnica rispetto alle avversarie, giocare con i terzini sempre più in avanti dei centrali e con tre attaccanti fissi in Serie A è un atto di autolesionismo se non si hanno calciatori all’altezza. L’addio di Cassano, l’infortunio di Cerci e di tanti altri calciatori (Bianchetti, Zuculini F., Fares, Felicioli e Cherubin) fanno pensare a un passo indietro da parte di Pecchia, che infatti stavolta dovrebbe dare compiti esclusivamente difensivi ai terzini Caceres e Souprayen, avanzando Romulo e tenendo solo Pazzini come attaccante fisso, con Verde costretto a ripiegare in fase di non possesso palla.

Nella Roma ci saranno parecchi cambi, dovrebbero partire titolari Gonalons, Pellegrini, Florenzi ed El Shharawy, considerate le tante novità e lo scarso adattamento mostrato finora dai calciatori al nuovo modulo, il Verona soprattutto nel primo tempo potrebbe riuscire a limitare i danni. Alla lunga la maggiore qualità della Roma dovrebbe comunque uscire fuori e la vittoria dei giallorossi non appare in discussione.

Probabili formazioni
ROMA: Alisson, Florenzi, Juan Jesus, Manolas, Kolarov, Nainggolan, Gonalons, Pellegrini, Under (Perotti), Dzeko, El Shaarawy.
VERONA: Nicolas, Caceres, Ferrari, Heurtaux, Souprayen, Zuculini B., Buchel, Romulo, Bessa, Verde, Pazzini.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 + UNDER 4.5 (1.66, Bet365)
1 + OVER 1.5 (1.28, Bet365)
NO GOL (1.75, Bet365)