Serie B: Avellino-Brescia, Carpi-Novara, Cittadella-Ascoli e Palermo-Spezia (sabato)

I pronostici sulle partite di calcio della Serie B
I pronostici sulle partite di calcio della Serie B, il campionato italiano di calcio di seconda divisione

Approfondimenti, probabili formazioni e pronostici per quattro delle otto partite in programma sabato sera della prima giornata di Serie B.

AVELLINO – BRESCIA | sabato ore 20:30

L’Avellino riparte da Novellino, allenatore che l’anno scorso ha guidato la squadra alla salvezza dopo la falsa partenza sotto la gestione Toscano. Un primo vantaggio per l’Avellino sarà proprio la continuità in panchina rispetto alla passata stagione e la conferma di parecchi calciatori che hanno fatto bene lo scorso anno, uno su tutti il fromboliere Ardemagni.

Nell’Avellino gli unici assenti per infortunio saranno Gavazzi e Bidaoui, la formazione titolare sarà composta per lo più da calciatori già in squadra lo scorso anno con l’aggiunta importante di Morosini sulla trequarti: dopo l’ottimo avvio di stagione in Serie B con la maglia del Brescia, non è riuscito a imporsi in Serie A col Genoa ed è tornato in cadetteria con l’obiettivo di rimettersi in luce in una piazza calorosa che gli ha subito dimostrato tutto il suo affetto. In porta ballottaggio tra Lezzerini e Radu, giovane arrivato in prestito dall’Inter, con il primo che pare favorito.

Il Brescia ha ripreso Boscaglia – dopo la stagione tutto sommato positiva al Novara – come allenatore, ma alla partenza di questo campionato di Serie B si presenta come una delle squadre che dovrà lottare per evitare la retrocessione. Fino ai primi giorni di agosto il calciomercato è stato bloccato, poi dopo l’acquisizione del club da parte di Massimo Cellino, la società si è mossa tesserando Modibo Dembélé, Meccariello e Cassani. Molti altri calciatori arriveranno da qui alla fine del mercato, Cellino è un presidente ambizioso e le conferme di Bisoli e Caracciolo lo confermano, ma per il momento il Brescia è un cantiere aperto e l’amichevole persa recentemente contro il Ciliverghe ha confermato gli attuali problemi con cui deve fare i conti Boscaglia.

Probabili formazioni
AVELLINO: Lezzerini, Laverone, Suagher, Migliorini, Rizzato, D’Angelo, Di Tacchio, Molina, Lasik, Morosini, Ardemagni.
BRESCIA: Minelli, Somma, Meccariello, Lancini, Coly, Cattaneo, Bisoli, Machin, Ndoj, Caracciolo, Torregrossa.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (2.10, GoldBet)
1X + OVER 2.5 (1.72, GoldBet)

CARPI – NOVARA | sabato ore 20:30

La società del Carpi dopo la delusione per il mancato ritorno in Serie A ad un solo anno di distanza dalla retrocessione, ha deciso di rivoluzionare la squadra mandando via l’allenatore Castori e molti calciatori protagonisti delle ultime stagioni. La rosa è meno competitiva dello scorso anno, e il progetto per il rilancio pare a lungo termine: il nuovo allenatore Calabrò, che ha portato la Virtus Francavilla dall’Eccellenza fino a giocare i playoff promozione di Lega Pro, avrà bisogno di tempo con una squadra con un’età media decisamente più bassa. Le partenze di Belec, Letizia, Di Gaudio, Bianco, Lollo, Lasagna e Crimi si faranno sentire.

Il Novara sembra avere più ambizioni nell’immediato, ha scelto un allenatore che vanta una buona esperienza anche in Serie A come Corini e ha rinforzato l’attacco già molto competitivo con Sansone e il rinato Macheda tesserando pure Maniero. Corini per tutto il precampionato ha insistito con il 3-5-2 che dovrebbe essere il modulo utilizzato anche in questo esordio nella nuova stagione di Serie B. Assenti Casarini, Beye, Scognamiglio e Armeno (gli ultimi due verranno ceduti), l’allenatore ha in mente la possibile formazione titolare con Troest, Mantovani e Chiosa centrali di difesa (il nuovo arrivato Del Fabro partirà dalla panchina) e Dickmann e Calderoni sulle fasce. A centrocampo assente Casarini, il ballottaggio per sostituirlo riguarda Schiavi-Bolzoni con gli altri due posti assegnati a Ronaldo e Orlandi. In attacco Sansone e Macheda con l’ultimo arrivato Maniero pronto a subentrare nella ripresa.

Probabili formazioni
CARPI: Colombi, Sabbione, Capela, Poli, Jelenic, Saric, Verna, Giorico, Concas, Malcore, Mbakogu.
NOVARA: Montipò, Dickmann, Chiosa, Troest, Mantovani, Calderoni, Ronaldo, Orlandi, Schiavi, Sansone, Macheda.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
X2 (1.69, GoldBet)
MULTIGOL OSPITE 1-3 (1.54, GoldBet)
CITTADELLA – ASCOLI | sabato ore 20:30

Il Cittadella del confermato Venturato ha mantenuto l’ossatura della squadra che l’anno scorso da matricola è arrivata a giocare i playoff di Serie B, dopo avere giocato un avvio di campionato entusiasmante restando in testa alla classifica per parecchie settimane. Giocare con lo stesso allenatore e una formazione tipo molto simile a quella dell’anno passato dovrebbe essere un vantaggio soprattutto a inizio stagione e così c’è da aspettarsi una nuova partenza positiva da parte del Cittadella, corroborata dalla clamorosa vittoria per tre a zero ottenuta in Coppa Italia sul campo del Bologna. In avanti Litteri – fermato nel girone di ritorno da numerosi infortuni – proverà a segnare con continuità come fatto in avvio dello scorso campionato, con l’aiuto di Chiaretti, Arrighini e Kouamè.

L’Ascoli riuscendo a confermare in attacco il giovane Favilli ha fatto un passo importante verso la salvezza, anche se le partenze di Cassata e soprattutto Orsolini potrebbero farsi sentire. Cacia non fa più parte del progetto tecnico della società che punta a ringiovanire la rosa, sono infatti arrivati parecchi giovani promettenti la cui competitività in Serie B sarà però tutta da valutare.

Le assenze del portiere titolare Alfonso e del difensore Scaglia nel Cittadella, e la presenza di Favilli nell’attacco dell’Ascoli, consigliano di puntare sul “gol” in una partita in cui il Cittadella parte favorito.

Probabili formazioni
CITTADELLA: Paleari, Salvi, Varnier, Adorni, Benedetti, Lora, Siega, Pasa, Chiaretti, Litteri, Arrighini.
ASCOLI: Lanni, Mogos, De Santis, Gigliotti, Florio, Carpani, Addae, Buzzegoli, Clemenza, Favilli, Baldini.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.90, GoldBet)
GOL (1.84, GoldBet)
1X + OVER 1.5 (1.63, GoldBet)
PALERMO – SPEZIA | sabato ore 20:30

Il Palermo parte sulla carta come squadra favorita per la vittoria del campionato, o quanto meno per la promozione in Serie A. Gli unici dubbi non riguardano la squadra, quanto le vicissitudini societarie – anche se la cessione di Zamparini a Baccaglini è definitivamente tramontata – e l’appoggio dei tifosi, stanchi delle promesse non mantenute da parte del presidente. Vincere aiuta a vincere, e se la squadra riuscirà a partire bene e a portarsi in vetta alla classifica è facile immaginare un riavvicinamento da parte dei tifosi, vogliosi di tornare subito in Serie A. Per farlo – l’altro interrogativo è questo – sarà da valutare l’adattamento del nuovo allenatore Tedino alla Serie B. La scelta sembra però azzeccata, Tedino l’anno scorso ha fatto vedere il calcio più bello della Lega Pro al Pordenone, squadra che ha sfiorato la promozione in Serie B ai playoff (e contro il Parma è stata parecchio sfortunata). Tedino ha le idee molto chiare e fin dalla prima partita stagionale in Coppa Italia in cui ha preso a pallate la Virtus Francavilla ha mandato in campo quella che dovrebbe essere la formazione titolare: 3-4-1-2 con Morganella e Aalesami sulle fasce, tre centrali di difesa guidati da Bellusci (l’altro nuovo arrivato Ingegneri si è rotto il legamento crociato), Jajalo e Chochev a mettere ordine e dinamismo al centrocampo, Trajkovski e Nestorovski in attacco con Coronado – arrivato dal Trapani dove l’anno scorso ha giocato un gran campionato – nel ruolo di trequartista. Senza dimenticare il talento dei giovani La Gumina e Lo Faso che se confermati torneranno sicuramente utili. In questa prima partita di campionato mancherà per squalifica Bellusci, che sarà sostituito da Accardi.

Lo Spezia per la prima volta nell’era Volpi parte con l’obiettivo di una tranquilla salvezza: dopo avere invano tentato negli anni passati la promozione in Serie A ingaggiando calciatori di alto livello, quest’anno si è deciso di puntare sui giovani e su un allenatore esordiente: via Di Carlo, ecco Fabio Gallo. I calciatori di qualità ed esperienza non mancano, vedi Terzi, Piccolo, Granoche e i nuovi arrivati Giani e Lopez, ma le partenze di Chichizola, Migliore, Djokovic, Fabbrini e Nené alla lunga dovrebbe incidere in negativo. In questa partita d’esordio inoltre non ci saranno per infortunio il nuovo arrivato Forte in attacco e per squalifica Vignali.

Probabili formazioni
PALERMO: Posavec, Morganella, Cionek, Struna, Accardi, Alesaami, Chochev, Jajalo, Coronado, Nestorovki, Trajkovski.
SPEZIA: Di Gennaro, Giani, Terzi, Ceccaroni, De Col, Juande, Acampora, Sciaudone, Lopez, Piccolo, Granoche.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.90, GoldBet)
1X + OVER 1.5 (1.66, GoldBet)