Russian Premier League: SKA Khabarovsk-Rubin Kazan, Lokomotiv Mosca-Tosno e Zenit San Pietroburgo-Akhmat Grozny (domenica)

Russian League

Sesta giornata del massimo campionato russo. Analizziamo tre partite in programma domenica.

SKA KHABAROVSK – RUBIN KAZAN | domenica ore 10:00

Il Rubin ha conquistato sette punti nelle ultime tre giornate di campionato: il progetto avviato nelle scorse settimane, con l’insdiamento di Radik Shaimiev nel ruolo di presidente e il ritorno in panchina dell’esperto Kurban Berdyev, sta cominciando a dare frutti importanti. L’allenatore turkmeno, peraltro, è riuscito a portare con sé dal Rostov calciatori di buon livello come Soslan Dzhanaev, Fedor Kudryashov, Vladimir Granat e Sardar Azmoun, i cui arrivi hanno rinforzato la squadra di Kazan, che gioca con grande attenzione tattica e concede pochi spazi ai propri avversari. Il neopromosso SKA Khabarovsk fatica tremendamente a segnare, ha una rosa di basso livello ed è uscito sconfitto da quattro delle cinque partite finora disputate nell’attuale edizione della Russian Premier League: dovrebbe avere numerose difficoltà anche nel prossimo match, che si preannuncia poco spettacolare.

Probabili formazioni:
SKA KHABAROVSK: Dovbnya, Cherevko, Putsko, Dimidko, Grishko, Navalovski, Gabulov, Balyaykin, Dedechko, Nikiforov, Markovic.
RUBIN KAZAN: Ryzhikov, Kudryashov, Granat, Kambolov, Bauer, Zhemaletdinov, M’Vila, Ozdoev, Nabiullin, Karadeniz, Azmoun.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
2 (2.15, GoldBet)
X2 + UNDER 3.5 (1.43, Eurobet)

LOKOMOTIV MOSCA – TOSNO | domenica ore 16:30

Poco meno di un mese fa, la Lokomotiv Mosca si trovava in una situazione un po’ delicata: aveva appena perso la finale della Supercoppa nazionale contro lo Spartak e ottenuto una risicata vittoria ai danni del modesto Arsenal Tula in campionato. La gioia per il trionfo in Coppa di Russia della scorsa primavera, insomma, sembrava ormai svanita. Con il passare delle settimane, invece, la squadra allenata da Yuri Semin è cresciuta: tuttora imbattuta nella Russian Premier League 2017-2018, sta acquisendo certezze sempre maggiori e dà l’impressione di poter rimanere in modo stabile nelle posizioni di vertice della classifica. Discorso differente per il Tosno, destinato a dover lottare duramente per provare a evitare la retrocessione in seconda serie: i tre punti conquistati nelle prime cinque giornate rappresentano un bilancio poco incoraggiante per questo club, inesperto ad alti livelli e dotato di una rosa poco competitiva.

Probabili formazioni:
LOKOMOTIV MOSCA: Guilherme, Barinov, Kvirkvelia, Pejcinovic, Ignatjev, Denisov, Tarasov, Rybus, Fernandes, Miranchuk, Koryan.
TOSNO: Yurchenko, Abazov, Dugalic, Bujvolov, Chernov, Galiulin, Karnitski, Rocha, Melkadze, Markov, Zabolotnyi.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.40, Bet365)
1/1 PARZIALE/FINALE (2.10, Paddy Power)
ZENIT SAN PIETROBURGO – AKHMAT GROZNY | domenica ore 19:00

Dopo essere rimasto a punteggio pieno nelle prime quattro giornate, lo Zenit ha leggermente frenato ed è stato bloccato sull’1-1 dall’Ural Ekaterinburg. Il bilancio di questa prima parte di stagione rimane ampiamente positivo per la squadra di San Pietroburgo, che ha dimostrato di poter competere per la conquista del titolo nazionale e si è anche qualificata per i playoff di Europa League, eliminando lo Bnei Yehuda nel terzo turno preliminare. Roberto Mancini sta svolgendo un ottimo lavoro: il tecnico italiano ha immediatamente dato una buona solidità alla propria squadra, piazzando due calciatori davanti alla difesa e badando soprattutto alla sostanza. L’Akhmat Grozny, però, merita di non essere sottovalutato: prima di subire due sconfitte consecutive negli ultimi giorni, aveva ottenuto tre vittorie di fila, peraltro senza incassare nemmeno un gol.

Probabili formazioni:
ZENIT SAN PIETROBURGO: Lunev, Terentjev, Ivanovic, Mammana, Criscito, Paredes, Kuzyaev, Driussi, Erokhin, Shatov, Kokorin.
AKHMAT GROZNY: Gorodov, Sampaio, Angel, Semenov, Utsiev, Shvets, Rodolfo, Ivanov, Mohammadi, Leo Jabá, Mitrishev.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
1X + UNDER 3.5 (1.39, Eurobet)