Russian Premier League: Ural Ekaterinburg-Rostov, Tosno-Ufa e Anzhi Makhachkala-CSKA Mosca (sabato)

Russian League

Al via una nuova edizione del massimo campionato russo. Ecco analisi, probabili formazioni e pronostici riguardanti le prime tre partite in calendario.

URAL EKATERINBURG – ROSTOV | sabato ore 14:00

Due stagioni fa, sotto la guida tecnica di Kurban Berdyev, il Rostov è stato il club più sorprendente della Russian Premier League: ha conteso il titolo al CSKA Mosca fino all’ultima giornata, si è piazzato in seconda posizione e ha centrato l’accesso ai preliminari di Champions. Nella scorsa annata calcistica, con Ivan Daniliants in panchina, ha completato l’opera a livello continentale, disputando la fase a gironi della massima competizione europea per club e riuscendo addirittura a ottenere una storica vittoria contro il Bayern Monaco. Un nuovo cambio di allenatore ha caratterizzato le scorse settimane: Leonid Kuchuk dovrà gestire un gruppo apparentemente meno competitivo rispetto al recente passato, soprattutto in difesa, reparto in cui non c’è più spazio per Cesar Navas, Marko Simic, Vladimir Granat e Fedor Kudryashov. Gli arrivi di Maciej Wilusz, Sverrir Ingi Ingason e Matija Boben potrebbero non essere sufficienti. Anche la separazione da Nikita Medvedev – giovane portiere molto interessante, passato alla Lokomotiv Mosca – rischia di pesare. L’Ural Ekaterinburg rappresenta un ostacolo da non sottovalutare, visto che ha disputato la finale della Coppa di Russia 2016-2017: i padroni di casa hanno buone possibilità di ottenere un risultato positivo e di segnare almeno un gol.

Probabili formazioni:
URAL EKATERINBURG: Godzyur, Kulakov, Haroyan, Balazic, Dantsev, Dimitrov, Emelyanov, Fiedler, Lungu, Bicfalvi, Iljin.
ROSTOV: Pesjakov, Kalachev, Boben, Mevlja, Wilusz, Yusupov, Gatcan, Bayramyan, Mogilevets, Zuev, Bukharov.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1X (1.30, Bet365)
SQUADRA DI CASA A SEGNO (1.40, Bet365)
TOSNO – UFA | sabato ore 16:30

Il Tosno è stato fondato pochissimi anni fa e si appresta a partecipare per la prima volta al massimo campionato russo di calcio: qualche mese fa, piazzandosi al secondo posto in Division 1, alle spalle della Dinamo Mosca, ha festeggiato una storica promozione. Allenato da Dmytro Parfyonov, gioca quasi sempre con un compatto 4-4-2, modulo al quale dovrebbe affidarsi anche nel match in programma nelle prossime ore: un atteggiamento tattico prudente appare consigliabile, del resto, perché sarà necessario evitare di collezionare troppe sconfitte nella fase iniziale del campionato, in modo da evitare una complicata rincorsa verso la salvezza, obiettivo già di per sé non facile da centrare. Anche l’Ufa è pronto a prestare grande attenzione alla gestione della fase difensiva, come da tradizione recente: questa squadra scende abitualmente in campo con il 3-5-2, fa densità in mezzo al campo e ha collezionato addirittura ventidue “under” nelle ultime ventisei partite disputate in Russian Premier League. Viste le premesse, insomma, lo spettacolo non dovrebbe essere straordinario.

Probabili formazioni:
TOSNO: Yurchenko, Kutin, Dugalic, Shakhov, Chernov, Galiulin, Karnitski, Kascelan, Melkadze, Zabolotnyi, Markov.
UFA: Belenov, Zhivoglyadov, Alikin, Tumasyan, Sukhov, Bezdenezhnykh, Paurevic, Zaseev, Jokic, Fatai, Sly.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER (1.44, Bet365)
ANZHI MAKHACHKALA – CSKA MOSCA | sabato ore 19:00

Durante la sosta invernale della scorsa edizione della Russian Premier League, al CSKA Mosca, un’era importante è terminata: Leonid Slutski si è dimesso ed è stato rimpiazzato in panchina con Viktor Goncharenko, il quale ha poi condotto la squadra verso il secondo posto in campionato e la conseguente qualificazione ai preliminari di Champions. In questa nuova annata, l’allenatore bielorusso avrà la possibilità di lavorare fin dall’inizio e di incidere ancor di più, nel tentativo di lottare per la conquista del titolo nazionale e possibilmente di ottenere risultati quantomeno dignitosi in Europa, dove il CSKA ha collezionato tantissime delusioni negli ultimi anni. L’Anzhi Makhachkala si è ormai ridimensionato da tempo, dopo aver speso cifre importanti sul mercato per un breve periodo. Il club di Makhachkala è reduce da una salvezza sofferta: nella passata stagione, infatti, non è andato oltre una modesta dodicesima posizione e ha corso il serio pericolo di dover disputare i playout. Una nuova annata difficile attende la formazione guidata in panchina da Aleksandr Grigoryan, alla quale il calendario riserva immediatamente un match insidiosissimo.

Probabili formazioni:
ANZHI MAKHACHKALA: Solosin, Poluyakhtov, Bryzgalov, Phibel, Tetrashvili, Katsaev, Karasyov, Afonin, Yakovlev, Lipartia, Mamtov.
CSKA MOSCA: Akinfeev, A. Berezutski, Vasin, V. Berezutski, Fernandes, Dzagoev, Wernbloom, Golovin, Schennikov, Chalov, Vitinho.

PROBABILE RISULTATO: 0-2
2 (1.55, Bet365)
2/2 PARZIALE/FINALE (2.40, Paddy Power)