Qualificazioni Mondiali 2018: Italia-Albania, Spagna-Israele e Liechtenstein-Macedonia (venerdì)

I pronostici sulle partite del Mondiale 2018
I pronostici sulle partite del Mondiale 2018

Riprende la lotta a distanza tra Italia e Spagna attualmente al primo posto del girone con dieci punti a testa: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici sulle tre partite della quinta giornata del gruppo G.

ITALIA – ALBANIA | venerdì ore 20:45

Solo la prima classificata nel girone ottiene la qualificazione diretta ai Mondiali del 2018 che si giocheranno in Russia: al momento l’Italia ha dieci punti come la Spagna e deve puntare ad arrivare a giocare lo scontro diretto di ritorno in Spagna (all’andata finì uno a uno) quanto meno con gli stessi punti dei rivali. Per farlo sono vietati passi falsi, altrimenti il compito della nazionale allenata da Ventura diventerebbe ancora più difficile. Battere l’Albania non sarà una passeggiata perché la squadra allenata da De Biasi ha messo in mostra negli ultimi anni una buona solidità a livello difensivo, ma allo stesso tempo ha parecchie difficoltà in attacco dove mancano calciatori di qualità e per vincere la partita all’Italia potrebbe bastare anche un solo gol. Al contrario dell’Albania, gli attaccanti forti a questa Italia non mancano, ci sono Belotti (22 gol in campionato) e Immobile (17 gol) che stanno giocando molto bene con Torino e Lazio e che hanno già dimostrato in passato di potere giocare insieme con ottimi risultati.

Il commissario tecnico Ventura non avrà a disposizione Bonaventura, che finora è stato uno dei punti fermi a centrocampo. Senza il milanista, Ventura dovrebbe optare per un 4-4-2 abbastanza offensivo con De Rossi e Verratti in mediana e Candreva e Insigne esterni d’attacco al servizio di Immobile e Belotti, per i quali dovrebbero arrivare parecchi cross dalla fasce anche per la presenza come terzini di De Sciglio e soprattutto Zappacosta. Davanti a Buffon la coppia centrale difensiva sarà formata da Barzagli e Bonucci: per quanto visto finora in campionato, questa sembra la migliore formazione possibile e le scelte di Ventura sembrano andare nella giusta direzione, l’Italia considerate le caratteristiche dell’Albania deve giocare all’attacco e puntare a sbloccare subito il risultato, più la partita resterà ferma sullo zero a zero più le difficoltà potrebbero aumentare.

Italia e Spagna hanno attualmente lo stesso numero di punti, dieci, e in caso di arrivo a pari merito a ottenere il primo posto sarà la squadra che avrà fatto meglio negli scontri diretti. La partita di andata giocata in casa contro la Spagna l’Italia l’ha pareggiata 1-1 e in caso di parità totale nei confronti diretti, il secondo criterio da prendere in considerazione sarebbe la differenza gol totale, motivo per cui l’Italia dovrà provare a vincere con più di un gol di scarto per migliorare la sua situazione in classifica.

Alcune assenze dell’Albania potrebbero essere d’aiuto: in porta non ci sarà il titolare Berisha squalificato (potrebbe sostituirlo il laziale Strakosha), in difesa mancheranno Djimsiti e soprattutto Mavraj, il centrale con maggiore esperienza e carisma. I sostituti dovrebbero essere Veseli e Ajeti, con quest’ultimo che quando è stato impiegato da Mihajlovic nel Torino in stagione ha fatto parecchi danni. Nella formazione titolare ci saranno altri calciatori che giocano in Italia: il più forte è il terzino destro del Napoli Hysaj, a centrocampo ci sarà Memushaj del Pescara. Lo schema di gioco scelto da De Biasi sarà il 4-3-3, in una variante però molto difensiva in cui i tre centrocampisti hanno il compito esclusivo di piazzarsi a protezione della retroguardia e i due esterni d’attacco Llullaku e Roshi devono aiutare i terzini nei raddoppi e nel seguire le incursioni di Zappacosta e De Sciglio.

Da quando c’è De Biasi come commissario tecnico, l’Albania solo in due occasioni ha subito più di due gol e per l’Italia sarà molto difficile vincere di goleada. Allo stesso tempo però una delle due occasioni in cui ha subito tre gol è stata l’ultima partita giocata, persa tre a zero in casa contro Israele che ha quasi azzerato le già residue speranze di qualificazione. Dopo l’exploit nella qualificazione agli Europei, il rendimento dell’Albania è andato scemando, e le assenze di Berisha, Mavraj e Djimsiti dovrebbero ulteriormente favorire gli azzurri.

Probabili formazioni
ITALIA: Buffon, Zappacosta, Barzagli, Bonucci, De Sciglio, Candreva, Verratti, De Rossi, Insigne, Immobile, Belotti.
ALBANIA: Strakosha, Hysaj, Ajeti, Veseli, Agolli, Kukeli, Xhaka, Memushaj, Llullaku, Roshi, Balaj (Sadiku).

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.25, Bet365)
OVER 1.5 SQUADRA IN CASA (1.44, Bet365)
1 + UNDER 3.5 (1.72, Bet365)
BELOTTI MARCATORE (1.90, Bet365)




SPAGNA – ISRAELE | venerdì ore 20:45

La Spagna dopo il fallimento agli scorsi Europei in Francia, dove la nazionale campione in carica è stata eliminata agli ottavi di finale dall’Italia di Antonio Conte, ha iniziato una nuova era con Lopetegui come nuovo commissario tecnico al posto di Del Bosque. I primi risultati sono stati positivi: la Spagna è al primo posto nel girone a pari merito con l’Italia, ma ha il vantaggio di giocare la partita di ritorno contro gli azzurri in casa. Lopetegui inoltre – nonostante l’abbondanza di calciatori di qualità a sua disposizione – è stato bravo a trovare subito una precisa identità di gioco, puntando sul 4-3-3 e su una formazione tipo ben definita. I punti fermi della nazionale sono il portiere De Gea, i due centrali Sergio Ramos e Piqué – fortissimi nel gioco aereo anche nell’area di rigore avversaria quando c’è da attaccare – il mediano Busquets, i centrocampisti offensivi Iniesta e Silva e l’attaccante Diego Costa. Il principale successo di Lopetegui finora è stato quello di riuscire a trovare la giusta posizione in campo a Diego Costa, calciatore che male si sposava con il gioco eccessivamente basato sul tiki taka e sul possesso palla tipico delle gestioni tecniche precedenti. La nuova Spagna è sempre molto abile a mantenere il possesso del pallone, ma cerca con maggiore insistenza le verticalizzazioni e le sponde del suo fortissimo attaccante che al Chelsea sta giocando alla grande. Lopetegui ha comunque anche molta fiducia in Morata, che probabilmente entrerà a partita in corso.

Israele grazie alla bella vittoria ottenuta in Albania nell’ultimo turno ha ancora delle speranze di qualificazione quanto meno come seconda per gli spareggi, ma fare risultato in Spagna sarà molto difficile vista la grande differenza di qualità che c’è tra le due squadre. Israele ha subito almeno due gol in sette delle ultime otto partite giocate, la difesa è poco solida e contro la Spagna sarà molto complicato evitare la goleada.

Probabili formazioni
SPAGNA: De Gea, Carvajal (Azpilicueta), Sergio Ramos, Piqué, Jordi Alba, Busquets, Thiago Alcantara, Iniesta, Vitolo, Silva, Diego Costa.
ISRAELE: Ofir Marciano, Eli Dasa, Tzedek, Itai Tibi, Gershon, Einbinder, Natcho, Almog Cohen, Tomer Hemed, Eran Zahavi, Ben Haim.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1 + OVER 2.5 (1.50, Bet365)
MULTIGOL 2-4 SQUADRA IN CASA (1.50, Eurobet)
LIECHTENSTEIN – MACEDONIA | venerdì ore 20:45

La Macedonia ha perso ben nove delle ultime dieci partite giocate ed è ancora a quota zero nel girone di qualificazione ai Mondiali del 2018, ma contro il Liechtenstein – avversario alla portata – potrebbe finalmente tornare alla vittoria. Pur avendo raccolto finora solo sconfitte, la Macedonia ha segnato ad Albania, Israele e Italia perdendo in tutte e tre le occasioni solo con un gol di scarto. In particolare contro Albania e Italia la Macedonia ha subito il gol decisivo negli ultimi minuti di gioco. Il limite principale è la scarsa tenuta della difesa, confermata anche dalla sconfitta per quattro a zero subita in Spagna, e la mancanza di carisma nella gestione del risultato, ma in attacco la qualità non manca. Il reparto migliore a disposizione del commissario tecnico Angelovski è quello offensivo che può contare su tre calciatori che giocano in Serie A: Trajkovski, Pandev e soprattutto Nestorovski a quota 10 gol nel campionato italiano tra l’altro in una squadra in piena zona retrocessione e che segna pochissimo, il Palermo.

Contro il modesto Liechtenstein che ha già subito sedici gol nelle prime quattro partite del girone, la Macedonia farà una partita d’attacco provando a sfruttare la sua maggiore qualità a livello offensivo schierando contemporaneamente Trajkovski, Pandev e Nestorovski: la vittoria è molto probabile in una partita in cui i gol non dovrebbero mancare, vista la scarsa tenuta delle due difese.

Probabili formazioni
LIECHTENSTEIN: Jehle, Rechsteiner, Malin, Göppel, Brändle, Martin Büchel, Wolfinger, Burgmeier, Salanovic, Yanik Frick, Marcel Büchel.
MACEDONIA: Dimitrievski, Velkovski, Mojsov, Shikov, Ristevski, Stefan Ristovski, Spirovski, Babunski, Trajkovski, Nestorovski, Pandev.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
2 (1.50, Eurobet)
OVER 2.5 (1.90, Eurobet)
NESTOROVSKI MARCATORE (2.10, Eurobet)