Serie A: Torino-Inter e Milan-Genoa (sabato)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Il sabato di Serie A questa settimana propone due partite ai classici orari delle 18 e delle 20.45: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

TORINO – INTER | sabato ore 18:00

L’Inter nella scorsa giornata di campionato ha ottenuto una strepitosa vittoria per sette a uno sull’Atalanta, superandola al quinto posto in classifica, a conferma dell’ottimo lavoro fatto dal nuovo allenatore Pioli da quando ha sostituito De Boer. Superato un primo periodo non eccezionale sul piano del rendimento, impiegato da Pioli per face capire i nuovi dettami tattici ai suoi calciatori, i risultati sono stati poi eccellenti: nelle ultime tredici giornate di campionato solo la Juventus ha fatto un punto in più dell’Inter, che ha viaggiato a una media punti da scudetto perdendo solo contro Juventus e Roma in questo parziale, vincendo per il resto tutte le partite giocate. Soprattutto in trasferta i risultati con Pioli sono nettamente migliorati rispetto alla gestione precedente, l’Inter ha vinto cinque delle ultime sei partite fuori casa e ora è chiamata a dare un’altra dimostrazione di forza battendo il Torino, che in questa stagione in casa ha perso una sola volta, contro la “solita” Juventus.

L’Inter parte favorita in questa partita perché rispetto al Torino ultimamente sta giocando meglio e soprattutto sta trovando una maggiore solidità difensiva, che alla squadra di Mihajlovic manca completamente considerato che nelle ultime nove partite ha subito diciannove gol, solo Palermo e Pescara ne hanno presi di più nello stesso parziale. Per sua fortuna Mihajlovic ha Belotti che sta continuando a segnare con una regolarità impressionante e che ad esempio nell’ultima partita interna grazie a una sua tripletta ha vinto in rimonta contro il Palermo. Per fare un risultato positivo contro l’Inter – che a Torino ha un’ottima tradizione visto che ha vinto dieci degli ultimi dodici precedenti – non basterà il solo Belotti, ci sarà bisogno di maggiore attenzione in fase difensiva e più qualità da parte degli esterni d’attacco: rispetto al girone di andata Iago Falque, Ljajic e Boyè hanno peggiorato il loro rendimento, e l’impatto di Iturbe non è stato finora quello che ci si aspettava visti i soldi spesi per prenderlo dalla Roma.

Torino-Inter per le caratteristiche di gioco delle due squadre, schierate in modo molto offensivo dai due allenatori, dovrebbe essere una partita con parecchi gol, e ci sarà anche la bella sfida nella sfida tra i due frombolieri del campionato Belotti (22 gol) e Icardi (20 gol).

La partita di Serie A tra Torino e Inter sarà visibile gratuitamente in diretta streaming su SNAI (solo per i registrati con un conto attivo).

Probabili formazioni
TORINO: Hart, Zappacosta, Rossettini, Castan, Barreca, Benassi, Lukic, Baselli, Iago Falque, Belotti, Ljajic.
INTER: Handanovic, D’Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi, Gagliardini, Kondogbia (Brozovic), Candreva, Banega (Joao Mario), Perisic, Icardi.

PROBABILE RISULTATO: 2-3
X2 + OVER 1.5 (1.38, SNAI)
GOL (1.45, SNAI)
OVER 2.5 (1.50, SNAI)




MILAN – GENOA | sabato ore 20:45

Il Milan nell’ultimo turno è stato battuto dalla Juventus solo all’ultimo secondo su un calcio di rigore segnato da Dybala: la squadra allenata da Montella ha rischiato di essere la prima a fermare sul pareggio i campioni d’Italia in carica in casa in questo campionato, e in questa stagione è stata l’unica a metterla in difficoltà visto che l’aveva già battuta nella partita di andata e nella finale di Supercoppa Italiana, in quel caso ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari e supplementari erano finiti sul punteggio di uno a uno.

Il distacco dal quinto posto è aumentato a quattro punti, anche se per ottenere la qualificazione all’Europa League potrebbe bastare anche il sesto posto, vista la situazione attuale in Coppa Italia in cui le semifinaliste dovrebbero raggiungere un posto in Europa tramite il loro piazzamento in campionato. L’obiettivo di Montella è però quello di giocare partita dopo partita senza guardare più di tanto la classifica, che è comunque positiva considerata la rosa a disposizione.

Nonostante le difficoltà oggettive dovute a una formazione di non altissimo livello, penalizzata nel girone di ritorno dagli infortuni di alcuni titolari – in primis di Bonaventura – il Milan sta continuando a lottare con grande agonismo e voglia di imporsi, che è invece del tutto mancata all’avversaria di turno, il Genoa, nel girone di ritorno. Con il cambio di allenatore – Mandorlini ha preso il posto di Juric – qualche miglioramento c’è stato, anche se la sconfitta nel derby nell’ultimo turno di campionato contro la Sampdoria potrebbe avere qualche ripercussione a livello morale. Il Genoa nonostante il girone di ritorno disastroso è comunque tranquillo con gli attuali quattordici punti di vantaggio sulla terzultima in classifica, la vittoria nello scontro diretto con l’Empoli di due giornate fa ha quanto meno chiuso il discorso salvezza, anche se è un piccolo contentino per i tifosi, visto che il campionato era iniziato benissimo.

Nel Milan mancherà per squalifica l’attaccante Bacca, un’assenza importante ma non fondamentale: nelle quattro occasioni in cui non ha giocato i rossoneri hanno comunque segnato sette gol, semmai si farò sentire la mancanza di Suso che è diventato fondamentale nello sviluppo dell’azione offensiva della squadra, così come più pesante è la squalifica di Romagnoli in difesa. I titolari in attacco – in assenza di Bacca e Suso – dovrebbero essere Deulofeu, Lapadula e Ocampos, uno dei tanti ex della partita. L’unico calciatore insostituibile in questo Milan è diventato il portiere Donnarumma, che dopo un breve periodo di appannamento a gennaio è tornato a essere decisivo con delle parate eccezionali: è il portiere di Serie A che ne ha fatte di più (111), e molte di queste sono state davvero difficili.

Già la sola presenza di Donnarumma spinge a puntare sul Milan, visto che il Genoa nelle ultime tredici partite di campionato ha mantenuto la porta inviolata in una sola occasione – contro il peggiore attacco dei cinque massimi campionati europei, quello dell’Empoli – subendo ben ventinove gol nel parziale.

Probabili formazioni
MILAN: Donnarumma, De Sciglio, Zapata, Paletta, Vangioni, Kucka, Locatelli, Pasalic, Ocampos, Lapadula, Deulofeu.
GENOA: Lamanna, Munoz, Gentiletti, Izzo, Lazovic, Rigoni, Cataldi, Hiljemark, Laxalt, Simeone, Pinilla.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.65, SNAI)
1X + UNDER 3.5 (1.70, SNAI)