Champions League: Atletico Madrid-Bayer Leverkusen (mercoledì)

Champions League
I pronostici sulle partite di calcio della Champions League, la più importante competizione d'Europa per squadre di club

Le probabili formazioni, l’approfondimento e i pronostici su Atletico Madrid-Bayer Leverkusen, partita di ritorno degli ottavi di Champions League: all’andata, in Germania, l’Atletico ha vinto 4-2.

ATLETICO MADRID – BAYER LEVERKUSEN | martedì ore 20:45

La partita di andata tra il Bayer Leverkusen e l’Atletico Madrid, giocata a Leverkusen il 21 febbraio scorso, è stata molto diversa dal tipo di partita che queste due stesse squadre avevano giocato contro negli ottavi di finale dell’edizione della Champions League del 2014-2015 (passò l’Atletico, ai rigori, dopo due soli gol in 180 minuti più i supplementari). Stavolta l’Atletico – che aveva bisogno di segnare in trasferta per semplificarsi la vita al ritorno – in Germania ne ha segnati addirittura quattro, e subiti soltanto due, e ha reso di fatto la qualificazione ai quarti un obiettivo già virtualmente raggiunto.

Oltre al numero di gol in trasferta, già di suo piuttosto cospicuo, ha stupito una certa semplicità mostrata dall’Atletico per tutta la partita nel portare avanti gli attacchi più pericolosi. Il Bayer Leverkusen ha opposto una resistenza minima e completamente inadeguata rispetto agli inserimenti di Carrasco e Saul Niguez – autore del primo splendido gol – e alle triangolazioni di Gameiro e Griezmann (un gol ciascuno). Nel secondo tempo Gameiro ha anche colpito una trasferta, prima che Fernando Torres, entrato al 77°, segnasse il quarto gol.

Sotto l’aspetto tattico del pressing, della rapida circolazione del pallone in contropiede e della concretezza sotto porta, l’Atletico Madrid ha giocato una partita perfetta: ha segnato quattro gol con 14 tiri complessivi tenendo meno del 38 per cento di possesso palla. E se non fosse stato per il portiere del Bayer, Berd Leno, il vantaggio finale dell’Atletico sarebbe stato persino più ampio. Soltanto nel secondo tempo il Bayer Leverkusen ha cercato di fare la partita e mostrato maggiore tenacia e convinzione, ma ha inevitabilmente offerto maggiori possibilità di contrattacco all’Atletico finendo per subire altri due gol.

Nel frattempo, in queste tre settimane – traendo forse beneficio anche dalla consapevolezza di avere già praticamente ottenuto la qualificazione ai quarti di Champions League – l’Atletico Madrid ha ripreso a fare punti in modo più regolare anche in campionato. Le due ultime vittorie contro il Valencia (3-0) e contro il Granada (1-0) gli hanno permesso di recuperare quattro punti sul Siviglia, ancora terzo ma ora distante solo cinque punti. Per molti tratti della stagione, tuttavia, è sembrato piuttosto evidente quanto la Champions League sia quest’anno ritenuta dall’Atletico Madrid e dal suo allenatore Simeone l’obiettivo principale, quello meritevole delle maggiori attenzioni. Per il Bayer vale il discorso opposto: sfumata ogni ragionevole possibilità di proseguire in Champions, l’obiettivo è risalire in campionato e ottenere un posto valido per le competizioni europee della prossima stagione.

Al momento il Bayer Leverkusen è in decima posizione in campionato, con la metà dei punti ottenuti dal Bayern Monaco, primo, e con quattro punti in meno dell’Eintracht Francoforte, sesto. Erano quattordici anni che non andava così male. Dopo la sconfitta contro l’Atletico Madrid, ha perso anche in campionato due partite consecutive: 2-0 in casa contro il Mainz e 6-2 in trasferta a Dortmund contro il Borussia. Questa seconda sconfitta ha determinato l’esonero immediato di Roger Schmidt da parte della società, che ha affidato al turco Tayfun Korkut (ex Hannover e Kaiserslautern) l’incarico di allenatore fino alla fine di questa stagione.

Venerdì scorso, alla prima partita con Tayfun allenatore, senza particolari stravolgimenti nella formazioni titolare, il Bayer ha pareggiato 1-1 in casa contro il Werder Brema (Toprak ha anche calciato malissimo e fallito un rigore al sesto minuto di recupero). Risultato a parte, molti dei suoi giocatori sono sembrati del tutto fuori forma, motivo ulteriore per sospettare che quest’ultima stagione con Schmidt sia cominciata male fin dalla preparazione, nel tentativo di rispettare aspettative probabilmente superiori alle capacità della squadra. Contro l’Atletico Madrid tra squalifiche e infortuni mancheranno in difesa Omar Toprak, Jonathan Tah e Lars Bender.

Nell’Atletico potrebbe tornare a disposizione Fernando Torres, assente da circa due settimane dopo un brutto trauma cranico – e un ricovero di una notte – per uno scontro con un avversario durante una partita di campionato contro il Deportivo La Coruna. È molto improbabile che ci sia lui in attacco dal primo minuto, e qualche incertezza circola anche riguardo Gameiro, assente anche nella partita di campionato di sabato scorso contro il Granada per un lieve infortunio muscolare. Se nessuno dei due dovesse farcela, a scendere in campo titolare con Griezmann sarebbe verosimilmente uno tra Carrasco e Angel Correa.

Le assenze sicure saranno quelle di Filipe Luis sulla sinistra e di Gabi a centrocampo, entrambi squalificati.

Le probabili formazioni:
ATLETICO MADRID: Oblak; Vrsaljko, Gimenez, Godin, Lucas Hernandez; Koke, Saul Niguez, Juanfran, Carrasco (o Gaitan); Gameiro (o Carrasco), Griezmann.
BAYER LEVERKUSEN: Leno; Hilbert, Dragovic, Jedvaj, Wendell; Brandt (o Baumgartlinger), Aranguiz, Bellarabi, Kampl; Chicharito Hernandez, Mehmedi.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.65, Bet365)
1 + UNDER 4,5 (2.00, Bet365 e Betfair)