Liga: Alavés-Atletico, Eibar-Deportivo e Leganés-Celta Vigo (sabato)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

Le probabili formazioni, i pronostici e le cose da sapere riguardo Alavés-Atletico Madrid, Eibar-Deportivo La Coruna e Leganés-Celta Vigo, tre delle quattro partite che si giocano sabato nel campionato spagnolo.

ALAVÉS – ATLETICO MADRID | sabato ore 16:15

Sia l’Alavés che l’Atletico Madrid si sono da poco qualificati per le semifinali di Coppa del Re, che si svolgeranno la settimana prossima. Mercoledì l’Atletico giocherà la prima in casa contro il Barcellona, e il giorno dopo toccherà all’Alavés giocare la prima in trasferta contro il Celta Vigo. Entrambe sono state favorite dal sorteggio ai quarti: l’Alavés ha eliminato senza problemi l’Alcorcón, squadra di seconda divisione; e l’Atletico ha battuto 3-0 all’andata l’Eibar, per poi pareggiare 2-2 mercoledì scorso nei Paesi Baschi.

Pur essendo squadre tecnicamente imparagonabili sul piano dei risultati e delle ambizioni, l’Alavés e l’Atletico Madrid condividono una qualità in particolare: una buona difesa (sono tra le prime cinque della Liga, per minor numero di gol subiti finora). L’Atletico lo deve a un’esperienza accresciuta e dimostrata in tutta Europa nel corso delle ultime stagioni, con Simeone come allenatore e Diego Godin come centrale di riferimento. I sedici gol subiti in diciannove partite sono anzi un dato piuttosto atipico, per l’Atletico Madrid, che nella stagione passata riuscì a prenderne soltanto diciotto in tutto il campionato (38 partite).

Nel caso del neopromosso Alavés i meriti sono da attribuire principalmente alla scrupolosità dell’allenatore argentino Mauricio Pellegrino, il quale – pur non avendo a disposizione una linea difensiva di fenomeni – è riuscito a sistemare due buoni mediani di copertura (Marcos Llorente e Manu Garcia) davanti a una solida difesa a quattro e un eccellente portiere, il ventiquattrenne Fernando Pacheco. È principalmente a questo che deve l’Alavés la sua attuale dodicesima posizione in classifica (+10 sulla terzultima in classifica).

L’unica assenza rilevante della partita è quella di Gabi, squalificato, nel centrocampo dell’Atletico Madrid: dovrebbe favorire la compresenza di Gaitan e Carrasco, due che Simeone non tende molto spesso a schierare contemporaneamente in campo. Non è da escludere anzi che uno dei due possa piuttosto lasciare il posto a Juanfran o addirittura Gimenez, nel ruolo di esterno destro di centrocampo.

Le probabili formazioni:
ALAVÉS: Pacheco; Kiko Femenia, Laguardia, Feddal, Theo Hernandez; Marcos Llorente, Manu Garcia; Camarasa, Edgar Mendez, Ibai Gomez; Deyverson.
ATLETICO MADRID: Moyá; Vrsaljko, Savic, Godin, Filipe Luis; Gaitan, Koke, Saul Niguez, Carrasco; Griezmann, Gameiro.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 + UNDER 3,5 (1.40, Betfair)
2 + UNDER 4,5 (1.80, Bet365 e Betfair)
PARZIALE/FINALE X/2 (4.30, Eurobet)




 

EIBAR – DEPORTIVO LA CORUNA | sabato ore 18:30

È stato da poco eliminato ai quarti di Coppa del Re dall’Atletico Madrid ma nella partita di ritorno l’Eibar ha fatto una bella figura, pareggiando in casa 2-2. Non capita spesso, di segnare due gol all’Atletico, e ancora meno spesso capita di segnarne uno in contropiede, all’Atletico. È stato il gol con cui al 73° minuto Sergi Enrich ha pareggiato il gol segnato precedentemente da Gimenez di testa all’inizio del secondo tempo. È stata una bellissima azione, ben condotta da Bebé, l’ex esterno del Rayo Vallecano, e conclusa di controbalzo da Enrich dopo il palo colpito da Pedro Leon.


Nella valutazione del gennaio non particolarmente brillante dell’Eibar c’è da tenere conto del livello degli avversari: le tre sconfitte sono avvenute contro il Barcellona (4-0) e due volte contro l’Atletico Madrid (2-0 in campionato e 3-0 nell’andata dei quarti di Coppa del Re). Della sua inclinazione a fare gol con facilità e a vincere le partite contro avversari abbordabili, l’Eibar ha invece dato dimostrazione l’ultima volta due settimane fa in casa dello Sporting Gijón, battuto 3-2. Grazie a quel risultato – e a tutti quelli della prima, positiva parte di stagione – si tiene ancora nella prima metà di classifica, in decima posizione con ventisei punti, come l’Espanyol.

È un discorso che vale in parte anche per il Deportivo La Coruna, quello riguardo al livello degli avversari affrontati in questo inizio di 2017. Prima di tutto occorre ricordare che il Depor è uscito agli ottavi di Coppa del Re senza essere sconfitto: contro l’Alavés ha fatto 2-2 in casa e solo 1-1 in trasferta. In campionato ha ottenuto tre pareggi consecutivi contro Espanyol, Villarreal e Las Palmas, tutte squadre che – per come stava messo il Deportivo tra ottobre e novembre – avrebbero dovuto vincerle, queste partite. Il Deportivo è in quintultima posizione e ha diciannove punti, come il Valencia, che però deve recuperare una partita (contro il Real Madrid). Ha sei punti di vantaggio sulla squadra al momento terzultima, lo Sporting Gijón.

Non ci sono assenze da segnalare a parte quella di Escalante, squalificato, nel centrocampo dell’Eibar: questa assenza dovrebbe favorire il rientro di Fran Rico in coppia con Dani Garcia. È ancora indisponibile Kike Garcia, e quindi Mendilibar dovrebbe ancora una volta affidarsi a Adrian Gonzalez come mezza punta alle spalle di Enrich, con Pedro Leon largo a destra.

Le probabili formazioni:
EIBAR: Yoel Rodriguez; Capa, Dos Santos, Lejeune, Luna; Dani Garcia, Fran Rico; Inui, Pedro Leon, Adrian Gonzalez; Enrich.
DEPORTIVO: Tyton; Juanfran Moreno, Arribas, Sidnei, Navarro; Guilherme Dos Santos, Borges; Emre Colak, Carles Gil, Bruno Gama; Andone.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + OVER 1,5 (1.83, Betfair)
GOL (1.95, Bet365)
OVER (2.20, Betfair)

 

LEGANÉS – CELTA VIGO | sabato ore 20:45

Con un pareggio per 2-2 al “Balaídos” mercoledì scorso, il Celta Vigo di Eduardo Berizzo è riuscito a eliminare il Real Madrid dalla Coppa del Re, e in semifinale affronterà l’Alavés, una squadra ben messa in difesa ma decisamente abbordabile. Eccetto la sconfitta contro la Real Sociedad nel turno di campionato scorso, nel mese di gennaio il Celta ha ottenuto solo vittorie, ed è ancora “agganciato” al gruppetto delle squadre che se la giocano per un posto nelle competizioni europee della prossima stagione.

La qualificazione alle semifinali di Coppa del Re ha confermato quanto sia positivo l’avanzamento di Daniel Wass sulla trequarti, con Aspas e Bongonda, alle spalle di Guidetti punta centrale. A causa di una distorsione non grave alla spalla destra, subita durante la partita contro il Real Madrid, Wass è stato però escluso dai convocati per la partita contro il Leganés, quartultimo in classifica e protagonista di due buoni pareggi contro Alavés e Athletic Bilbao negli ultimi due turni di campionato. Per risparmiare energie in vista della semifinale di Coppa del Re è stato dato un turno di riposo anche a Iago Aspas, e perciò la trequarti del Celta sarà piuttosto diversa dal solito (Orellana, escluso dalla rosa, è ormai quasi un ex giocatore del Celta). Ci saranno probabilmente Jozabed (ex Rayo Vallecano), Sené e Pione Sisto, alle spalle di uno tra Giuseppe Rossi e Guidetti.

Sebbene le assenze tra i titolari del Celta – e la probabile stanchezza per l’impegno recente contro il Real Madrid – rappresentino comunque un vantaggio per l’avversario, il Leganés in questo campionato ha mostrato un’estrema difficoltà a creare occasioni da gol con frequenza e azioni rapide e fluide. La clamorosa vittoria per 1-0 alla prima di campionato – da neopromossa, proprio contro il Celta, in uno stadio complicato come il “Balaídos” – aveva fatto sperare ai più ottimisti che la stagione potesse dare più soddisfazioni di quante non ne abbia portate finora.

Le probabili formazioni:
LEGANÉS: Herrerin; Bustinza, Mantovani, Insua, Adrian Marin; David Timor, Ruben Perez; Gabriel Pires, Victor Diaz, Szymanowski (o Machis); Miguel Guerrero.
CELTA VIGO: Sergio Álvarez; Hugo Mallo, Cabral, Fontás, Planas; Tucu Hernández, Radoja; Jozabed, Señé, Pione Sisto; Rossi (o Guidetti).

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER (1.62, Eurobet e SNAI)
1X + UNDER 3,5 (1.65, Eurobet e Betfair)