Serie A: Lazio-Atalanta, Napoli-Pescara, Sassuolo-Palermo, Sampdoria-Empoli e Udinese-Roma (domenica)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Approfondimenti, probabili formazioni e pronostici per le cinque partite di Serie A in programma domenica alle 15.

LAZIO – ATALANTA | domenica ore 15:00

Lazio-Atalanta sarà molto probabilmente una bella partita tra due squadre in salute che stanno giocando molto bene e che stanno ottenendo risultati migliori di quanto ci si aspettava a inizio stagione. Prima di quest’anno, l’Atalanta non aveva mai raccolto 35 punti nelle prime 19 partite di un campionato di Serie A e questa è un’ulteriore conferma di quanto bene sta facendo l’allenatore Gasperini, nonostante la partenza ad handicap in cui pesò proprio la sconfitta subita in casa all’esordio per quattro a tre contro la Lazio. Simone Inzaghi, da parte sua, scelto in estate solo dopo il rifiuto di Bielsa, ha guidato la sua squadra al secondo migliore risultato di sempre da quando la Serie A è a venti squadre, la Lazio ha fatto meglio in termini di punti conquistati solo nella stagione 2012/2013 (39 punti).

Lazio e Atalanta potranno per questo motivo affrontare questa partita con grande consapevolezza della propria forza e con grandi motivazioni. Tra le due squadre è però probabilmente la Lazio quella ancora più affamata di risultati: l’obiettivo minimo è quello di rientrare in Europa, quello massimo di qualificarsi in Champions League arrivando al terzo posto. L’Atalanta ha solo due punti in meno della Lazio ma la dirigenza cedendo Gagliardini all’Inter ha deciso di fare cassa e – visto che l’obiettivo primario della salvezza è stato già raggiunto -potrebbe alla lunga peggiorare il suo rendimento, anche perché mantenersi su questi livelli sarà difficile.

L’Atalanta senza Gagliardini e senza Kessie – impegnato in Coppa d’Africa – ha comunque vinto alla grande in casa del Chievo nella prima partita del 2017 e fatto due gol alla Juventus in Coppa Italia. La partita giocata mercoledì sera e la mancanza di alternative a centrocampo potrebbero pesare alla lunga contro una squadra – la Lazio – che in settimana ha potuto concentrarsi esclusivamente su questa partita e che ha recuperato Lulic e Felipe Anderson squalificati la scorsa settimana.

La Lazio è per questi motivi favorita in una partita in cui i gol non dovrebbero mancare: l’Atalanta in trasferta ha segnato 15 gol su 10 partite.

L’over 1.5 unito alla doppia chance interna è a quota 1.51 su SNAI che farà vedere la partita in diretta straming agli utenti registrati al sito e con un conto attivo.

Probabili formazioni
LAZIO: Marchetti, Basta, Radu, De Vrij, Wallace, Biglia, Parolo, Milinkovic-Savic, Lulic, Felipe Anderson, Immobile.
ATALANTA: Berisha, Masiello, Toloi, Caldara, Conti, Dramè, Kurtic, Freuler, Grassi, Gomez, Petagna.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + OVER 1.5 (1.51, SNAI)




NAPOLI – PESCARA | domenica ore 15:00

Il Pescara nel corso di questo calciomercato invernale è stato finora molto attivo, acquistando già un buon numero di calciatori: Bovo e Stendardo in difesa, Cubas a centrocampo, Cerri e Gilardino in attacco. Alcuni di questi saranno subito titolari, non il difensore Bovo che si è subito infortunato e che si è aggiunto alla lunga lista di indisponibili in cui figurano anche Bahebeck, Pepe, Campagnaro, Zampano, Vitturini, Brugman e Fornasier. Con tutti questi calciatori infortunati, tutti questi movimenti di calciomercato e il probabile cambio di modulo voluto dall’allenatore Oddo con il passaggio al 3-5-2, il rischio di fare una figuraccia in casa di una squadra formidabile quando gioca in casa come il Napoli è altissimo.

Il Napoli dovrà fare a meno di Koulibaly, Ghoulam e Milik – il polacco è però ormai prossimo al rientro – ma ha dimostrato soprattutto negli ultimi due mesi di avere parecchie alternative di qualità a quella che è la formazione titolare. Anche Tonelli e Giaccherini – a lungo inutilizzati da Sarri – nell’ultima settimana si sono fatti trovare pronti, segnando dei gol fondamentali per le vittorie in campionato contro la Sampdoria e in Coppa Italia contro lo Spezia. Diawara e Zielinski sono cresciuti di settimana in settimana tanto da farsi preferire ormai stabilmente a Jorginho e Allan.

Il Napoli è tra le squadre più in forma del campionato, non perde da otto partite (serie attualmente più lunga), ed è andato a segno in 46 delle ultime 47 partite di campionato giocate al San Paolo, con una media di 2.5 reti a partita in questo parziale. Il Napoli ha il migliore attacco del campionato con 42 gol fatti, non a caso visto che è anche la squadra che ha effettuato più tiri totali (341) e nello specchio della porta (132).

Le statistiche del Pescara sono invece del tutto negative: ha la serie più lunga senza vittorie in Serie A (16 partite) e se si esclude la vittoria a tavolino contro il Sassuolo, non vince addirittura da 36 partite in Serie A. Il Pescara inoltre ha mantenuto la porta inviolata una sola volta in questa stagione (nessuna squadra ha fatto peggio) e sul campo ha fatto appena sei punti su diciotto partite giocate finora.

Probabili formazioni
NAPOLI: Reina, Hysaj, Tonelli, Albiol, Strinic, Zielinski, Diawara, Hamsik, Callejon, Mertens, Insigne.
PESCARA: Bizzarri, Bruno, Stendardo, Coda, Crescenzi, Verre, Memushaj, Benali, Cristante, Verre, Gilardino, Caprari.

PROBABILE RISULTATO: 4-1
1 + OVER 2.5 (1.40, SNAI)
1 CON HANDICAP (-1.0) (1.39, SNAI)
SAMPDORIA – EMPOLI | domenica ore 15:00

L’Empoli nell’ultima giornata di campionato ha vinto una partita fondamentale contro il Palermo, aumentando a sette i punti di vantaggio sulla zona retrocessione. La società ha fatto bene a confermare la propria fiducia a Martusciello, che dopo un avvio di campionato difficile ha saputo dare una buona solidità alla fase difensiva della sua squadra (il portiere Skorupski ha già mantenuto per otto volte la sua porta inviolata), migliorando di conseguenza i risultati. C’era bisogno di tempo per una squadra che in estate ha perso alcuni calciatori forti come Tonelli, Paredes e Zielinski, peggiorando soprattutto la fase offensiva: l’Empoli ha fatto solo 11 gol finora e da quando la Serie A è tornata a 20 squadre nessuna squadra aveva chiuso il girone d’andata con così pochi gol fatti.

Per raggiungere la salvezza con maggiore tranquillità servirebbe un rendimento migliore anche nelle partite in trasferta, dove finora l’Empoli ha vinto solo una volta, 4-0 contro il Pescara. Per il resto sono arrivate cinque sconfitte e più in generale le difficoltà fuori casa l’Empoli se le trascina già dallo scorso campionato, visto che ha perso dodici delle ultime diciotto partite.

La Sampdoria proverà ad approfittarne per ritrovare una vittoria che manca ormai da quattro giornate. La vittoria sul Torino ha messo fine a una serie di risultati positivi che hanno fatto risalire la squadra in classifica, da lì in avanti nonostante le raccomandazioni dell’allenatore Giampaolo la squadra ha perso la giusta concentrazione facendo un solo punto nelle ultime quattro partite. A dire il vero la Sampdoria nella prima partita del 2017 ha giocato bene e contro il Napoli avrebbe meritato almeno il pareggio, penalizzata dall’espulsione ingiusta di Silvestre e dal gol subito all’ultimo secondo. Giocando con la stessa intensità vista a Napoli, la Sampdoria non dovrebbe avere problemi a superare l’Empoli, sfruttando il fattore campo e la conoscenza che ha Giampaolo dei calciatori avversari, quasi tutti allenati lo scorso anno.

Probabili formazioni
SAMPDORIA: Puggioni, Skriniar, Regini, Pereira, Dodò, Barreto, Torreira, Linetty, Bruno Fernandes, Muriel, Quagliarella.
EMPOLI: Skorupski, Pasqual, Costa, Bellusci, Laurini, Croce, Saponara, Krunic, Dioussè, Mchedlidze, Marilungo.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.75, SNAI)
1X + OVER 1.5 (1.51, SNAI)
SASSUOLO – PALERMO | domenica ore 15:00

Questa partita è molto importante per il Sassuolo, perché battendo il Palermo in casa inizierebbe nel modo giusto il girone di ritorno, aumentando il vantaggio sulla zona retrocessione e mettendosi al sicuro da brutti scherzi. L’impegno in Europa League e i troppi infortuni hanno penalizzato il Sassuolo, e un risultato negativo in questa partita potrebbe aumentare le incertezze di una squadra che finora è stata più sfortunata che altro. In questa partita l’allenatore Di Francesco recupera qualche calciatore importante come Cannavaro e Politano nella formazione titolare, inoltre Berardi dopo la breve apparizione fatta contro il Torino potrebbe a questo giro giocare almeno un tempo.

Il Sassuolo nella partita d’andata mise in mostra la sua superiorità rispetto al Palermo, vincendo agevolmente la partita col risultato di uno a zero. Nel frattempo i rosanero non si sono rinforzati più di tanto e il cambio di allenatore è servito a poco sul piano dei risultati, la sconfitta contro l’Empoli dell’ultima giornata è dura da superare e non hanno aiutato in settimana le notizie che davano Zamparini pronto all’ennesimo esonero, saltato solo perché De Zerbi ha rifiutato di tornare al posto di Corini.

Il Sassuolo dovrebbe riuscire a imporre la sua maggiore qualità e vincere la partita: il Palermo farà una partita difensiva e nel primo tempo potrebbe riuscire a limitare i danni, ma alla lunga la difesa ha dimostrato di non essere in grado di mantenere la porta inviolata, considerati i 23 gol subiti nei secondi tempi.

Probabili formazioni
SASSUOLO: Consigli, Peluso, Lirola, Acerbi, Cannavaro, Aquilani, Mazzitelli, Sensi, Politano, Ragusa, Defrel.
PALERMO: Posavec, Vitiello, Goldaniga, Rispoli, Goldaniga, Aleesami, Quaison, Jajalo, Bruno Henrique, Gazzi, Nestorovski.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1 (1.70, SNAI)
SASSUOLO SEGNA NEL SECONDO TEMPO (1.44, SNAI)
UDINESE – ROMA | domenica ore 15:00

La Roma ha vinto una partita in un campo difficile come quello del Genoa nell’ultimo turno di campionato, mettendo in mostra una inedita solidità a livello difensivo. La squadra allenata da Spalletti è cambiata nel corso del girone d’andata, e col passaggio alla difesa a tre – in particolare da quando è rientrato dall’infortunio Rudiger – i gol subiti sono nettamente diminuiti. Se nelle prime dieci partite la Roma aveva mantenuto la porta inviolata solo in due occasioni, nelle ultime nove giornate c’è riuscita ben cinque volte, subendo solo due gol nelle ultime cinque partite.

Rispetto all’ultima partita Spalletti perde due calciatori importanti nella fase difensiva come De Rossi e proprio Rudiger (squalificati), ma nel frattempo sono tornati a disposizione Manolas e Paredes, inoltre Juan Jesus contro il Genoa ha giocato finalmente una buona partita dopo un girone d’andata disastroso.

Per l’Udinese – che da quando c’è Delneri in panchina è rimasta a secco di gol solo una volta – non sarà facilissimo segnare alla Roma, inoltre l’allenatore deve fare i conti con alcune assenze che penalizzano la squadra: senza la spinta di Widmer sulla fascia ci saranno meno soluzioni in fase offensiva, mentre il centrocampo perderà la copertura di Badu (in Coppa d’Africa) sulla mediana.

Anche l’Udinese come la Roma ha migliorato col passare delle giornate la sua solidità difensiva. Nelle ultime cinque partite ha mantenuto la porta inviolata in tre occasioni, e contro l’Inter ha giocato un ottimo primo tempo e alla fine il risultato più giusto sarebbe stato probabilmente l’uno a uno. Sarà una partita equilibrata con due squadre che proveranno a interpretare bene la fase difensiva come richiesto dai due allenatori: la Roma parte favorita per la maggiore qualità in attacco, anche se le assenze di Salah e Perotti potrebbero farsi sentire.

Probabili formazioni
UDINESE: Karnezis, Faraoni, Felipe, Samir, Danilo, Kums, Fofana, Jankto, De Paul, Thereau, Zapata.
ROMA: Szczesny, Emerson, Manolas, Bruno Peres, Fazio, Juan Jesus, Strootman, Paredes, Nainggolan, El Shaarawy, Dzeko.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 + UNDER 3.5 (1.80, SNAI)