Serie A: Fiorentina-Napoli, Cagliari-Sassuolo e Palermo-Pescara (giovedì)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Approfondimenti, probabili formazioni e pronostici per tre delle sei partite di Serie A in programma giovedì sera alle 20:45.

FIORENTINA – NAPOLI | giovedì ore 20:45

La sconfitta subita domenica sera all’Olimpico contro la Lazio, la seconda consecutiva dopo quella nel recupero contro il Genoa, ha confermato pregi e difetti della Fiorentina, squadra tornata a essere molto simile a quella della scorsa stagione. Paulo Sousa, che l’anno passato si era distinto come uno dei migliori allenatori della Serie A, uno dei più innovativi dal punto di vista tattico con la difesa a “tre e mezzo” (com’è stata successivamente etichettata da Spalletti), in questa stagione non è riuscito a ripetersi, commettendo errori a volte anche banali. A livello di comunicazione, alcune sue dichiarazioni come quella relativa a Bernardeschi (“arriverà a giocare in un top club”), hanno fatto infuriare i tifosi viola. A livello tattico, a inizio campionato ha provato a dare un’impostazione più accorta a livello difensivo a una squadra che dà il meglio di sé solo quando può attaccare con tanti uomini, con risultati inizialmente positivi e poi via via fallimentari. Nelle prime nove partite ufficiali, il portiere Tatarusanu in ben cinque occasioni non aveva subito gol, con il problema però che la sua squadra in tre occasioni non era riuscita nemmeno a farli (pareggi per 0-0 contro Paok, Milan e Atalanta), giocando male. Dalla partita di Europa League contro lo Slovan Liberec (vinta 3-1) in poi, la Fiorentina è tornata a giocare un calcio offensivo con ottimi risultati sul piano dei gol segnati, visto che nelle successive tredici partite non ha mai fallito l’appuntamento col gol, con il problema che però solo in tre occasioni è riuscita a non subirne. Escluso il recupero contro il Genoa che partiva dal ventottesimo minuto del primo tempo sul risultato di 0-0, le sei partite ufficiali più recenti sono tutte finite tutti coi segni “gol” e “over 2.5”.

Contro il Napoli, nell’ultima giornata di Serie A del 2016, è molto probabile che si assisterà a un’altra partita con parecchi gol, viste anche le caratteristiche di gioco della squadra avversaria. La goleada di domenica scorsa contro il Torino (5-3) ha infatti permesso al Napoli di diventare il migliore attacco di questa Serie A (37 gol, di cui ben 30 su azione), inoltre sono 13 i gol segnati dalla squadra di Sarri nelle ultime tre partite di Serie A, con Mertens scatenato e autore di sette gol in due partite, la metà di quanti è riuscito a farne Gabbiadini in 54 presenze. Mertens sarà confermato al centro dell’attacco nel ruolo di “falso nueve” con Insigne e Callejon ai suoi lati, la squadra dopo un po’ di tempo è riuscita ad adattare il suo gioco alle caratteristiche del calciatore belga, con ottimi risultati.

Il Napoli è in gran forma e parte favorito, ma non sarà facile vincere in casa di una Fiorentina ancora imbattuta in stagione nel suo stadio, e potrebbe pesare ancora l’assenza in difesa di Koulibaly, senza il quale ha subito tre gol nell’ultima partita contro il Torino.

La doppia chance esterna unita all’over 1.5 è a quota 1.46 su SNAI che farà vedere la partita in diretta straming agli utenti registrati al sito e con un conto attivo.

Probabili formazioni
FIORENTINA: Tatarusanu; Salcedo, Gonzalo Rodriguez, Astori; Tello, Vecino, Badelj, Olivera; Ilicic, Bernardeschi; Kalinic.
NAPOLI: Reina; Hysaj, Chiriches, Albiol, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
GOL (1.53, SNAI)
X2 + OVER 1.5 (1.46, SNAI)




CAGLIARI – SASSUOLO | giovedì, ore 20:45

La sconfitta subita nell’ultimo turno contro l’Empoli, squadra in lotta per non retrocedere, è stata una delle più pesanti per il Cagliari, anche a livello morale. Dirigenti e tifosi iniziano a dubitare dell’allenatore Rastelli: la squadra ha una classifica soddisfacente, gli attuali 20 punti permettono di amministrare ben undici lunghezze di vantaggio sulla terzultima, ma preoccupano i 39 gol subiti in 17 partite, di gran lunga la peggiore difesa del campionato: l’ultima squadra che si è salvata dopo avere subito almeno 39 gol nelle prime 17 giornate di Serie A è stata la Pro Patria nel 1950/51, tutte le altre sono poi retrocesse.

In questa partita contro il Sassuolo, Rastelli si gioca probabilmente la conferma: una nuova sconfitta con tanti gol subiti potrebbe indurre la società all’esonero, visto che il nuovo allenatore avrebbe poi il tempo di lavorare già durante la sosta. I calciatori sembrano essere dalla parte di Rastelli, che l’anno scorso ha portato la squadra in Serie A, e servirà una loro prova d’orgoglio.

Il calendario dà una mano al Cagliari, perché l’avversario sarà il Sassuolo, una delle squadre del campionato attualmente messe peggio sotto il profilo degli infortuni. L’allenatore Di Francesco è disperato, in settimana si è fatto male anche Missiroli e la lista degli indisponibili resta lunghissima: anche Berardi, Letschert, Duncan, Politano, Biondini, Gazzola, Cannavaro e Magnanelli non potranno essere della partita.

Il Sassuolo non ha mai vinto nelle ultime otto trasferte di Serie A (due pareggi e sei sconfitte) e ha sempre sia segnato che subito gol in questo parziale: una partita da “gol” è molto probabile anche stavolta, visto che di fronte avrà la peggiore difesa del campionato, ma anche una squadra che in casa finora su otto partite ha segnato almeno due gol in ben sette occasioni, restando a secco solo contro il Napoli.

Il ritorno di Joao Pedro sulla trequarti, calciatore importantissimo nell’economia offensiva del Cagliari, potrebbe essere d’aiuto, così come quello di Borriello che dovrebbe giocare almeno un tempo.

Probabili formazioni
CAGLIARI: Storari; Pisacane, Ceppitelli, Alves, Capuano; Dessena, Tachtsidis, Padoin; Joao Pedro; Sau, Farias.
SASSUOLO: Consigli; Lirola, Antei, Acerbi, Peluso; Mazzittelli, Sensi, Pellegrini; Ricci, Defrel, Ragusa.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
GOL (1.60, SNAI)
1X + OVER 1.5 (1.69, SNAI)

Novità: le partite di Serie A saranno visibili in diretta streaming su SNAI (solo per i registrati con un conto attivo).

PALERMO – PESCARA | giovedì ore 20:45

Palermo-Pescara è la sfida tra le ultime due squadre della classifica: il Palermo ha fatto finora appena nove punti in diciassette partite, il Pescara solo otto, e tre di questi sono arrivati grazie alla vittoria ottenuta a tavolino sul Sassuolo in una partita che era stata persa sul campo.

Per il Pescara c’è poco da essere ottimisti: nell’era dei tre punti a vittoria, le altre cinque squadre che hanno totalizzato otto o meno punti dopo 17 turni sono tutte retrocesse e non sembrano esserci al momento i presupposti per smentire questa statistica. La società continua a dare fiducia a Oddo nonostante i pessimi risultati: una scelta condivisibile solo a patto di rinforzare la squadra nel corso del calciomercato invernale, tesserando dei calciatori più abili a mettere in pratica il gioco offensivo dell’allenatore (il Pescara ha la peggiore percentuale realizzativa dell’intero campionato col 7%), in particolare servirebbe un attaccante in grado di assicurare una decina di gol. Anche lo scorso anno in Serie B il Pescara subiva parecchi gol, ma è riuscito a qualificarsi per i playoff e poi a vincerli grazie ai 27 gol di Lapadula, attaccante che non è stato degnamente sostituito. In caso contrario sarebbe consigliabile cambiare allenatore come ha fatto il Palermo sostituendo De Zerbi con Corini. Corini nella prima partita da allenatore dei rosanero è stato sfortunato a non portare via un punto da Firenze, poi però la squadra è stata brava a reagire alla sconfitta contro il Chievo battendo in rimonta il Genoa a Marassi.

Questa tra Palermo e Pescara sarà una sfida molto tesa, chi perde avrà poche possibilità di risollevarsi in classifica e cercare la salvezza, motivo per cui c’è da aspettarsi due squadre molto attente alla fase di non possesso palla, soprattutto nella parte iniziale della partita. Palermo e Pescara tra l’altro sono le squadre che hanno segnato meno nei primi tempi di questa Serie A: tre gol il Pescara, quattro il Palermo, motivo per cui l’under 1.5 nel primo tempo è un pronostico consigliabile. In alternativa c’è da puntare sulla doppia chance interna: il Palermo è in ripresa e farà di tutto per conquistare almeno un punto in casa dove finora ha sempre perso.

Probabili formazioni
PALERMO: Posavec; Cionek, Goldaniga, Andelkovic; Rispoli, Jajalo, Gazzi, Aleesami; Quaison, Henrique; Nestorovski.
PESCARA: Bizzarri; Zampano, Gyomber, Campagnaro, Biraghi; Memushaj, Brugman, Aquilani; Benali, Manaj, Caprari.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.33, SNAI)
1X (1.29, SNAI)