Serie A: Bologna-Atalanta, Cagliari-Udinese, Crotone-Sampdoria e Genoa-Juventus (domenica)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Approfondimenti, probabili formazioni e pronostici per le cinque partite di Serie A in programma domenica alle 15.

BOLOGNA – ATALANTA | domenica ore 15:00

L’Atalanta battendo 2-1 in rimonta la Roma nell’ultimo turno di campionato ha confermato di essere la squadra di Serie A più in forma del momento, basti pensare che nelle ultime otto giornate nessuna squadra nei cinque principali campionati europei (Serie A, Premier League, Bundesliga, Liga e Ligue 1) ha conquistato tanti punti quanti l’Atalanta: 22 dei 24 disponibili (sette vittorie e un pareggio). L’Atalanta negli ultimi anni è sempre stata tradizionalmente una squadra forte in casa ma meno solida in trasferta, l’allenatore Gasperini dopo le difficoltà iniziali è riuscito a migliorare anche questo aspetto tant’è vero che la sua squadra è ora imbattuta in trasferta da quattro partite in Serie A (tre vittorie e un pareggio), qualcosa che non accadeva dal mese di maggio del 2015. L’Atalanta ha inoltre vinto cinque partite consecutive in Serie A per la prima volta da marzo 2014, quando riuscì ad allungare la serie a sei partite.

Tra i segreti del successo dell’Atalanta ci sono i due giovanissimi Caldara e Kessie, lanciati in prima squadra dall’allenatore con ottimi risultati, non solo sul piano del rendimento, anche su quello dei gol segnati visto che l’ivoriano è il più giovane calciatore ad aver realizzato almeno cinque gol nei cinque principali campionati europei e Caldara è il più giovane dei quattro difensori che in Europa hanno realizzato almeno tre gol in questa stagione.

I risultati dell’Atalanta sono sorprendenti solo per chi non aveva visto giocare la squadra allenata da Gasperini nelle prime partite della stagione, quando i risultati non arrivavano soprattutto per sfortuna. Già prima delle partite contro Fiorentina e Inter, qui sul Veggente avevamo capito che la stagione dell’Atalanta era arrivata a un punto di svolta.

Domenica scorsa qui sul Veggente abbiamo dato fiducia all’Atalanta a Firenze e il risultato ha confermato le aspettative: la squadra allenata da Gasperini ha ottenuto un prezioso pareggio e ha complessivamente giocato meglio degli avversari. L’Atalanta dopo una prima parte di campionato pessima sul piano dei risultati, ha fatto sette punti nelle ultime tre partite affrontando squadre forti come Napoli e Fiorentina e si presenta a quest’altra sfida di alto livello con una rinnovata convinzione nei propri mezzi. L’Atalanta ha subito finora dodici gol in otto partite, troppi, ma quattro li ha incassati nella prima giornata in cui ancora la difesa non era abituata al nuovo schema dell’allenatore Gasperini, e per il resto c’è stata pure un po’ di sfortuna: l’Atalanta è tra le squadre che concedono meno tiri agli avversari, in particolare da dentro l’area di rigore, ma deve migliorare sulle palle inattive in cui ha subito ben cinque gol.

A tal proposito l’Atalanta dovrà fare molto attenzione sulle palle inattive al Bologna, che ha già segnato tre gol su calcio di punizione diretto. Infortunatosi Verdi, si è ripreso Viviani altro calciatore molto abile nel tiro dalla distanza, come fatto vedere nello scorso turno contro il Palermo. Il Bologna sul piano della qualità ha qualcosa in meno rispetto all’Atalanta che ritrova dopo la squalifica l’ottimo Conti sulla corsia di destra. La sensazione è che il Bologna grazie ai calci piazzati e all’abilità di Krejci e Destro possa fare gol, anche perché c’è il punto interrogativo rappresentato dal rientro di Sportiello che aveva ceduto il posto a Berisha dopo un paio di interventi da dimenticare, ma l’Atalanta parte leggermente favorita.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota 1.95 su Bet365, che # e che permette di giocare anche sulle ammonizioni.

Probabili formazioni
BOLOGNA: Da Costa, Krafth, Maietta, Gastaldello, Masina, Viviani, Taider, Rizzo, Dzemaili, Krejci, Destro.
ATALANTA: Sportiello, Masiello, Dramè, Caldara, Zukanovic, Conti, Gagliardini, Kurtic, Kessiè, Gomez, Petagna.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
GOL (1.95, Bet365)
X2 (1.40, Bet365)




CAGLIARI – UDINESE | domenica ore 15:00

Il Cagliari continua a deludere in trasferta: nell’ultimo turno è arrivata l’ennesima sconfitta al Bentegodi contro il Chievo, ma in casa il rendimento è stato fin qui ottimo e lascia abbastanza tranquilli in ottica salvezza – primo vero obiettivo stagionale – anche perché Crotone, Palermo e Pescara stanno procedendo al rallentatore e i punti di vantaggio sulla terzultima sono ben nove.

Il Cagliari ha sempre segnato almeno due gol nelle partite di questo campionato giocate allo stadio “Sant’Elia”, vincendo quattro volte, fermando sul pareggio un’avversaria forte come la Roma e perdendo solo in una occasione. La fase offensiva del Cagliari nonostante la grave perdita per infortunio del trequartista Joao Pedro funziona a meraviglia, e ora con il rientro di Farias aumentano anche le alternative a disposizione dell’allenatore Rastelli. Il problema è la difesa, che non convince sia per quanto riguarda i singoli sia per l’organizzazione, messa tra l’altro in difficoltà da uno schema troppo offensivo ma inevitabile per sfruttare la forza offensiva della squadra. E così non è una sorpresa se il Cagliari ha subito gol in ben dodici delle tredici giornate di questo campionato.

Dall’altra parte c’è una squadra che non sta messa poi così meglio a livello difensivo: l’Udinese è riuscita a mantenere la porta inviolata in una sola occasione nelle ultime sedici partite giocate fuori casa in Serie A, e più in generale insieme al Cagliari è tra le tre squadre che hanno concesso agli avversari più chiare occasioni da gol in questa Serie A.

Ci sono tutti i presupposti per assistere a una partita da “gol”, tra due squadre che giocano un calcio offensivo e che si schiereranno entrambe col 4-3-3: il Cagliari è leggermente favorito per via del fattore campo. Come possibili marcatori occhio a Borriello, che all’Udinese ha già segnato 10 gol in carriera, e Thereau, in gran forma nelle ultime giornate e sempre scatenato quando affronta il Cagliari a cui ha già fatto 5 gol.

Probabili formazioni
CAGLIARI: Storari, Bittante, Bruno Alves, Ceppitelli, Isla, Barella, Padoin, Di Gennaro, Farias, Borriello, Sau.
UDINESE: Karnezis, Widmer, Danilo, Samir, Wague, Kums, Fofana, Badu, Matos, Thereau, Zapata.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.61, Bet365)
1X (1.38, Bet365)
CROTONE – SAMPDORIA | domenica ore 15:00

La Sampdoria è in netta ripresa ma la vittoria rocambolesca sul Sassuolo, da 0-2 a 3-2 negli ultimi minuti di gioco, ha confermato come quella di Giampaolo sia una squadra dal rendimento troppo discontinuo, anche all’interno di una stessa partita. L’unica costante che si può rintracciare nella Sampdoria per quanto riguarda i pronostici e le scommesse è la frequenza del segno “gol”, che si è verificato non a caso in ben sette delle ultime otto partite di campionato. La Sampdoria gioca col baricentro alto, è tra le squadre che fanno più volte finire in fuorigioco gli avversari, con tutti i rischi del caso, ma in attacco ha due calciatori di spessore come Quagliarella e soprattutto Muriel, che finalmente sta trovando continuità di rendimento ad alti livelli.

Come già scritto la scorsa settimana, la vittoria nel sentito derby contro il Genoa ha rappresentato per la Sampdoria il punto di svolta della stagione. Grazie a quella vittoria arrivata dopo un periodo molto negativo, l’allenatore Giampaolo ha salvato la sua panchina, la squadra ha ritrovato convinzione nei propri mezzi e – altro particolare di non poco conto – a partire da quella giornata la Sampdoria ha un po’ cambiato il suo modo di giocare, con risultati più che soddisfacenti.

Se la Sampdoria va a segno da otto partite di fila in campionato e ha perso solo una delle ultime sette partite (tre vittorie e tre pareggi), lo deve anche ai cambi fatti dall’allenatore, che ha modificato lo stile di gioco della sua squadra puntando meno sul possesso palla e sposando uno stile d’attacco più diretto, basato sulle verticalizzazioni e sul pressing alto, per assecondare le caratteristiche dei suoi calciatori offensivi, in particolare quelle di Muriel che anche per questo motivo ha migliorato il suo rendimento.

La Sampdoria ha maggiore qualità del Crotone, ma vincere all’Ezio Scida – dove in Serie B ha raccolto due pareggi e una sconfitta nei tre precedenti – non sarà facile. La Sampdoria ha vinto solo una delle ultime dodici trasferte di Serie A, e il Crotone giocherà con grande intensità per provare a riaprire il discorso salvezza. Nella partita contro il Torino, il Crotone è stato sfortunato e anche penalizzato da alcune discutibili decisioni arbitrali.

Nessuna squadra che ha fatto cinque o meno punti dopo le prime tredici giornate è riuscita poi a salvarsi in Serie A: per il Crotone sarà difficile centrare il miracolo, ma vincere all’Ezio Scida non sarà una passeggiata, e visto che la quota salvezza al momento è bassa c’è ancora da credere nella possibilità di una rimonta.

Probabili formazioni
CROTONE: Cordaz, Ceccherini, Ferrari, Rosi, Mesbah, Barberis, Capezzi, Rohden, Palladino, Falcinelli, Trotta.
SAMPDORIA: Puggioni, Skriniar, Silvestre, Regini, Pereira, Barreto, Torreira, Linetty, Bruno Fernandes, Muriel, Quagliarella.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.75, Better)
GENOA – JUVENTUS | domenica ore 15:00

La Juventus ha dato l’ennesima dimostrazione di forza in settimana andando a vincere sul campo del Siviglia col risultato di 3-1, successo che gli ha consegnato la qualificazione aritmetica agli ottavi di finale di Champions League e il primo posto del girone. La squadra allenata da Allegri ha avuto a questo giro un po’ di fortuna: fino alla sciocca espulsione di Vazquez, il Siviglia era in vantaggio per uno a zero e stava giocando decisamente meglio. Da quel momento in poi la Juventus ha dimostrato di essere una grande squadra riuscendo ad approffitare della superiorità numerica, nonostante una formazione priva di parecchi titolari.

La Juventus dovrà fare attenzione al Genoa, che a “Marassi” riesce a giocare con grande intensità e a fare un ottimo pressing a tutto campo, un po’ come aveva era riuscito martedì al Siviglia in avvio di gara. Allegri non ha risolto del tutto i suoi problemi di formazione: Barzagli, Pjaca, Lemina e Dybala saranno ancora assenti, Benatia e Higuain sono rientrati tra i convocati ma molto probabilmente non saranno titolari.

Il Genoa è ancora imbattuto in casa in questo campionato con due vittorie e quattro pareggi, inoltre in ben tre occasioni è riuscito a mantenere la propria porta inviolata. L’assenza di Pavoletti in attacco non sarà d’aiuto, anche se il suo sostituto Simeone quando è stato chiamato in causa ha sempre fatto bene riuscendo anche a segnare due gol. Sulla trequarti inoltre è rientrato bene dopo l’infortunio che lo ha fermato per un mese Ocampos, calciatore di grande qualità tecnica. L’assenza più pesante sarà forse quella dello squalificato Veloso in cabina di regia, ma il Genoa dovrà fare più che altro una partita di grande intensità e pressing, e non avrà modo di impostare più di tanto il gioco perché il possesso palla sarà per lo più della Juventus.

La Juventus senza Dybala e Higuain è più prevedibile in fase offensiva, il pressing del Genoa potrebbe funzionare soprattutto in avvio, del resto tutti gli otto gol fatti dalla Juventus in trasferta sono arrivati nei secondi tempi: under 1.5 nel primo tempo altamente probabile, con la partita che potrebbe decidersi nella ripresa, in cui dovrebbe entrare Higuain.

Probabili formazioni
GENOA: Perin, Edenilson, Burdisso, Izzo, Munoz, Rincon, Laxalt, Ntcham, Rigoni, Ocampos, Simeone.
JUVENTUS: Buffon, Chiellini, Bonucci, Evra, Lichtsteiner, Alex Sandro, Marchisio, Pjanic, Khedira, Cuadrado, Mandzukic.

PROBABILE RISULTATO: 0-1
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.35, Better)
X2 + UNDER 3.5 (1.50, Better)