Formula 1: i pronostici sul GP del Messico (partenza ore 20:00)

Nel Gran Premio del Messico di Formula 1 – diretta su Sky dalle 20:00 – Hamilton partirà di nuovo in pole position, seguito da Rosberg, le due Red Bull, Hulkenberg e le due Ferrari: non tutti seguiranno la stessa strategia, e potrebbe uscirne una gara da non perdere.

Come sono andate le qualifiche

Anche stavolta Lewis Hamilton – che in classifica generale ha 26 punti in meno rispetto a Rosberg – è stato costantemente più veloce del suo compagno di squadra, che però sta gestendo il suo vantaggio con grande intelligenza e consapevolezza (mancano tre gare, inclusa questa: teoricamente, è il primo “match point” della stagione). Infatti, benché le Red Bull siano parse in alcuni frangenti più veloci di Rosberg (specialmente Verstappen), grazie al suo ultimo tentativo compiuto in Q3 il pilota tedesco è riuscito a piazzarsi davanti a Verstappen, terzo, e Ricciardo, quarto.

Piuttosto male sono andate le Ferrari, sia con Raikkonen che con Vettel, che non sono stati in grado di segnare un tempo migliore di quello fatto dalla Force India di Hulkenberg, quinto in griglia. La delusione in Ferrari è stata maggiore del solito perché entrambe le macchine, durante le prove libere del venerdì, e anche nelle prime due manche della qualifica, avevano dato l’impressione di poter ottenere un risultato migliore (almeno tempi da seconda fila). L’aumento della temperatura dell’asfalto ha penalizzato il rendimento della Ferrari, come già accaduto in altre occasioni in questa stagione. In Q3 tutte le macchine hanno girato con gomme supersoft (le più “veloci” e meno resistenti), e Raikkonen e Vettel sono stati gli unici due ad avere difficoltà a compiere giri veramente veloci, e che tecnicamente sono in grado di fare (ma solo a determinate condizioni ambientali).

Oltre alla Force India, stavolta anche le due Williams sono riuscite a piazzarsi bene, sfruttando il vantaggio della potenza fornita dalle power unit Mercedes (è una pista in cui i cavalli contano molto, specialmente nel primo tratto). I primi che sperano di poter combinare qualcosa di buono, sfruttando eventuali errori di Force India e Williams, sono Alonso (11°) e Button (13°), che – a differenza di Sainz – avranno un set inutilizzato di gomme supersoft, da poter sfruttare nel corso della gara.

La griglia di partenza

pospilotasquadra/motoretemporitardo
1Lewis HamiltonMercedes1m18.704s
2Nico RosbergMercedes1m18.958s0.254s
3Max VerstappenRed Bull/Renault1m19.054s0.350s
4Daniel RicciardoRed Bull/Renault1m19.133s0.429s
5Nico HulkenbergForce India/Mercedes1m19.330s0.626s
6Kimi RaikkonenFerrari1m19.376s0.672s
7Sebastian VettelFerrari1m19.381s0.677s
8Valtteri BottasWilliams/Mercedes1m19.551s0.847s
9Felipe MassaWilliams/Mercedes1m20.032s1.328s
10Carlos SainzToro Rosso/Ferrari1m20.378s1.674s
11Fernando AlonsoMcLaren/Honda1m20.282s1.578s
12Sergio PerezForce India/Mercedes1m20.287s1.583s
13Jenson ButtonMcLaren/Honda1m20.673s1.969s
14Kevin MagnussenRenault1m21.131s2.427s
15Marcus EricssonSauber/Ferrari1m21.536s2.832s
16Pascal WehrleinManor/Mercedes1m21.785s3.081s
17Esteban GutierrezHaas/Ferrari1m21.401s2.697s
18Daniil KvyatToro Rosso/Ferrari1m21.454s2.750s
19Felipe NasrSauber/Ferrari1m21.692s2.988s
20Esteban OconManor/Mercedes1m21.881s3.177s
21Romain GrosjeanHaas/Ferrari1m21.916s3.212s
22Jolyon PalmerRenault

Che gara potrebbe uscirne

A patto di non commettere errori (e la partenza è il suo unico punto debole), Hamilton è nettamente il favorito per la vittoria anche stavolta. È stato il pilota ad aver compiuto i giri più veloci con tutti e tre i diversi tipi di gomma proposti per questo Gran Premio dal fornitore Pirelli. Si è detto anche convinto che la strategia di partire con gomme soft sia la scelta migliore per la Mercedes (è lo stesso tipo di gomma con cui partiranno anche Rosberg e le due Ferrari).

Per Rosberg è stato fondamentale essere riuscito a qualificarsi davanti alle Red Bull, che – a differenza di lui e di Hamilton – partiranno con gomme supersoft, e nei primi giri potrebbero avere maggiore velocità (cercare di superarle sarebbe stato quasi impossibile). Tra l’altro c’è un lungo rettilineo fino alla prima curva, e qualcosa sorpasso lì potrebbe avvenire. Se dovesse filare via tutto liscio alla prima curva, a decidere la gara sarà l’evoluzione della pista e i cambiamenti di temperatura dell’asfalto, che in questo fine settimana hanno inciso in modo determinante – forse più del solito – sulle prestazioni delle macchine. Su questo contano di sicuro le due Ferrari, che dovranno prima di tutto cercare di sorpassare Hulkenberg, che però partirà con gomme supersoft, come le due Red Bull.

Teoricamente, lo svantaggio di Mercedes e Ferrari di partire con gomme soft – meno “veloci” rispetto a quelle con cui partiranno Hulkenberg e le due Red Bull – dovrebbe essere controbilanciato dal vantaggio di poter compiere un tratto di gara più lungo prima del primo pit-stop, e di conseguenza poter gestire la strategia con maggiore elasticità. Non è da escludere, per esempio, una gara con una sola sosta, per i piloti di questo gruppo che magari hanno una guida meno “aggressiva” e “stressante” per le gomme (Raikkonen è uno di questi). Ma molto dipenderà dalle temperature e da come “funzioneranno” i diversi tipi di gomma rispetto alle condizioni iniziali della pista: nel Gran Premio scorso negli Stati Uniti, per esempio, quelli che avrebbero dovuto fermarsi più tardi degli altri si sono fermati più o meno allo stesso momento, o addirittura prima.

Una cosa che potrebbe tornare utile a Vettel è il fatto di avere a disposizione un set “nuovo” di gomme supersoft, a differenza del suo compagno di squadra Raikkonen.

I pronostici

SAFETY CAR: SÌ (1.90, Eurobet)
SAFETY CAR AL 1° GIRO

TESTA A TESTA
ALONSO-BUTTON 1 (1.35) BUTTON 12° / ALONSO 13°
VETTEL-RAIKKONEN 1 (1.50) VETTEL 5° / RAIKKONEN 6°
BOTTAS-MASSA 1 (1.40) BOTTAS 8° / MASSA 9°
Quota totale: 2.83, Eurobet

GIRO VELOCE: VETTEL (8.00, Eurobet e SNAI)
RICCIARDO

 

Aggiornamento lunedì 31 ottobre

Da quest’anno il Veggente riporta la classifica finale del Gran Premio, per semplificare la verifica dei pronostici corretti da parte dei lettori e, soprattutto, per tenere un archivio utile e facile da recuperare nei weekend di gara.

GIRO PIÙ VELOCE: Daniel Ricciardo (Red Bull)
Pospilotasquadra/motoregiri compiutitempo/distacco
1Lewis HamiltonMercedes711h40m31.402s
2Nico RosbergMercedes718.354s
3Daniel RicciardoRed Bull/Renault7120.858s
4Max VerstappenRed Bull/Renault7121.323s
5Sebastian VettelFerrari7127.313s
6Kimi RaikkonenFerrari7149.376s
7Nico HulkenbergForce India/Mercedes7158.891s
8Valtteri BottasWilliams/Mercedes711m05.612s
9Felipe MassaWilliams/Mercedes711m16.206s
10Sergio PerezForce India/Mercedes711m16.798s
11Marcus EricssonSauber/Ferrari701 giro
12Jenson ButtonMcLaren/Honda701 giro
13Fernando AlonsoMcLaren/Honda701 giro
14Jolyon PalmerRenault701 giro
15Felipe NasrSauber/Ferrari701 giro
16Carlos SainzToro Rosso/Ferrari701 giro
17Kevin MagnussenRenault701 giro
18Daniil KvyatToro Rosso/Ferrari701 giro
19Esteban GutierrezHaas/Ferrari701 giro
20Romain GrosjeanHaas/Ferrari701 giro
21Esteban OconManor/Mercedes692 giri
Pascal Wehrlein*Manor/Mercedes0ritirato (incidente)

* non classificati
(i piloti “non classificati” sono soltanto quelli che non completano almeno il 90% dei giri previsti)