Serie A: Bologna-Fiorentina e Juventus-Napoli (sabato)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Il sabato dell’undicesima giornata di Serie A propone due partite ai classici orari delle 18 e delle 20.45: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

BOLOGNA – FIORENTINA | sabato ore 18:00

Proprio nel momento in cui la Fiorentina sembrava essersi finalmente sbloccata sul piano offensivo, segnando quattordici gol in cinque partite in tutte le competizioni, dopo che ne aveva segnati appena cinque nelle precedenti sei, è arrivato un nuovo risultato negativo: 1-1 contro il Crotone ultimo in classifica. Quella di mercoledì è stata una partita strana, influenzata dalla forte pioggia, dall’interruzione durata un’ora circa e dal terreno di gioco pesante, sta di fatto che la Fiorentina solo nel finale ha attaccato in modo prorompente, andando vicino a completare la rimonta. Il pareggio per 1-1 ha deluso i tifosi e abbassato nuovamente il morale di una squadra che rispetto allo scorso anno trova molte difficoltà in più a sbloccare il risultato. La differenza rispetto all’anno scorso è proprio questa: la Fiorentina riusciva a iniziare le partite alla grande, passando spesso subito in vantaggio. In questo campionato nelle tre occasioni in cui i viola hanno segnato il primo gol hanno poi sempre vinto la partita, altro motivo per il quale è ormai assodato il problema principale della Fiorentina: creare occasioni da gol contro le squadre che si chiudono in difesa.

Da questo punto di vista la partita contro il Bologna sarà parecchio complicata, perché la squadra allenata da Donadoni difende bene e in casa finora ha subito appena tre gol, terza migliore difesa interna della Serie A. Se nel turno infrasettimanale contro il Chievo, il Bologna è stato abbastanza fortunato a portare via un pareggio, nella partita precedente finita pure 1-1 contro il Sassuolo ha pagato la scarsa precisione in zona gol dei suoi attaccanti. L’assenza del fromboliere Destro si sta facendo sentire, e segnare gol alla Fiorentina – che quanto meno rispetto allo scorso campionato è migliorata parecchio nella fase difensiva – sarà complicato.

Sarà una partita equilibrata tra una squadra – il Bologna – che ha sempre pareggiato nelle ultime tre giornate di campionato e un’altra, la Fiorentina, che è la squadra che finora ha totalizzato più segni “X” in Serie A: quattro.

Probabili formazioni,
BOLOGNA: Da Costa, Krafth, Gastaldello, Helander, Masina, Taider, Nagy, Dzemaili, Verdi, Sadiq, Krejci.
FIORENTINA: Tatarusanu, Tomovic, Rodriguez, Astori, Bernardeschi, Sanchez, Badelj, Milic, Valero, Tello, Kalinic.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER 2.5 (1.70, Bet365)
X (3.25, Bet365)




JUVENTUS – NAPOLI | sabato ore 20:45

Nella prima partita che Higuain giocherà contro la sua ex squadra, il Napoli sarà privo di tutti e due gli attaccanti centrali che avrebbero dovuto sostituirlo: Milik è infortunato, Gabbiadini squalificato. Per la Juventus affrontare questo Napoli senza attaccanti centrali di ruolo sarà un vantaggio? Probabilmente sì, visto che l’anno scorso in una partita decisiva per lo Scudetto, il Napoli pur avendo Higuain in campo giocò una partita poco coraggiosa, non provando mai ad affondare con decisione, in cui si accontentò dello zero a zero salvo poi perdere per un gol segnato nei minuti finali da Zaza con un tiro da fuori area, grazie anche a una deviazione fortuita di un difensore del Napoli. In quella occasione la Juventus dimostrò di avere una mentalità più vincente di quella del Napoli, dimostrò di sapere ottenere il massimo risultato col minimo sforzo, cosa che al Napoli capita raramente.

Il Napoli quando ha tutti o quasi i suoi calciatori in forma gioca insieme alla Roma il calcio più divertente a livello offensivo del campionato, e rispetto ai giallorossi quando tutti girano al meglio riesce anche ad avere una maggiore solidità difensiva. Il problema è che nonostante le vittorie su Crotone ed Empoli abbiano rialzato un po’ il morale, il Napoli in questo periodo non se la passa benissimo. Le precedenti sconfitte contro Roma e Besiktas avevano messo in mostra i problemi a livello di forma fisica di alcuni calciatori e i limiti in difesa della squadra allenata da Sarri. L’infortunio di Albiol ha indebolito un po’ la difesa, Jorginho sta giocando male – ed è un calciatore fondamentale nello sviluppo del gioco di questa squadra – e anche Insigne è in un periodo negativo. La fortuna di Sarri è quella di avere un Mertens in gran forma che sta nascondendo gli attuali limiti di questa squadra, ma il belga da solo può bastare per battere Crotone o Empoli, contro la Juventus il discorso cambia.

La Juventus non ha mai entusiasmato in questa prima parte di stagione e nonostante gli ottimi acquisti del calciomercato estivo c’è chi si chiede se questa squadra sia più o meno forte di quella che due anni fa è arrivata in finale di Champions League. La difesa è la stessa e ha anche più alternative di alto livello, l’attacco con l’arrivo di Higuain è migliorato, ma il centrocampo fin quando non rientrerà a pieno regime Marchisio non può nemmeno essere messo a confronto con quello che aveva Pirlo, Pogba e Vidal.

Allegri può essere soddisfatto perché pur non avendo ancora trovato la formazione tipo e una tattica di gioco in grado di esaltare le caratteristiche di tutti i suoi calciatori, anche per via dei continui infortuni, è comunque primo in classifica con due punti di vantaggio sulla seconda e ha delle ottime statistiche di gioco sia a livello offensivo che a livello difensivo, anche se contro Milan e Sampdoria sono arrivati i primi due gol subiti su azione. La Juventus finora ha perso due partite contro due squadre di grande tradizione come Inter e Milan, ma entrambe le sconfitte sono arrivate in trasferta, allo Juventus Stadium l’approccio alla gara della Juventus è sempre di grande impatto e il Napoli – che non potrà contare nemmeno sui suoi tifosi – potrebbe soffrire questo aspetto.

Se la Juventus ha vinto lo scontro diretto l’anno scorso in un momento in cui il Napoli giocava alla grande e aveva tutti i calciatori in gran forma, viene difficile pensare ora a un risultato differente, con Higuain che nel frattempo ha cambiato maglia e con il Napoli privo di Albiol, Milik e Gabbiadini e con alcuni calciatori non al top della forma.

I calciatori del Napoli avranno grandi motivazioni a giocare contro il loro ex compagno, ma potrebbe esserci anche nervosismo in campo proprio per il trasferimento estivo di Higuain e per la sconfitta dello scorso anno: vale la pena puntare sull’over 6.5 cartellini a quota 2.10 su Bet365 che #.

Probabili formazioni
JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Khedira, Hernanes, Pjanic, Alex Sandro, Higuain, Mandzukic.
NAPOLI: Reina, Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik, Insigne, Mertens, Callejon.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.80, Bet365)
OVER 6.5 CARTELLINI (2.10, Bet365)