Serie A: Genoa-Milan (martedì)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Il turno infrasettimanale di Serie A inizia con l’anticipo del martedì in programma alle 20.45: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

GENOA – MILAN | martedì ore 20:45

Il Milan ha vinto contro la Juventus e si è portato a soli due punti di distanza dalla squadra prima in classifica, contro ogni pronostico di inizio campionato, una situazione che forse non avrebbe immaginato nemmeno il tifoso rossonero più ottimista, dopo gli ultimi anni deludenti. Nel gioco del calcio la fortuna ha una parte determinante nelle singole partite, ma se una squadra dopo nove giornate di campionato si trova seconda in classifica con 19 punti qualche merito dovrà pure averlo.

Qualche giornata fa qui sul Veggente – dove in linea di massima restiamo scettici sulle potenzialità del Milan di lottare per la qualificazione in Champions League, a meno che non arrivino due o tre rinforzi di qualità nel corso del calciomercato invernale – abbiamo scritto che la squadra allenata dal Milan ha un’ottima base di partenza rappresentata da un portiere affidabilissimo (Donnarumma) e un attaccante implacabile in zona gol (Bacca). Col passare delle giornate ci sono stati altri fattori che hanno contribuito alla crescita del Milan: vincere aiuta a vincere – soprattutto nel caso di una squadra che ha l’età media più bassa del campionato nella formazione iniziale -, Montella ha finalmente trovato una coppia di centrali difensivi bene assortita formata da Paletta e Romagnoli che ben si completano a vicenda, infine l’unità di intenti. Il Milan dopo i problemi di spogliatoio che ha avuto negli ultimi anni ha un gruppo in cui non ci sono “prime donne” e che sembra finalmente unito, e il fatto che ci sia un alto numero di italiani tra i titolari è pure d’aiuto.

Se il Milan ha il morale altissimo per la vittoria sulla Juventus, lo stesso non si può dire del prossimo avversario – il Genoa – che ha perso il sentito derby contro la Sampdoria con il risultato di 2-1. Nonostante la sconfitta la classifica della squadra allenata da Juric resta positiva, visti i dodici punti con una partita ancora da completare, quella interrotta per pioggia contro la Fiorentina allo stadio Marassi. Nel suo stadio il Genoa – se si esclude il derby che comunque era giocato in casa della Sampdoria – non ha ancora perso una partita, anche se ne ha pareggiate ben tre su quattro.

Il Genoa ha le caratteristiche giuste per mettere in difficoltà il Milan, che finora ha subito sempre gol contro le squadre abili nell’attaccare sfruttando le fasce, come Torino, Napoli e Sassuolo. Se centralmente Paletta e Romagnoli stanno chiudendo ermeticamente la difesa, i terzini possono andare in difficoltà sulle sovrapposizioni degli esterni avversari, visto che Suso (che sarà probabilmente sostituito in questa partita da Honda) e Niang non sono sempre perfetti nella fase di non possesso palla. Capita spesso che siano Kucka e Bonaventura a dovere coprirli, ma anche la Juventus ha avuto spesso via libera sabato con Dani Alves e Alex Sandro che però non sono mai stati capaci di mettere dentro cross pericolosi, e sono mancati anche gli inserimenti in area di rigore dei centrocampisti. Il Milan di solito non fa pressing alto, e questo potrebbe permettere al Genoa di sfruttare le triangolazioni con cui di solito esce palla a terra dalla propria metà campo, e poi con Laxalt ed Edenilson – in gran forma – potrebbe impensierire il Milan sulle fasce (a tal proposito la probabile scelta di Montella di inserire Poli al posto di Abate lascia perplessi), con Rigoni molto bravo negli inserimenti come fatto vedere contro la Sampdoria, e anche Simoeone e nel secondo tempo Pavoletti nel gioco aereo potrebbero metterla dentro.

Il Genoa pur avendo sette punti in meno del Milan ha subito solo sette gol contro gli undici dei rossoneri, e finora quella di Juric è stata insieme alla Juventus tra le squadre che hanno concesso meno tiri agli avversari. L’allenatore serbo è stato sorpreso nell’ultima partita dal cambio di identità della Sampdoria che ha abbandonato il possesso palla puntando su pressing e verticalizzazioni, e forse il fatto di non essere in panchina per squalifica ha influito pure sul risultato negativo.

Aspettiamoci una partita combattuta: il terreno di gioco sarà molto probabilmente bagnato (il meteo porta pioggia), il Genoa ha preso 21 ammonizioni e 5 espulsioni in 8 partite, il Milan 20 cartellini gialli e 3 rossi in 3 partite, e anche contro la Juventus centrocampisti e difensori hanno mostrato grande agonismo e convinzione negli interventi.

Il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota 1.75 su Bet365 che #.

Probabili formazioni
GENOA: Perin, Izzo, Burdisso, Munoz, Edenilson, Ntcham, Veloso, Laxalt, Rigoni, Simeone, Pandev.
MILAN: Donnarumma, Abate, Paletta, Romagnoli, De Sciglio, Locatelli, Bonaventura, Kucka, Suso, Bacca, Niang.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.75, Bet365)
RIGONI MARCATORE (6.90, Eurobet)
OVER 5.5 CARTELLINI (1.66, Bet365)
CARTELLINO PRIMA DEL MINUTO 24:00 (1.83, Bet365)