Europa League: Celta Vigo-Ajax, Osmanlıspor-Villarreal e Genk-Athletic Bilbao

I pronostici sulle partite di calcio della Europa League

Le probabili formazioni, i pronostici e le cose da sapere riguardo le partite di Europa League delle squadre spagnole: il Celta Vigo e il Villarreal giocano alle 19, e l’Athletic Bilbao alle 21:05.

CELTA VIGO – AJAX | giovedì ore 19:00

Giovedì sera al “Balaídos” il Celta Vigo allenato da Eduardo Berizzo avrà la possibilità di portarsi al primo posto in classifica del gruppo G di Europa League in caso di vittoria contro l’Ajax, unica a punteggio pieno dopo due partite, tra le quattro squadre che compongono questo gruppo (le altre due sono Standard Liegi, che ha un punto, e Panathinaikos, ancora fermo a zero). Dopo aver pareggiato 1-1 la prima partita, contro lo Standard in Belgio, tre settimane fa il Celta ha battuto 2-0 in casa il Panathinaikos. L’Ajax ha invece battuto 2-1 il Panathinaikos in Grecia, alla prima giornata, e poi vinto anche contro lo Standard Liegi, 1-0 in Olanda.

Nello scorso fine settimana di campionato sia il Celta che l’Ajax hanno giocato in trasferta: il Celta ha perso 5-0 in casa del Villarrea, l’Ajax ha vinto 2-0 in casa del Den Haag. Pur presentandosi in campo con l’ala titolare Orellana, che rientrava dopo un infortunio, il Celta – al momento a metà classifica nella Liga – non è mai stato in partita, ha tirato solo quattro vole in porta ed è stato dominato dal Villarreal nonostante un maggiore, sterile possesso palla (55%). Si è sentita moltissimo la mancanza del “Tucu” Hernández a centrocampo, e hanno giocato male un po’ tutti, ma quelli ad avere maggiormente deluso le aspettative sono stati Aspas, Wass e Orellana, teoricamente i tre giocatori del Celta su cui grava maggiormente la responsabilità delle sorti della squadra in seguito alla cessione estiva di Nolito. Ha giocato malissimo anche il centrale Sergi Gómez, espulso per doppia ammonizione e quindi probabile titolare contro l’Ajax, dal momento che non potrà giocare domenica prossima nel derby contro il Deportivo La Coruna.

L’Ajax ha vinto contro il Den Haag la sesta partita consecutiva: nella Eredivisie si trova in seconda posizione, con cinque punti in meno rispetto al Feyenoord, a punteggio pieno dopo nove giornate. La squadra allenata da Peter Bosz sta giocando piuttosto bene con un 4-3-3 in cui il ventitreenne trequartista Davy Klaassen – il giocatore più promettente: già sei gol in nove partite – all’occorrenza fa anche l’esterno di centrocampo. A rendere per l’Ajax un po’ meno complicato l’obiettivo di segnare almeno un gol in casa del Celta Vigo potrebbe contribuire l’assenza imprevista di Marcelo Díaz, che priverà il Celta di un rilevante giocatore di copertura a centrocampo (insieme a Josep Señé e Wass ci sarà quindi molto probabilmente Radoja).

Pensando anche al rischio di sovraccaricare inutilmente Aspas e Orellana in vista del derby di campionato contro il Deportivo, per questa partita contro l’Ajax Berizzo potrebbe affidarsi dal primo minuto a Rossi e Guidetti, giocatori che raramente scendono in campo da titolari durante il fine settimana, e che trovano nell’Europa League un’occasione preziosa per giocare e mostrare qualcosa di buono.

Le probabili formazioni:
CELTA VIGO: Blanco; Roncaglia, Fontás, Sergi Gómez, Hugo Mallo (o Jonny); Señé, Radoja, Wass; Naranjo (o Bongonda), Rossi, Guidetti.
AJAX: Onana; Viergever, Veltman, Sánchez, Klaassen; Ziyech, Sinkgraven, Schöne; Traore, Younes, Dolberg.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.75, SNAI, Bet365 e Unibet)




 

OSMANLISPOR – VILLARREAL | giovedì ore 19:00

Il Villarreal giocherà ad Ankara, in Turchia, una non facile trasferta contro l’Osmanlıspor, squadra turca attualmente solo sesta in classifica della Süper Lig ma ancora imbattuta, e che nella prima giornata di Europa League ad Ankara ha già battuto lo Steaua Bucarest, 2-0 (e poi perso in trasferta 2-1 contro lo Zurigo). In questo gruppo (L) il Villarreal si trova in prima posizione grazie alla vittoria per 2-1 contro lo Zurigo in Spagna, alla prima giornata, e al successivo pareggio per 1-1 a Bucarest contro lo Steaua. L’Osmanlıspor è una squadra tecnicamente inferiore al Villarreal, ma solitamente ben disposta in campo dall’allenatore Mustafa Akçay: lo scorso fine settimana ha pareggiato per 0-0 una trasferta non facile in casa del Bursaspor, quarto in classifica, e in generale è una delle difese meno battute nel campionato turco.

Se il Villarreal che scenderà in campo un Turchia fosse quello visto domenica scorsa contro il Celta, per l’Osmanlıspor non ci sarebbe probabilmente alcuna possibilità di uscirne senza una sconfitta. Con Bakambu e Sansone in attacco, e Roberto Soriano (autore di due gol) e Castillejo sulla trequarti, il Villarreal ha giocato probabilmente la sua miglior partita della stagione finora. L’ottimismo diffuso era anche accresciuto dal fatto che Bakambu rientrava dopo un lunghissimo infortunio, ed è già sembrato in buona forma e in buona sintonia con i nuovi “innesti” che in poco tempo sono diventati titolari nel Villarreal. Escribá tende generalmente ad alternare Soriano con uno tra Dos Santos e Cheryshev (ora infortunato), ma raramente rinuncia a Sansone per fare spazio a più di uno tra Santos Borré e Pato, fermo restando che il rientro di Bakambu dovrebbe lasciare via via meno spazio sia a Pato che a Santos Borré (e prima o poi rientrarà anche Soldado).

Stavolta, control l’Osmanlıspor, a riposare saranno sicuramente Asenjo, Mario Gaspar e Trigueros (neanche convocati), e molto probabilmente anche Sansone, tra i giocatori finora più utilizzati da Escribá in questa stagione. Pato e Santos Borré si sono finora comportati comunque molto bene quasi ogni volta che hanno giocato: appare invece improbabile che Escribá decida di concedere altri minuti di gioco a Bakambu, se non nella ripresa (è rientrato da poco: conviene andarci piano per evitare affaticamenti muscolari o guai peggiori). Il Villarreal giocherà domenica prossima in casa contro il Las Palmas, avversario che in questa stagione sta giocando molto bene e che non sarà il caso di sottovalutare.

Come detto, più che l’attacco, il 4-2-3-1 di Mustafa Akçay di buono ha soprattutto la difesa: i due mediani di copertura Lawal e Çarigan permettono ai centrali di concedersi spesso qualche uscita in anticipo prendendo rischi relativamente calcolati. E quindi in fase di non possesso palla l’Osmanlıspor riesce il più delle volte a rimanere molto compatto. La maggiore qualità del Villarreal, e anche il fatto di poter contare su una panchina più lunga e altrettanto di qualità, dovrebbe comunque permettere alla squadra di Escribá di tornare dalla Turchia con una vittoria, pur senza goleade.

Le probabili formazioni:
OSMANLISPOR: Karcermarskas; Altinay, Çuruksu, Demir, Tiago Pinto; Lawal, Çarigan; Umar, N’Diayé, Regattin; Diabaté.
VILLARREAL: Andres Fernandez, Rukavina, Alvaro Gonzalez, Victor Ruiz (o Bonera), José Angel; Bruno Soriano, N’Diayé, Dos Santos, Castillejo (o Roberto Soriano); Pato, Santos Borré (o Bakambu).

PROBABILE RISULTATO: 0-1
X2 + UNDER 3,5 (1.65, Eurobet)

 

GENK – ATHLETIC BILBAO | giovedì ore 21:05

Se si esclude la pesante sconfitta in casa del Sassuolo per 3-0 alla prima giornata, finora in Europa League l’Athletic Bilbao ha mostrato una certa familiarità e buona predisposizione rispetto a questa competizione, dove spesso capita di dover giocare anche partitacce in campi terribili e lontani, e dominare il gioco prima di tutto sul piano fisico. La vittoria per 1-0 al “San Mamés” contro il Rapid Vienna, nella seconda giornata, ha in parte rimesso le cose a posto dopo la figuraccia col Sassuolo, peraltro rimediata dall’Athletic in una fase della stagione in cui la squadra di Valverde era apparsa ancora molto fiaccata dalla preparazione atletica estiva: ora nel gruppo F tutte e quattro le squadre – Athletic, Genk, Rapid Vienna e Sassuolo – hanno tre punti.

L’avversario dell’Athletic nella terza partita di Europa League sarà il Genk, che la volta scorsa in casa ha battuto 3-1 il Sassuolo, dopo aver perso 3-2 la prima in casa del Rapid Vienna. La squadra belga, allenata da Peter Maes per la seconda stagione consecutiva, dopo dieci giornate di campionato si trova al momento in nona posizione in classifica e con sette punti in meno dell’Anderlecht, primo. È una squadra molto giovane, anzi quella con la più giovane età media (22,6 anni) nel campionato di calcio belga, e ha in rosa un numero piuttosto alto di giocatori stranieri. In questa squadra sono cresciuti e da questa squadra sono usciti in anni recenti alcuni apprezzati calciatori di fama internazionale come De Bruyne e Benteke, come anche il portiere del Chelsea e della nazionale belga Thibaut Courtois.

Data anche l’inesperienza della difesa, il reparto migliore nel Genk è senza dubbio l’attacco, in cui giocano calciatori promettenti e di gran talento come il diciannovenne giamaicano Leon Bailey e il ventiquattrenne greco Nikos Karelis (giù dieci gol in questa stagione, tra campionati, preliminari e coppe). Generalmente non parte titolare ma è comunque un giocatore da tenere d’occhio, come sostituto “fresco” a partita in corso, anche il ventitreenne tanzaniano Mbwana Aly Samatta, che all’occorrenza fa anche l’ala destra e in questa stagione ha già segnato sette gol tra campionato e preliminari di Europa League. Questi tre calciatori, insieme, hanno segnato l’ottanta per cento dei gol segnati complessivamente dal Genk in questa stagione (30).

Nell’Athletic sarà ancora assente Beñat, infortunato, e perciò al suo posto dovrebbe giocare ancora Iturraspe, autore di una buona partita domenica scorsa contro la Real Sociedad (battuta 3-2). L’altro posto sulla mediana potrebbe essere occupato ancora da San José o stavolta da Mikel Rico. Mancherà sulla destra per infortunio muscolare anche il terzino De Marcos, ma dovrebbe rientrare Balenziaga a sinistra, liberando Lekue sulla destra come alternativa a De Marcos. Sulla trequarti Muniain – migliore in campo contro la Real Sociedad – dovrebbe lasciare il posto a uno tra Susaeta e Sabin Merino.

Le probabili formazioni:
GENK: Bizot; Walsh, Colley, Brabec, Nastic; Pozuelo, Susic, Ndidi; Bailey, Buffel, Karelis.
ATHLETIC BILBAO: Herrerin; Lekue, Yeray, Laporte, Balenziaga; Iturraspe, San José (o Mikel Rico); Susaeta, Raul Garcia, Inaki Williams; Aduriz.

PROBABILE RISULTATO: 2-2
GOL (1.80, SNAI, Betfair, Bet365 e William Hill)
OVER (2.00, SNAI, Betfair, Bet365, Paddy Power e William Hill)