Qualificazioni Mondiali 2018: Islanda-Finlandia, Kosovo-Croazia e Turchia-Ucraina (giovedì)

I pronostici sulle partite del Mondiale 2018
I pronostici sulle partite del Mondiale 2018

Analizziamo le partite in programma nel gruppo I della zona europea: Islanda, Kosovo e Turchia sfidano rispettivamente Finlandia, Croazia e Ucraina.

ISLANDA – FINLANDIA | giovedì ore 20:45

Nelle qualificazioni ai prossimi Campionati del Mondo, tra i gironi della zona europea, ce n’è uno che è particolarmente equilibrato: si tratta del gruppo I, in cui tutte e sei le squadre hanno finora conquistato un punto, segnato un gol e incassato una rete. Il pareggio ottenuto dall’Islanda in Ucraina ha una valenza molto positiva, visto che l’impegno non era agevolissimo, mentre quello centrato dalla Finlandia nel match casalingo contro il Kosovo ha lasciato più di un rimpianto alla nazionale allenata da Hans Backe. Tra le due formazioni che si apprestano ad affrontarsi a Reykjavik, del resto, l’Islanda è certamente quella che ha impressionato di più negli ultimi anni: capace di raggiungere i quarti di finale a Euro 2016, è animata da grande entusiasmo e sembra avere buone possibilità di uscire imbattuta dal prossimo match, che sarà presumibilmente giocato con prudenza da entrambe le squadre, proprio come l’ultimo confronto diretto, disputato in amichevole nello scorso gennaio e perso dalla Finlandia per 1-0.

Probabili formazioni:
ISLANDA: Halldorsson, Saevarsson, R. Sigurdsson, Skulason, Arnason, Bjarnason, Gudmundsson, Gunnarsson, G. Sigurdsson, Bodvarsson, Finnbogason.
FINLANDIA: Hradecky, Arajuuri, Lam, Moisander, Raitala, Uronen, Eremenko, Halsti, Lod, Pohjanpalo, Pukki.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.70, William Hill)
1X + UNDER 3.5 (1.44, Eurobet)
UNDER (1.66, Paddy Power)




KOSOVO – CROAZIA | giovedì ore 20:45

Un mese fa, la nazionale di calcio del Kosovo ha disputato la sua prima partita ufficiale. Lo ha fatto in Finlandia, in un match valido per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018, dal quale è stata capace di uscire con un risultato positivo: ha infatti chiuso il match sull’1-1, reagendo bene allo svantaggio iniziale e riequilibrando la situazione con un calcio di rigore trasformato da Valon Berisha del Red Bull Salisburgo, che è uno dei punti di forza della selezione guidata in panchina da Albert Bunjaki, all’interno della quale spiccano anche Milot Rashica, Bersant Celina e Samir Ujkani. Un altro calciatore da seguire con attenzione è il giovanissimo Labinot Kabashi, che milita nella squadra B del Barcellona ed è stato convocato a sorpresa per le sfide contro Croazia e Ucraina. La Croazia sa bene di non dover sottovalutare questo impegno, anche perché deve fare a meno di Luka Modric, Ivan Rakitic e Marko Pjaca, le cui assenze rischiano di pesare sulla fase offensiva della squadra che già non è stata impeccabile contro l’Ucraina, nonostante le numerose occasioni create.

Probabili formazioni:
KOSOVO: Ujkani, Perdedaj, Rrahmani, Pnishi, Paçarada, Kryeziu, V. Berisha, Rashica, Zeneli, Celina, Muqiri.
CROAZIA: Subasic, Vrsaljko, Corluka, Vida, Strinic, Badelj, Kovacic, Kramaric, Rog, Perisic, N. Kalinic.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
X2 + UNDER 3.5 (1.46, Eurobet)
TURCHIA – UCRAINA | giovedì ore 20:45

L’esperienza di Andriy Shevchenko nel ruolo di commissario tecnico della nazionale ucraina è cominciata ufficialmente con un pareggio per 1-1 contro l’Islanda: un risultato abbastanza incoraggiante per l’ex attaccante del Milan, che in questa avventura proverà certamente a far tesoro degli insegnamenti tattici ricevuti durante la sua lunga esperienza in Italia. Non solo: Sheva è affiancato in panchina da Mauro Tassotti, il quale lo aiuterà molto nella gestione della fase di non possesso palla.

Fatih Terim, allenatore della Turchia, ha deciso di fare nuovamente a meno di Arda Turan, con cui è in rapporti pessimi. L’esterno offensivo del Barcellona era già stato escluso in occasione delle partite disputate contro Russia e Croazia, che sono state da “under”: senza un calciatore così qualitativo, la manovra diventa inevitabilmente più prevedibile e meno efficace. Viste le premesse, insomma, ci sono buone possibilità che il match sia caratterizzato da non più di tre gol complessivi, anche perché nell’Ucraina c’è Konoplyanka che dopo avere deluso nel Siviglia l’anno scorso sta faticando a trovare spazio anche nello Schalke 04 terzultimo nella classifica di Bundesliga.

Probabili formazioni:
TURCHIA: Babacan, Ozbayrakli, Toprak, Topal, Ayhan, Yokuslu, Mor, Tufan, Calhanoglu, Malli, Tosun.
UCRAINA: Pyatov, Butko, Kucher, Khacheridi, Sobol, Stepanenko, Sydorchuk, Yarmolenko, Zinchenko, Konoplyanka, Zozulya.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
UNDER (1.62, Paddy Power)