Liga: Bilbao-Siviglia e Las Palmas-Real Madrid (sabato)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

I pronostici, le probabili formazioni e altre cose riguardo Athletic Bilbao-Siviglia e Las Palmas-Real Madrid, due partite da seguire della Liga spagnola: si giocano sabato pomeriggio e sera, e potrebbero rivelarsi equilibrate e divertenti.

ATHLETIC BILBAO – SIVIGLIA | sabato ore 18:30

Mercoledì scorso il secondo gran gol segnato da Raul Garcia in tre partite ha permesso all’Athletic Bilbao di andare in vantaggio contro il Granada, al “Los Cármenes”, dopo solo quindici minuti. È stato di grande aiuto, per l’Athletic, perché il Granada stava giocando bene e dopo quel gol ha cominciato a scoprirsi di più e rischiare di prendere il secondo. Alla fine del primo tempo ha anche trovato il pareggio, che per quanto visto in campo sembrava il risultato più giusto. È stato poi Laporte a segnare a due passi dalla porta, sulla ribattuta di un calcio d’angolo (ancora Ochoa), il gol del 2-1 finale a un quarto d’ora dalla fine della partita: l’Athletic ha così preso tre punti in uno stadio per niente facile.

Con tre vittorie consecutive l’Athletic è riuscito subito a rimediare a un inizio di campionato poco incoraggiante, che aveva persino fatto emergere qualche scetticismo riguardo la possibilità di Valverde di concludere questa stagione regolarmente sulla panchina della squadra. Non che l’Athletic stia giocando benissimo, anzi: continua a mostrare una forma fisica generale non ancora sufficiente. Ma in un momento già molto complicato ha saputo ottimizzare i risultati con grande esperienza e cinismo: è una qualità imprescindibile per qualsiasi squadra che punti all’Europa League come minimo. E s è anche trovato in casa un gran bel portiere: Kepa Arrizabalaga.

L’altra squadra che – senza ancora aver sfruttato del tutto, e forse neanche compreso del tutto, il suo potenziale – è già riuscita a mettere da parte un bel po’ di punti è proprio il Siviglia, avversario dell’Athletic nella sesta giornata di campionato. Secondo in classifica con tre vittorie e due pareggi, il Siviglia continua a mostrare una preoccupante difficoltà a esprimere il proprio gioco fuori dal “Ramón Sánchez-Pizjuán”: è da un anno e quattro mesi che non vince una partita di campionato fuori da quello stadio. E anzi anche in quello stadio, nel derby del turno infrasettimanale scorso contro il Betis, l’ha sfangata 1-0 ma ha seriamente rischiato di pareggiarla o perderla del tutto, quella partita (al Betis, tra le altre cose, è stato annullato un gol evidentemente regolare).

L’Athletic ha vinto le ultime sei partite giocate contro il Siviglia al “San Mamés”. Non avrà a disposizione Boveda, che si è infortunato contro il Valencia, e non è del tutto sicuro neanche il recupero di De Marcos in difesa, per un persistente problema alla caviglia destra. Rispetto alla partita contro il Granada, Inaki Williams e Muniain dovrebbero essere in campo dal primo minuto. Sampaoli potrebbe invece lasciare a riposo qualcuno più per scelta tecnica che non per infortuni: martedì prossimo c’è da giocare la seconda partita di Champions League, in casa contro il Lione.

Le probabili formazioni:
ATHLETIC BILBAO: Arrizabalaga; Lekue, Etxeita, Laporte, Balenziaga; San José, Beñat; Williams, Raúl García, Muniain (o Sabin Merino); Aduriz.
SIVIGLIA: Sergio Rico (o Sirigu); Mariano, Pareja, Mercado, Kolo (o Escudero); Iborra, Kranevitter, Kiyotake (o Vazquez); Sarabia, Nasri (o Correa), Vietto.

PROBABILE RISULTATO: 1-1
GOL (1.70, Bet365)
SIVIGLIA SEGNA NEL SECONDO TEMPO (1.95, William Hill)




 

LAS PALMAS – REAL MADRID | sabato ore 20:45

Martedì prossimo il Real Madrid giocherà una partita di Champions League non facile a Dortmund contro il Borussia: per questo motivo Zidane ha riferito in conferenza stampa che contro il Las Palmas a Gran Canaria ci saranno alcune sostituzioni nella formazioni titolare. Mercoledì scorso, nella partita finita 1-1 al “Bernabeu” contro il Villarreal nel turno infrasettimanale, il Real è sembrato aver sottovalutato l’avversario nel primo tempo, ed essersene reso conto soltanto nel secondo. È costata molto, e si è notato parecchio nel primo tempo, l’assenza di Casemiro a centrocampo, infortunato. Il gol di Bruno Soriano, su calcio di rigore, ha concluso giustamente un tempo di gioco in cui il Villarreal si era reso spesso pericoloso: il fallo da rigore era sorto in seguito a un’uscita completamente incauta e immotivata di Varane, che in coppia con Ramos al posto di Pepe stavolta non ha giocato bene.

Ramos su colpo di testa da calcio d’angolo ha segnato subito il gol del pareggio all’inizio del secondo tempo, e meglio è stato così per il Real Madrid, le cui azioni offensive nel secondo tempo – molto più numerose che nel primo – si sono rivelate comunque poco proficue. Il Real anche chiesto un rigore che forse ci stava, verso la fine della partita, ma comunque il Villarreal non ha rubato niente.

La settimana scorsa sarebbe stata considerata una trasferta complicatissima, questa del Real Madrid a Gran Canaria, se non fosse che nel frattempo il Las Palmas ha subìto una pesante sconfitta per 4-1 in casa della Real Sociedad. Gli effetti negativi di quella sconfitta si rifletteranno anche contro il Real: mancherà sicuramente lo squalificato Boateng, il cui fallo da rigore ed espulsione ha completamente cambiato la storia della partita contro la Real Sociedad. Dovrebbero poi essere assenti per infortunio due centrali finora molto impiegati da Quique Setién: Bigas, che le ha giocate tutte, e Lemos, che potrebbe saltare un turno a causa di un affaticamento muscolare.

Il Real potrebbe invece giocare con Morata al posto di Benzema, almeno inizialmente, per permettere al francese di riposare in vista della partita di Champions (la sua stagione è cominciata da poco, e deve fare attenzione a non forzare troppo). Difficilmente però Zidane rinuncerà a Ronaldo e Bale, considerando anche il fatto che il portoghese non è ancora sembrato al massimo della forma, e ha bisogno di minuti di gioco per raggiungerla. A causa di un infortunio alla spalla mancherà in difesa Marcelo, ed è un’assenza rilevante: il primo terzino di riserva sarebbe Coentrao, ma è messo abbastanza male anche lui, dall’inizio della stagione, e quindi Zidane dovrebbe mettere il non affidabilissimo Nacho Fernandez. In porta potrebbe fare il suo rientro Keylor Navas, che in estate si è operato a un tallone.

Con un centrocampo privo di Boateng ma formato da gente come Momo, Vicente Gomez e Jonathan Viera, assente nella partita scorsa, il Las Palmas ha comunque qualità sufficienti per mettere in difficoltà il Real Madrid.

Le probabili formazioni:
LAS PALMAS: Javi Varas; Míchel Macedo, Lemos (o David García), Aythami, Dani Castellano; Roque Mesa; El Zhar, Vicente Gómez, Jonathan Viera, Momo; Livaja.
REAL MADRID: Keylor Navas o Casilla; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Nacho; Kroos, Modric, Isco; Bale, Cristiano Ronaldo, Morata.

PROBABILE RISULTATO: 2-3
GOL (1.62, Better)
OVER (1.40, SNAI, Eurobet e Bet365)