Liga: Real Madrid-Villarreal e Celta Vigo-Sporting Gijón (mercoledì)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

Le analisi, le probabili formazioni e le cose da sapere sulle due partite di Liga spagnola che su giocano alle 20 di mercoledì, per il turno infrasettimanale: il Real ha la prima partita veramente impegnativa di questa stagione, contro un avversario ancora in cerca di una formazione ideale ma già molto in forma lo stesso.

REAL MADRID – VILLARREAL | mercoledì ore 20:00

Dopo quattro partite e quattro vittorie consecutive nelle prime quattro giornate, il Real Madrid trova come avversario una squadra i cui problemi di gestione dell’ambiente – in seguito all’esonero improvviso e inaspettato del precedente allenatore, Marcelino – sembrerebbero essere stati risolti rapidamente. Per questi motivi, Real Madrid-Villarreal forse non sarà la più equilibrata ma probabilmente è una delle più interessanti partite che il campionato spagnolo possa offrire in questo momento della stagione.

Domenica scorsa al “Cornellà-El Prat” contro l’Espanyol, battuto 2-0, il Real è sceso in campo con giocatori che sono tecnicamente considerati “seconde linee” ma, come già detto altre volte, finora non hanno mai sbagliato niente, nelle partite in cui sono stati effettivamente coinvolti da Zidane. Alle buone prestazioni di Vazquez e Asensio si è aggiunta quella di James Rodriguez, autore del primo gol e tutto sommato di una buona partita: il fantasista colombiano, tra i super-pagati del Real, è stato ed è probabilmente il calciatore più escluso dalle considerazioni abituali dell’allenatore. Quella contro l’Espanyol è stata anche una partita con funzioni di “rodaggio” per Benzema, l’attaccante titolare del Real rimasto a lungo fuori squadra a causa di un infortunio: si è fatto 70 minuti, e ha segnato un gol prima di essere sostituito.

L’unica cattiva notizia per il Real Madrid è l’infortunio all’anca che ha costretto Casemiro a lasciare il campo nel primo tempo: non dovrebbe essere niente di preoccupante, ma la sua assenza contro il Villarreal è sicura. È un giocatore difficilmente sostituibile, nel Real Madrid, oltre che molto apprezzato da Zidane: tra le riserve ci sono numerosi calciatori di talento pronti a prendere il suo posto, ma ciascuno di loro ha minori qualità da incontrista rispetto a lui, e – comunque vada – il Real ci guadagna sì in fase offensiva, ma in copertura perde qualcosa. Saranno assenti anche Modric, non convocato, e Pepe, lievemente affaticato ma comunque non impeccabile contro l’Espanyol: al suo posto giocherà Varane.

Il Villarreal migliora partita dopo partita: del gruppo di giocatori che compongono lo “scheletro” della squadra quelli che in questo momento stanno facendo la differenza sono Roberto Soriano e Nicola Sansone, e ne siamo sinceramente felici. I dubbi riguardo un loro impiego da titolari sono stati sciolti nel giro di poche settimane, dacché si era capito che la discontinuità di giocatori come Pato e Cheryshev avrebbe presto convinto Escribá a fidarsi più stabilmente dei due italiani. Domenica scorsa in casa contro la Real Sociedad il Villarreal ha vinto 2-1: Sansone ha segnato due gol, e Soriano ha fornito l’assist del primo gol. La Real Sociedad è stata completamente dominata per una mezz’ora abbondante, prima che qualche incertezza difensiva del Villarreal le permettesse di accorciare le distanze e rendersi pericolosa anche nel secondo tempo. Ma anche il Villarreal ha avuto numerose occasioni, e avrebbe potuto segnarne di più (la partita era peraltro cominciata subito con un rigore procurato da Sansone e calciato orrendamente da Pato).

Probabilmente Escribá lascerà Pato in panchina, stavolta, per mettere in attacco Santos Borré insieme a Sansone. Chi giocherà a centrocampo non è così chiaro: la partita interna contro la Real Sociedad lascerebbe pensare che giocatori come Cheryshev, N’Diaye e Dos Santos sono stati tenuti a riposo per poter partire titolari in questa trasferta contro il Real. Ma è già capitato che le cose migliori il Villarreal di questo inizio di campionato le mostrasse con in campo Roberto Soriano e Castillejo, piuttosto che con i presunti titolari (per non parlare di Trigueros, che finora praticamente non ha mai giocato).

Benché la difesa del Real Madrid si sia finora comportata molto bene, le due pesanti assenze a centrocampo – specialmente quella di Casemiro – rappresentano un indebolimento non tanto o non soltanto in fase offensiva, ma soprattutto in termini di minore copertura per la difesa. Considerando le eccellenti qualità presenti sulla trequarti del Villarreal, il gol è un’ipotesi pienamente fondata. Quello che appare ancora più probabile, tuttavia, è che lo strapotere del Real in attacco – che sia Morata o che sia Benzema il vertice del tridente – rende il Real Madrid comunque favorito per la vittoria di questa partita.

Le probabili formazioni:
REAL MADRID: Casilla; Danilo, Varane, Ramos, Marcelo; Kroos, Modric, Kovacic; Ronaldo, Bale, Benzema (o Morata).
VILLARREAL: Asenjo; Mario Gaspar, Musacchio, Victor Ruiz, Costa; Bruno Soriano, N’Diaye, Cheryshev (o R. Soriano), Dos Santos (o Castillejo); Sansone, Santos Borré.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + OVER (1.50, Better e Eurobet)
GOL (2.00, William Hill e Better)




 

CELTA VIGO – SPORTING GIJÓN | mercoledì ore 20:00

Domenica scorsa allo stadio “Reyno de Navarra” contro l’Osasuna, il Celta Vigo ha interrotto con uno scialbo 0-0 la serie di tre sconfitte consecutive nelle prime tre partite di campionato. Nonostante la compresenza in campo di Iago Aspas, Bongonda e Guidetti, l’assenza di Orellana, infortunato, ha avuto un peso rilevante. C’è da dire che il Celta ha ancora colpito due traverse, ma in entrambi i casi lo ha fatto su calcio piazzato, mostrando invece una certa macchinosità nelle azioni di attacco di cui solitamente si occupa soprattutto Orellana. Neanche Pepito Rossi, entrato nel secondo tempo, è riuscito a cambiare la storia della partita, e così l’Osasuna è riuscito a ottenere un punto contro un avversario teoricamente molto più forte.

Lo Sporting Gijón, avversario del Celta in questo turno infrasettimanale, ha preso cinque gol e ne ha segnati zero sabato al “Vicente Calderon” contro l’Atletico. L’assenza per infortunio di Moi Gomez in attacco è sostanzialmente passata in secondo piano. È in difesa, che lo Sporting ha sbagliato praticamente tutto: linea altissima e centrali spesso presi contro tempo, e Griezmann e Gameiro hanno fatto quello che volevano. Moi Gomez non ha ancora risolto con il fastidio al quadricipite e quindi mancherà anche nella trasferta a Vigo.

Anche al Celta, più o meno come allo Sporting, mancherà ancora il giocatore assente nel turno scorso: Orellana. Sia in un caso che nell’altro si tratta di assenze rilevanti, che riducono il potenziale offensivo di entrambe le squadre. Appara però più difficile che il Celta continui a non trovare il modo di fare gol contro una squadra la cui difesa – dopo un discreto avvio di campionato – ha mostrato limiti imbarazzanti contro l’Atletico Madrid, una squadra che a sua volta cinque gol in una sola partita li segna molto ma molto raramente.

Le probabili formazioni:
CELTA VIGO: Sergio Alvarez; Hugo Mallo, Cabral, Roncaglia, Jonny; Radoja, Wass; Pablo Hernandez, Aspas, Bongonda, Rossi (o Guidetti).
SPORTING GIJÓN: Cuellar; Douglas Pereira, Meré, Amorebieta, Lillo Castellano; Nacho Cases, Sergio Alvarez, Victor Rodriguez; Burgui, Borja Viguera, Carlos Castro.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + OVER 1,5 (1.42, Better)