Champions League: Dinamo Kiev-Napoli e Benfica-Besiktas (gruppo B)

Champions League
I pronostici sulle partite di calcio della Champions League, la più importante competizione d'Europa per squadre di club

Nel gruppo B c’è una delle due squadre italiane impegnate in Champions League, il Napoli, che giocherà in trasferta contro la Dinamo Kiev. Nell’altra partita si sfidano Benfica e Besiktas.

DINAMO KIEV – NAPOLI | martedì ore 20:45

Il Napoli a causa della cessione di Higuain alla Juventus ha in assoluto una formazione titolare meno forte rispetto all’anno passato e all’ultima Champions giocata – in cui è stato eliminato in un girone molto competitivo con Arsenal e Borussia Dortmund pur facendo 12 punti -, ma con i soldi incassati la società ha comprato in sede di calciomercato una lunga serie di calciatori affidabili che potranno dare un ricambio ai titolari senza fare perdere troppa qualità alla squadra, o quanto meno questo è l’obiettivo. Se i nuovi arrivati Maksimovic, Rog, Diawara e Giaccherini sapranno entrare subito negli schemi di Sarri (Tonelli e Zielinski non avranno di questi problemi visto che sono già stati allenati da Sarri ai tempi dell’Empoli) il Napoli avrà una squadra pronta a dominare il girone di Champions League e a vincere le partite anche in caso di più assenze per infortunio.

Il sorteggio per il Napoli è stato molto più fortunato rispetto a quello dell’ultima edizione di Champions League giocata, anche a livello di calendario. Giocare a settembre a Kiev a temperature gradevoli è più facile e ben diverso che farlo al gelo di novembre o dicembre, e poi nelle prossime due partite consecutive in casa si potrebbe ipotecare il passaggio del turno permettendo di affrontare le successive complicate trasferte con Benfica e Besiktas con maggiore tranquillità. Sarà importante però iniziare bene il girone, il Napoli deve ambire a vincere questa prima partita contro una Dinamo Kiev in fase calante così come il calcio ucraino.

La società per alcuni problemi economici in estate ha dovuto cedere i suoi stranieri migliori: il difensore Dragovic, il centrocampista Veloso e l’attaccante Teodorczyk. Inoltre hanno lasciato la squadra anche Kravets, Belhanda e Mbokani. L’anno scorso dopo avere superato la fase a gironi, la Dinamo Kiev ha giocato malissimo negli ottavi di finale contro il Manchester City e in estate la nazionale ucraina ha fatto una brutta figura dopo l’altra agli Europei: Garmash, Khacheridi, Sydorchuk e Yarmolenko facevano parte di quella squadra.

La Dinamo resta abbastanza competitiva in attacco: Yarmolenko, nonostante il rendimento non eccezionale nell’ultimo periodo, resta un calciatore temibilissimo come lo è il suo compagno di squadra Derlis Gonzalez, nazionale paraguayano. L’attaccante brasiliano Moraes ha iniziato molto bene la stagione, segnando quattro gol. Il punto debole è rappresentato dalla difesa: davanti al portiere 41enne Shovkovskiy ci sono due centrali non eccezionali nel rendimento e abbastanza lenti, Khacheridi e Vida. Callejon e Insigne (o Mertens) potrebbero avere inoltre vita facile contro i terzini Danilo Silva e Antunes (ex Roma), non eccezionali in fase di non possesso palla.

Le probabili formazioni:
DINAMO KIEV: Shovkovskiy; Morozyuk, Khacheridi, Vida, Makarenko; Rybalka; Yarmolenko, Sydorchuk, Buyalskiy, González; Júnior Moraes.
NAPOLI: Reina; Ghoulam, Koulibaly, Albiol, Hysaj; Hamšík, Jorginho, Allan; Mertens, Milik, Callejón.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
X2 + OVER 1.5 (1.85, Better)
GOL (1.89, Unibet)




 

BENFICA – BESIKTAS | martedì ore 20:45

Dopo un’attesa durata sei anni, il Besiktas torna a disputare la fase a gironi di Champions League: inizia il proprio cammino con una trasferta molto insidiosa, dalla quale potrebbe tornare senza punti.

La squadra turca si affida principalmente a Ricardo Quaresma, che però non è mai riuscito a diventare un calciatore in grado di fare la differenza ad alti livelli: José Mourinho lo volle a tutti i costi all’Inter, salvo accantonarlo in seguito a una lunga serie di prestazioni non all’altezza della situazione. L’esterno offensivo portoghese aveva già deluso ai tempi del Barcellona e ha successivamente esibito un rendimento negativo anche durante la breve esperienza vissuta al Chelsea, prima di tornare in nerazzurro – da comprimario, nella stagione del triplete – e di cominciare a girovagare per vari club, senza mai trovare la definitiva consacrazione.

Il Besiktas in estate ha ceduto due protagonisti del titolo vinto l’anno passato al primo anno di panchina di Senol Gunes: José Sosa e Mario Gomez, sostituiti rispettivamente da Talisca (ex proprio del Benfica) e da Aboubakar, che giocava pure in Portogallo, nel Porto. Si tratta di due calciatori differenti, e non è detto che nel cambio il Besiktas non ci abbia guadagnato. In difesa è stato tesserato Erkin – oggetto misterioso all’Inter -, a centrocampo c’è una coppia abbastanza valida: Hutchinson recupera i palloni, Ozyakup li distribuisce.

Nella scorsa edizione della Champions, il Benfica – club di grande tradizione, che vanta trentacinque titoli nazionali e due trionfi nella vecchia Coppa dei Campioni – ha impressionato positivamente ed è riuscito a raggiungere gli ottavi di finale, prima di arrendersi di fronte al Bayern Monaco con onore. Ripetere il risultato ottenuto nella passata stagione non sarà facilissimo per la formazione allenata da Rui Vitoria, che comunque è ancora ben attrezzata e si rivelerà presumibilmente la rivale più pericolosa per il Napoli nel gruppo B.

Le partenze dolorose di Renato Sanchez e Gaitan sono preoccupanti, ma negli ultimi anni il Benfica è sempre riuscito a rifare la squadra da un calciomercato all’altro con ottimi esiti: i nuovi arrivati Rafa Silva e Franco Cervi promettono bene, inoltre questo potrebbe essere l’anno della definitiva consacrazione del difensore centrale svedese Lindelof, bravo nelle chiusure ma anche nei passaggi, primo regista della squadra.

Per questa partita però il Benfica dovrà fare a meno del suo fromboliere Jonas e anche del suo primo sostituto Mitroglu: due assenze che dovrebbero rendere più equilibrato il match e che fanno propendere anche per il segno “under 2.5”.

Le probabili formazioni:
BENFICA: Júlio César; Nélson Semedo, Lisandro López, Lindelöf, Grimaldo; Salvio, Fejsa, André Horta, Pizzi; Carrillo, Guedes.
BESIKTAS: Tolga Zengin; Beck, Tošić, Marcelo, Adriano; Hutchinson, Inler, Quaresma, Özyakup, Talisca; Tosun.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.83, Bet365)
UNDER 2.5 (1.80, Bet365)