Serie A: Juventus-Sassuolo e Palermo-Napoli (sabato)

I pronostici sulla Serie A, il principale campionato italiano di calcio

Il sabato della terza giornata di Serie A propone due partite ai classici orari delle 18 e delle 20.45: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

JUVENTUS – SASSUOLO | sabato ore 18:00

La Juventus arriva a questa partita contro il Sassuolo con uno stratosferico parziale di 28 partite vinte nelle ultime 30 giocate in Serie A. Un dominio assoluto che sembra destinato a continuare anche in questo campionato, vista l’ottima campagna acquisti portata a termine dai dirigenti bianconeri che hanno consegnato ad Allegri non una ma due squadre in grado di primeggiare in campionato. In panchina ci sono calciatori come Neto, Rugani, Benatia, Lichtsteiner, Evra, Lemina, Cuadrado, Pjaca e Mandzukic che sarebbero probabilmente titolari in tutte le altre squadre di Serie A. L’unico neo del calciomercato estivo è stata la mancata sostituzione di Pogba che, complice l’attuale infortunio di Marchisio, rende il centrocampo il reparto più scoperto. Il mancato arrivo di Witsel non sarà un problema in campionato e forse non lo sarà nemmeno nel girone di Champions League, ma per puntare alla finale della massima competizione europea forse sarà necessario l’arrivo nel calciomercato invernale di un interno di centrocampo di valore.

Allegri vista l’abbondanza di alternative che ha a disposizione in questa partita potrà valutare se fare giocare o meno Chiellini, il cui rendimento è stato negativo nelle due partite con la nazionale, e potrà fare rifiatare tranquillamente i calciatori rientrati solo nelle ultime ore dal Sudamerica come Dani Alves e Cuadrado. Sarà promosso titolare Lichtsteiner e ci saranno finalmente dal primo minuto Pjanic e Higuain, che giocherà in coppia con Dybala rientrato prima dall’Argentina perché squalificato e non disponibile per la trasferta in Venezuela.

L’avversaria della Juventus è il Sassuolo, squadra sempre difficile da battere ma che viene da un periodo complicato. La partita persa a tavolino contro il Pescara con cui ha abbandonato il primato in classifica e l’infortunio di Berardi hanno un po’ smorzato l’entusiasmo della squadra allenata da Di Francesco, che dovrà rinunciare anche al bravo regista Sensi e probabilmente anche a Defrel in non perfette condizioni fisiche.

La Juventus ha sempre sconfitto il Sassuolo nei tre precedenti giocati in casa in Serie A, segnando sei gol complessivi senza subirne. Anche stavolta per il Sassuolo sarà difficile fare gol alla Juventus, sia per le assenze di Berardi e Defrel che per la solidità della difesa bianconera, che ha concesso appena due tiri nello specchio agli avversari nelle prime due partite, e si trattava di squadra di buon livello come Fiorentina e Lazio.

La vittoria della Juventus è a quota 1.33 su Better che regala ai suoi nuovi clienti 10€ in bonus scommesse dopo la registrazione e la prima ricarica di almeno 10€, senza condizioni; e in più offre 5€ in bonus scommesse a settimana ai clienti che piazzino ogni settimana almeno 25€ di scommesse con quota minima 2.00.

Probabili formazioni
JUVENTUS: Buffon, Benatia, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Pjanic, Khedira, Asamoah, Alex Sandro, Higuain, Dybala.
SASSUOLO: Consigli, Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Biondini, Magnanelli, Duncan, Ragusa, Matri, Politano.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.33, Better)
NO GOL (1.52, Paddy Power)
MULTIGOL SQUADRA IN CASA 2-3 (2.00, Better)




PALERMO – NAPOLI | sabato ore 20:45

Nuova stagione, solito Palermo. Sono passate appena due giornate e la squadra del presidente Zamparini ha già cambiato allenatore, in linea con quanto accaduto l’anno scorso. Stavolta però è stato l’allenatore Ballardini a dimettersi per via di alcune divergenze sul calciomercato con il presidente Zamparini che lo ha sostituito con De Zerbi, uno degli allenatori più promettenti tra i giovani italiani, ma con esperienza finora solo in Lega Pro.

Il rischio fallimento per la stagione del Palermo è altissimo, dopo quanto accaduto l’anno scorso. La squadra ha un’età media molto bassa e anche l’allenatore non ha esperienza in Serie A: staremo a vedere.

De Zerbi l’anno scorso ha fatto giocare un calcio spettacolare al Foggia in Lega Pro (la promozione è però fallita con la sconfitta nella finale playoff), e ai tifosi della squadra pugliese è venuto immediato il paragone con i tempi in cui c’era Zeman. Più che l’allenatore boemo, la fonte di ispirazione di De Zerbi è Guardiola: il nuovo tecnico del Palermo una volta terminata la sua carriera da calciatore si è messo subito a studiare per diventare allenatore ed è andato a Monaco di Baviera a seguire gli allenamenti di Guardiola nella sua prima stagione al Bayern. Il Foggia l’anno scorso ha giocato un gioco offensivo, di posizione, basato sul possesso palla e sulla continua ricerca dell’aggiramento della difesa avversaria tramite una fitta serie di passaggi.

Nel gioco di De Zerbi già il portiere deve essere il primo regista, bravo con il pallone tra i piedi a servire rasoterra i difensori centrali, e ha un ruolo importante anche il regista che spesso si abbassa sulla linea dei difensori per aiutare lo sviluppo della manovra. L’arrivo di Bruno Enrique in tal senso sarà indubbiamente d’aiuto. Quando attaccano le squadre di De Zerbi cercano di aprire in ampiezza le difese avversarie: nel 4-3-3 interni di centrocampo ed esterni di attacco si piazzano ai lati del campo, con l’attaccante centrale che si muove per lo più in orizzontale cercando però allo stesso tempo di dare profondità alla squadra.

Le difficoltà sono parecchie: per fare un gioco di questo tipo c’è bisogno di calciatori dotati di grande tecnica, e c’è anche bisogno di tempo per assimilare le idee dell’allenatore. Il Palermo ha pochi calciatori di alto livello per la Serie A, soprattutto in difesa, e De Zerbi ha avuto modo di lavorare con i suoi nuovi giocatori per poco più di una settimana.

Il rischio di andare in confusione contro una squadra che invece gioca a memoria come il Napoli di Sarri è altissimo, e così oltre al segno “2” è consigliabile puntare sull’over 2.5. Il Palermo è già la squadra che ha subito più tiri in porta finora (44), le modifiche tattiche di De Zerbi più offensive rispetto a Ballardini potrebbero peggiorare la situazione.

Probabili formazioni
PALERMO: Posavec, Rispoli, Goldaniga, Vitiello, Aleesami, Hiljemark, Bruno Henrique, Gazzi, Embalo, Diamanti, Nestorovski.
NAPOLI: Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon, Milik, Mertens.

PROBABILE RISULTATO: 1-4
2 (1.44, Bwin)
OVER 2.5 (1.62, Bet365)
OVER 3.5 (2.50, Bet365)
MULTIGOL 5-6 (5.25, Better)