Qualificazioni ai Mondiali: Uruguay-Paraguay, Venezuela-Argentina, Cile-Bolivia, Brasile-Colombia, Peru-Ecuador (mercoledì)

I pronostici sulle partite del Mondiale 2018
I pronostici sulle partite del Mondiale 2018

Stanotte si giocano anche le partite di qualificazione della zona sudamericana (CONMEBOL) al Mondiale in Russia del 2018: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

Mercoledì 7 settembre si giocheranno in Sudamerica – in Italia nella notte tra martedì e mercoledì – le partite dell’ottava giornata del torneo di qualificazione al prossimo Mondiale, in Russia nel 2018. Nella zona CONMEBOL, come noto, le nazionali partecipanti vengono selezionate in base ai risultati di un torneo a girone unico con dieci squadre: si qualificano le prime quattro, e la quinta va a giocare i playoff contro una squadra della zona OFC (Oceania). Si gioca a distanza di oltre sei mesi dal turno precedente, dato che in mezzo c’è stata la Copa América Centenario (vinta dal Cile, per la seconda volta consecutiva dopo il successo in casa nell’edizione “ordinaria” del 2015).

URUGUAY – PARAGUAY | mercoledì ore 01:00

Nell’ultimo turno l’Uruguay ha perso il primo posto in classifica a causa della sconfitta subita in Argentina. Anche un pareggio avrebbe fatto comodo, l’importante sarà però tornare alla vittoria in questa partita sulla carta più abbordabile contro il Paraguay che è attualmente quinto in classifica a pari merito col Brasile con un punto in meno dell’Uruguay. La classifica tra il primo e il settimo posto è cortissima, e così un altro passo falso rischierebbe di mettere a rischio la qualificazione ai prossimo Mondiali per l’Uruguay.

Il Paraguay nell’ultimo turno ha battuto a sorpresa il Cile in casa, il problema è che questa partita la giocherà in trasferta dove il rendimento non è tradizionalmente dei migliori: nelle qualificazioni ai Mondiali ha vinto solo una delle ultime undici partite.

Gli ultimi tre precedenti tra queste due nazionali sono stati tutti molto equilibrati e sono sempre finiti con l’identico punteggio di 1-1. L’Uruguay è una squadra poco spettacolare, che ha difficoltà soprattutto quando deve impostare una partita d’attacco come sarà in questo caso. Tabarez inserirà così Gaston Ramirez sulla trequarti per avere un calciatore abile nella rifinitura al servizio dei due attaccanti Cavani e Suarez, chiamati a fare la differenza in questa partita. La maggiore qualità dell’attacco dell’Uruguay spinge a puntare sulla possibile vittoria della squadra in casa.

URUGUAY: Fernando Muslera, Matías Corujo, José María Giménez, Diego Godín, Gastón Silva, Carlos Sánchez, Egidio Arévalo Ríos, Cristian Rodríguez, Gastón Ramirez, Edison Cavani, Luis Suárez.
PARAGUAY: Diego Barreto, Jorge Moreira, Paulo Da Silva, Pablo Aguilar, Salustiano Candia, Víctor Ayala, Néstor Ortigoza, Cristian Riveros, Oscar Romero, Ángel Romero, Federico Santander.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (1.53, William Hill)
UNDER 2.5 (1.70, Bet365)




 

VENEZUELA – ARGENTINA | mercoledì ore 01:00

L’Argentina grazie alla vittoria sull’Uruguay ottenuta nell’ultimo turno è salita al primo posto della classifica del girone a quota 14 punti, ma non può distrarsi perché la classifica è molto corta e la sesta ha solo due punti in meno. Il Venezuela è ultimo in classifica con appena un punto ed è ormai verosimilmente fuori dai giochi dopo appena sette partite giocate. Per provare a riaprire il discorso qualificazione il Venezuela dovrà provare a vincere questa partita e anche per questo motivo giocherà con una formazione molto offensiva, con Peñaranda, Josef Martínez e Rondón contemporaneamente in campo.

Il commissario tecnico dell’Argentina risponderà con un modulo di gioco simile, il 4-3-3. L’Argentina sarà priva dell’infortunato Messi e dello squalificato Dybala, motivo per cui saranno titolari Lamela e Di Maria con Pratto come riferimento centrale. Assente anche Aguero, il potenziale offensivo dell’Argentina sembra inferiore a quello consueto. A centrocampo c’è però tanta qualità grazie a Biglia e Banega, fermo restando che la velocità dei calciatori del Venezuela in contropiede potrebbe mettere in difficoltà l’Argentina, che come punto debole ha ancora la difesa, con la coppia centrale formata da Otamendi e Funes Mori e il non sempre impeccabile Romero in porta.

Il Venezuela ha assoluto bisogno di una vittoria, motivo per cui è da escludere una partita difensiva: il “gol” (entrambe le squadre segnano) è a quota 2.05 su Bet365 che #.

VENEZUELA: Dani Hernández, Roberto Rosales, Oswaldo Vizcarrondo, José Manuel Velázquez, Mikel Villanueva, Tomás Rincón, Agnel Flores, Juan Pablo Añor, Adalberto Peñaranda, Josef Martínez, Salomón Rondón.
ARGENTINA: Sergio Romero, Pablo Zabaleta, Nicolás Otamendi, Ramiro Funes Mori, Marcos Rojo; Lucas Biglia, Javier Mascherano, Ever Banega, Erik Lamela, Ángel Di María, Lucas Pratto.

PROBABILE RISULTATO: 1-2
GOL (2.05, Bet365)
OVER 1.5 (1.33, Gazzabet)

 

CILE – BOLIVIA | mercoledì ore 01:30

Il Cile ha vinto le ultime due edizioni della Coppa America ma al momento sarebbe fuori dai Mondiali in Russia del 2018, visto che è soltanto settimo in classifica. Il tempo per recuperare e mettere a posto le cose c’è tutto, ma sarà necessario evitare altre sconfitte come quella arrivata in Paraguay nell’ultimo turno.

La Bolivia nell’ultimo turno ha vinto la seconda partita del girone, e non è un caso se il successo è arrivato ancora una volta in casa. Il rendimento in trasferta di questa nazionale nei gironi di qualificazione ai Mondiali è disastroso: dal 2000 in poi nessuna vittoria su 38 partite, appena 5 i pareggi racimolati.

Nel Cile saranno assenti Jara e Medel, che saranno sostituiti da Erick Pulgar ed Enzo Roco. Il commissario tecnico Pizzi dovrebbe dare fiducia a centrocampo a Rodrigo Millar che ha caratteristiche più offensive rispetto a Francisco Silva e potrebbe essere maggiormente d’aiuto in fase di impostazione. La Bolivia farà una partita difensiva: il nuovo commissario tecnico – che ha esordito con una bella vittoria contro il Perù – dovrà rinunciare rispetto all’ultima partita solo a Jhasmani Campos.

CILE: Cristopher Toselli, Mauricio Isla, Erick Pulgar, Enzo Roco, Eugenio Mena, Charles Aránguiz, Rodrigo Millar, Arturo Vidal, Fabián Orellana, Eduardo Vargas, Alexis Sánchez.
BOLIVIA: Romel Quiñónez, Edemir Rodríguez, Ronald Raldes, Edward Zenteno, Marvin Bejarano, Diego Wayar, Walter Flores, Pablo Escobar, Martin Smedberg, Juan Carlos Arce, Marcelo Martins Moreno.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 CON HANDICAP (-1.0) (1.40, William Hill)

 

BRASILE – COLOMBIA | mercoledì ore 02:45

Il partitone dell’ottava giornata del girone sudamericano di qualificazioni ai Mondiali è Brasile-Colombia, in programma all’Arena da Amazônia a Manaus. La prima partita ufficiale del nuovo commissario tecnico Tite – che negli anni passati ha portato il Corinthians a vincere la Coppa Intercontinentale – è coincisa con una vittoria di fondamentale importanza sul difficile campo dell’Ecuador, col risultato di tre a zero. La situazione di classifica del Brasile era tutt’altro che positiva alla vigilia della partita, ora a quota 12 punti al quinto posto il Brasile è tornato in piena zona qualificazione e visto che la classifica è molto corta potrà risalire in breve tempo fino al primo posto. In tal senso sarebbe d’aiuto battere la Colombia, al momento terza in classifica con 13 punti.

Tite ha fatti pochi cambi nella formazione tipo, ma tutti azzeccati. Ha riportato Marquinhos al centro della difesa con Miranda e piazzato Casemiro come schermo, con Paulinho a fare da collante tra i reparti e prezioso anche in fase di pressing. In attacco il Brasile fa affidamento alla fantasia di Willian e soprattutto Neymar, mentre Tite non ha esitato a lanciare subito come punta centrale il giovane Gabriel Jesús, acquistato in estate dal Manchester City. Il Brasile non ha una qualità tecnica altissima come nei decenni passati, ma questa formazione messa in campo da Tite è equilibrata in tutte le zone del campo e temibile.

La Colombia dopo l’ottimo Mondiale del 2014 in cui fu eliminata proprio dal Brasile, negli ultimi anni ha peggiorato il suo rendimento e sono scomparsi dalla circolazione calciatori come Ibarbo, Guarin, Zuniga, Armero, Gutierrez e Jackson Martinez. La difesa è il punto debole di questa squadra che da un punto di vista tattico nonostante l’ottimo lavoro fatto a centrocampo da Carlos Sánchez è sempre un po’ troppo sbilanciata per l’inevitabile presenza tra i titolari di Cuadrado, James Rodríguez, Muriel e Bacca che al momento sono i migliori calciatori di questa nazionale.

Il nuovo Brasile allenato da Tite sembra più quadrato a livello tattico rispetto alla Colombia: “1” da provare.

BRASILE: Alisson, Daniel Alves, Marquinhos, Miranda, Marcelo, Casemiro, Renato Augusto, Paulinho, Willian, Gabriel Jesús, Neymar.
COLOMBIA: David Ospina, Stefan Medina, Jeison Murillo, Óscar Murillo, Farid Díaz, Sebastián Pérez, Carlos Sánchez, Juan Guillermo Cuadrado, James Rodríguez, Luis Muriel, Carlos Bacca.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + OVER 1.5 (1.46, Eurobet)
1 (1.57, William Hill)

 

PERÙ – ECUADOR | mercoledì ore 04:15

Corsa tanta, tattica zero. L’Ecuador ha a sua disposizione parecchi calciatori velocissimi, alcuni dei quali dotati pure di una buona tecnica individuale, ma il commissario tecnico Quinteros non è finora riuscito a dare una disciplina tattica ai suoi, spesso confusionari sia quando c’è da difendere che quando c’è da attaccare. E così l’Ecuador pur facendo una buona partita contro il Brasile ha perso 3-0 nell’ultimo turno, risultato bugiardo che però fa capire come per questa nazionale ci sia la necessità per migliorare i risultati di trovare uno schema in grado di dare maggiore copertura alla difesa, che è il reparto più scarso a livello di singoli calciatori.

Il Perù è una squadra più compassata ma già meglio organizzata a livello tattico rispetto all’Ecuador, e con il fattore campo a favore la nazionale allenata da Ricardo Gareca proverà a vincere la partita per rimettersi in gioco in ottica qualificazione. Il Perù ha appena quattro punti dopo sette partite, e solo con una vittoria potrebbe tornare a sperare, anche perché diminuirebbe i punti di ritardo in classifica dallo stesso Ecuador al momento a quota 13.

Perù ed Ecuador si sono recentemente affrontate in Coppa America, la partita è finita 2-2 col Perù che si è fatto rimontare due gol di vantaggio. Il Perù ha poi superato la fase a gironi, ha eliminato il Brasile agli ottavi di finale ed è uscito contro la Colombia ai quarti solo ai calci di rigore.

PERÙ: Pedro Gallese, Aldo Corzo, Christian Ramos, Luis Abram, Miguel Trauco, Cristian Benavente, Renato Tapia, Yoshimar Yotún, Edison Flores, Christian Cueva, Paolo Guerrero.
ECUADOR: Alexander Domínguez, Antonio Valencia, Gabriel Achilier, Arturo Mina, Walter Ayoví, Enner Valencia, Pedro Quiñónez, Christian Noboa, Jefferson Monero, Miller Bolaños y Felipe Caicedo.

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X (1.38, Paddy Power)
OVER 1.5 (1.35, Paddy Power)
GOL (1.80, Bet365)