Liga: Malaga-Osasuna e Deportivo-Eibar (venerdì)

I pronostici sulla Liga, il principale campionato spagnolo di calcio

Venerdì sera comincia anche la nuova stagione della Liga, il principale campionato di calcio spagnolo: gli approfondimenti, le novità da sapere e i pronostici riguardo le prime quattro squadre che giocheranno, ossia Malaga, Osasuna, Deportivo La Coruna ed Eibar.

MALAGA – OSASUNA | venerdì ore 20:45

Tra le squadre che prenderanno parte a questo nuovo imminente campionato di prima divisione del calcio spagnolo il Malaga è una di quelle che nel calciomercato estivo ha cambiato relativamente molto poco rispetto alla stagione scorsa. In uscita sono andati via – tutti a fine prestito, o in prestito, o svincolati a fine contratto – calciatori mai titolari negli anni scorsi, o che avevano comunque trovato notevoli difficoltà e agguerrita concorrenza nei loro rispettivi ruoli (Ochoa, Uche, Tissone, Roque Santa Cruz, Albentosa). I tre acquisti più rilevanti invece – fatti per cercare di migliorare la fase offensiva senza compiere follie di mercato – sono stati: Keko, il valido ma discontinuo ventiquattrenne esterno destro dell’Eibar; Jony, esterno sinistro dello Sporting Gijón; e Sandro Ramirez, uno dei giovani della cantera “scaricati” dal Barcellona. Ci si augura che tutti e tre possano bastare a risolvere uno dei principali punti deboli del Malaga: la scarsa fruttuosità delle azioni da gol e le difficoltà in genere a sviluppare molto gioco in attacco.

Il più importante dei prestiti, invece, non è un attaccante né un trequartista, bensì uno dei più forti e versatili giovani centrali difensivi spagnoli: Diego Llorente, nuovamente rigirato in prestito dal Real Madrid dopo l’amara stagione disputata con il Rayo Vallecano. Non dovrebbe faticare troppo a ottenere un posto da titolare nella già ottima difesa del Malaga, verosimilmente di fianco a Weligton; terzino sinistro dovrebbe invece essere confermato l’uruguaiano Federico Ricca, fresco di prima convocazione in nazionale. Tra le facce note in Italia, c’è infine da segnalare il serbo ex Fiorentina e Inter Zdravko Kuzmanovic, ancora in prestito dal Basilea.

Il fatto di non aver dovuto “stravolgere”, almeno per ora, il gioco della squadra ha facilitato il lavoro di Juande Ramos, che ha preso il posto di Javi Gracia al termine della stagione scorsa, conclusa a metà classifica nonostante un’inattesa serie iniziale e finale di risultati negativi. Nelle amichevoli estive, per quel che contano, il Malaga non ha mai perso (dieci vittorie e due pareggi). In una di queste, quella vinta ai rigori contro la Sampdoria, si è infortunato Ignacio Camacho, che a quanto pare non è ancora del tutto guarito e rischia di saltare la prima partita di campionato. L’altro calciatore da tenere d’occhio è sicuramente il venezuelano Juanpi, che con Juande Ramos allenatore potrebbe crescere ulteriormente e giocare ancora meglio di quanto gli sia riuscito nella passata stagione.

Il primo avversario del Malaga sarà una squadra neopromossa, l’Osasuna, che nella stagione passata ha concluso il campionato di Segunda Division in sesta posizione ma ha battuto Girona e Gimnastic nei playoff e si è così guadagnato il ritorno in Primera Division a due anni dall’ultima retrocessione (e con una squadra completamente diversa da allora). Tra le pochissime mosse di mercato compiute per cercare di rinforzare la rosa ci sono l’acquisto di Fuentes, ex terzino sinistro dell’Espanyol, e il prestito di Oriol Riera dal Deportivo La Coruna (che nell’Osasuna giocò già nella stagione 2013-2014). Messe insieme, purtroppo, pesano probabilmente molto meno di quanto pesi, in negativo, la cessione del bravo Mikel Merino, centrocampista centrale da poco passato al Borussia Dortmund. Sabato scorso in un’amichevole contro il Rayo Vallecano l’Osasuna ha perso 5-1 in casa prendendone già quattro dopo circa mezz’ora.

Le probabili formazioni:
MALAGA: Kameni; Rosales, Welligton, Llorente, Ricca; Recio, Kuzmanovic (o Camacho); Jony, Keko, Juanpi; Sandro Ramirez.
OSASUNA: Nauzet; David Garcia, M. Flano, Unai Garcia; Oier, J. Flano, I. Elias, Fausto, Fran Merida; Riera, las Cuevas.

PROBABILE RISULTATO: 3-0
1X + OVER 1,5 (1.57, SNAI)
1 (1.65, Eurobet, Bwin, William Hill, Betfair e Bet365)




 

DEPORTIVO LA CORUNA – EIBAR | venerdì ore 22:00

Probabilmente la più importante mossa di mercato del Deportivo La Coruna – che ha concluso il campionato scorso in 15esima posizione – è aver trattenuto in squadra, almeno per ora, Lucas Perez, il ventisettenne attaccante spagnolo autore di venticinque gol nella passata stagione (ha diverse offerte di mercato e una valutazione intorno ai 12-15 milioni di euro). Il Deportivo ha anche preso il ventitreenne rumeno Florin Andone dal Cordoba, che con Lucas formerebbe eventualmente una rispettabilissima coppia d’attacco.

Il nuovo allenatore della squadra è Gaizka Garitano, noto per la sua lunga e apprezzata esperienza nell’Eibar (è stato l’allenatore della storica promozione in prima divisione al termine della stagione 2013-2014). Il suo stile di gioco preferito è il pressing alto e costante, e una particolare attenzione alla fase difensiva: come queste caratteristiche possano adattarsi alla rosa del Deportivo La Coruna resta tutto da scoprire, ma è chiaro che a La Coruna circoli un comprensibile ottimismo, se si considera che a un certo punto della stagione scorsa, con una squadra probabilmente meno forte di quella di quest’anno, il Deportivo si era addirittura ritrovato in sesta posizione.

Genera altrettanto comprensibile interesse e carico di aspettative, tra le altre cose, il prestito di Marlos Moreno, ventenne attaccante colombiano proveniente dall’Atletico Nacional (vincitore della Coppa Libertadores) e da poco acquistato dal Manchester City di Guardiola, che lo ha appunto rigirato al Deportivo. Si tratta, come noto a chi ha seguito qualcosa della Coppa America, di un attaccante di grandissima prospettiva e notevoli potenzialità: ha un gran dribbling e un gran controllo, e una tecnica che lo rende potenzialmente letale per qualsiasi difesa anche in Europa. Altri giocatori in prestito ma già di lunga esperienza nel campionato spagnolo, come Raul Albentosa e Juanfran, dovrebbero infine garantire al Deportivo maggiore solidità difensiva e, da questo punto di vista, offrire maggiori soluzioni a Garitano.

C’è molto meno ottimismo per quanto riguarda l’Eibar, avversario del Deportivo nella prima giornata di campionato. La squadra allenata da Mendilibar – 14esima nella stagione scorsa e 18esima, miracolosamente “salva” all’ultima giornata, due stagioni fa – ha perso diversi giocatori importanti durante il calciomercato estivo, tra i quali Saul Berjon, Keko e Ansotegi. Ma la perdita più “pesante” – e al momento non ancora risolta con adeguate contromisure tecniche – è quella di Borja Baston, il massiccio attaccante centrale che in prestito dall’Atletico Madrid nella stagione scorsa ha segnato ben 18 gol.

Sebbene due giocatori giovani e in gamba come Ander Capa e Gonzalo Escalante (squalificato per la prima partita) siano ancora parte della squadra, l’impressione generale è che rispetto alla stagione scorsa l’Eibar sia leggermente meno attrezzato, senza una prima punta potente e costante come Borja Baston, utilissima nel 4-2-3-1 di Mendilibar. È invece tutto da valutare il possibile rendimento e la capacità di integrazione di Kike Garcia, finalmente disponibile, e Bebè, pagato dall’Eibar al Benfica dopo l’anno trascorso in prestito al Rayo Vallecano tra alti e bassi. È quindi ragionevole considerare l’Eibar da subito sfavorito in questa prima partita di campionato al “Riazor”, anche se entrambe le due stagioni dell’Eibar in Primera Division sono state caratterizzate da sorprendenti “partenze” (e tracolli nel girone di ritorno).

Le probabili formazioni:
DEPORTIVO: Lux; Juanfran, Albentosa, Sidnei, Navarro; G. dos Santos, Mosquera; Carles Gil, Fajr, Bruno Gama; Lucas Perez.
EIBAR: Riesgo; Capa, Galvez (o Juncà), Ramis, Luna; Dani Garcia, Rivera; Adriàn; Pedro Leon, Bebé; Kike Garcia (o Sergi Enrich).

PROBABILE RISULTATO: 2-1
1X + UNDER 3,5 (1.52, Eurobet)
GOL (2.10, Betfair e William Hill)
LUCAS PEREZ MARCATORE (2.50, Bet365)