Euro 2016: Francia-Islanda (domenica)

Europei 2016
I pronostici sulle partite di calcio di Euro 2016

Domenica alle 21:00 si gioca l’ultimo quarto di finale di Euro 2016, tra la Francia padrona di casa e la sorprendente Islanda: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

FRANCIA – ISLANDA | domenica ore 21:00

Francia e Islanda giocheranno l’ultima partita dei quarti di finale di Euro 2016 allo “Stade de France” di Saint-Denis, domenica sera alle 21:00 (la partita sarà trasmessa da Sky e anche dalla Rai). La Francia negli ottavi di finale ha eliminato l’Irlanda, l’Islanda ha fatto fuori a sorpresa l’Inghilterra, vincendo 2-1 in rimonta.

Com’è andata finora la Francia

L’Europeo della Francia finora non è stato entusiasmante, la nazionale allenata da Deschamps non ha mai convinto del tutto sul piano del gioco e ha mostrato una certa fragilità difensiva pur senza affrontare nessuna avversaria di alto livello. La Francia aveva uno dei gironi sulla carta più facili, e infatti ha vinto contro Romania e Albania – in tutti e due i casi non senza difficoltà, segnando i gol decisivi solo nei minuti finali – e pareggiando contro la Svizzera. Anche l’avversaria degli ottavi di finale non era insormontabile, eppure l’Irlanda ha finito il primo tempo in vantaggio giocando meglio della Francia, e facendosi rimontare solo nella ripresa con una doppietta di Griezmann. Proprio Griezmann ha finalmente ripagato la scelta di noi del Veggente di proporlo come capocannoniere del torneo, facendo nei quarti di finale una doppietta decisiva e giocando un partitone. Lo stesso non si può dire di Pogba, che finora è stato al di sotto delle aspettative e solo contro la Svizzera e nel secondo tempo della partita contro l’Irlanda ha fatto intravedere il suo immenso talento.

La Francia ha mostrato grande carattere e voglia di lottare sempre fino all’ultimo minuto: contro Romania e Albania i gol della vittoria sono arrivati nel finale, contro l’Irlanda la squadra dopo il pessimo primo tempo ha saputo reagire e ha centrato la rimonta. Sono queste le buone notizie in vista del finale del torneo.

Com’è andata finora l’Islanda

L’Islanda è la sorpresa più grande di questa edizione degli Europei. Già la qualificazione alla fase finale era stata considerata un mezzo miracolo, figuriamoci l’arrivo ai quarti di finale. L’Islanda ha pareggiato le prime due partite della fase a gironi, in modi differenti. Contro il Portogallo pur passando in svantaggio non si è buttata giù, ha resistito senza snaturare il suo gioco difensivo e nel secondo tempo ha trovato il gol del pareggio con Bjarnason. Contro l’Ungheria ha fatto gol per prima su calcio di rigore, ma è stata raggiunta nei minuti finali da un autogol. Contro l’Austria l’andamento della partita è stato simile, con la differenza che l’Austria trovato il pareggio si è buttata all’attacco per cercare il gol qualificazione. L’Islanda ha sofferto ma alla fine è riuscita addirittura a segnare in contropiede il gol vittoria, qualificandosi come seconda del girone. Negli ottavi di finale l’Islanda ha affrontato l’Inghilterra e ancora una volta ha mostrato un grande carattere: pur passando subito in svantaggio su un calcio di rigore segnato da Rooney, è stata capace di segnare subito il gol del pareggio e poi addirittura di ribaltare il punteggio grazie anche a una mezza papera del portiere avversario Hart.

Il modulo e i giocatori della Francia

A questo giro Deschamps non avrà particolari dubbi sul modulo di gioco da adottare. Il commissario tecnico della Francia nella seconda partita del girone ha preferito il 4-2-3-1 al 4-3-3 tenendo fuori Pogba e Griezmann, ma senza avere a disposizione Coman – che ha subito un infortunio quando è entrato in campo nella partita contro l’Irlanda – le possibilità di rivedere il 4-2-3-1 sono praticamente nulle. Oltre alle precarie condizioni fisiche di Coman, Deschamps è sicuro di almeno due assenze per squalifica: il difensore centrale Rami e il mediano Kantè. Per sostituire Rami il ballottaggio è tra Umtiti e Mangala, con il primo favorito. Nel caso di Kantè il sostituto dovrebbe essere Cabaye, che ha caratteristiche differenti rispetto al centrocampista del Leicester: meno abile in interdizione, è più bravo a verticalizzare il gioco e a tirare dalla distanza. Contro l’Islanda – che punterà ancora una volta sulla fase difensiva – avere Cabaye a centrocampo potrebbe essere anche un vantaggio.

Il modulo e i giocatori dell’Islanda

Il commissario tecnico dell’Islanda Lars Lagerback sta mandando in campo sempre la stessa formazione titolare schierata con il 4-4-2 come modulo, e non dovrebbe cambiare nemmeno stavolta visto che non ci sono né infortuni né squalifiche. Davanti al portiere Hannes Halldorsson, la difesa sarà composta da Birkir Saevarsson, Ragnar Sigurdsson, Kari Arnason e Ari Skulason. A centrocampo ecco Johann Gudmundsson, Aron Gunnarsson, il talentuosissimo Gylfi Sigurdsson – migliore calciatore della squadra, gioca nello Swansea in Premier League – e Birkir Bjarnason, centrocampista del Basilea sempre molto abile negli inserimenti e con un ottimo senso del gol. In attacco, spazio alla coppia formata da Kolbeinn Sigthorsson e Jon Dadi Bodvarsson, con Alfred Finnbogason pronto a subentrare eventualmente nella ripresa.

L’Islanda sta giocando con una interpretazione molto difensiva del 4-4-2, col baricentro basso e le linee di difesa e centrocampo molto vicine tra loro. Trovare spazi contro l’Islanda – che è una squadra molto fisica – è difficile, non si fa mai sorprendere in contropiede ed è molto organizzata come confermato nella sfida contro l’Inghilterra. In attacco lo schema principale è il lancio lungo dal portiere o dalla difesa per la testa di Sigthorsson, che mette in azione i centrocampisti offensivi più bravi negli inserimenti e più tecnici, ovvero Gylfi Sigurdsson e Birkir Bjarnason, oppure il compagno di reparto Bödvarsson, pure molto abile nel gioco aereo. L’abilità nel gioco aereo viene sfruttare anche in occasione delle rimesse laterali in zona d’attacco, che vengono battute molto lunghe cercando in area di rigore il colpo di testa di uno tra Sigthorsson e Bödvarsson.

Che partita può uscirne

La Francia è stata ben felice di evitare l’Inghilterra ai quarti di finale, ma battere l’Islanda non sarà una passeggiata e la partita andrà affrontata con la massima attenzione e concentrazione. L’Islanda difende bene e per la Francia non sarà facile sbloccare il risultato, molto dipenderà dalla prova di Pogba e Griezmann, inoltre Deschamps spera di riavere un Payet più ispirato come a inizio Europeo, rispetto alla più deludente prova fatta contro l’Irlanda. Finora ha giocato abbastanza male Giroud, abile soprattutto nel gioco aereo, una dote forse poco utile contro l’Islanda che ha difensori molto alti. Una possibile idea potrebbe essere quella di spostare Griezmann al centro e dare spazio a Martial, abilissimo nell’uno contro uno. I dribbling di Martial e gli inserimenti di Griezmann potrebbero mettere in difficoltà la difesa dell’Islanda ben più degli eventuali cross dalla fascia o dalla trequarti per la testa di Giroud.

La Francia potrebbe soffrire ancora una volta nel primo tempo, ma alla lunga potrebbe uscire ancora una volta la sua maggiore qualità come già accaduto contro Romania, Albania e Irlanda. In ottica scommesse c’è da tenere in considerazione il fatto che la Francia non ha mai terminato un primo tempo di questo Europeo in situazione di vantaggio. L’X/1 parziale finale a quota 4.00 è in tal senso un “clamoroso” da provare.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà le scommesse eventualmente perdenti su risultato esatto, primo marcatore (dell’incontro e squadra), parziale/finale, tempo del primo gol e “combobet” (1×2 + Under/Over 2.5 e 1×2 + Gol/NoGol) se ci sarà una doppietta nel corso della partita.

Paddy Power – che accredita sul conto dei nuovi clienti un bonus scommesse di 25€ netti a chi depositi almeno 10 euro – rimborserà tutte le scommesse singole perdenti su risultato esatto, 1X2 + Under/Over 2.5 e Vincente più Marcatore se Griezmann sarà il primo marcatore della partita.

Probabili formazioni
FRANCIA: Lloris, Sagna, Koscielny, Umtiti, Evra, Pogba, Cabaye, Matuidi, Griezmann, Giroud, Payet.
ISLANDA: Halldórsson, Sævarsson, Árnason, R. Sigurdsson, Skúlason, Gudmundsson, Gunnarsson, G. Sigurdsson, B. Bjarnason, Bödvarsson, Sigthórsson.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
SEGNA GOL SQUADRA IN CASA NELLA RIPRESA (1.38, Eurobet)
UNDER 1.5 PRIMO TEMPO (1.36, Paddy Power)
1 (1.45, Eurobet)
X/1 PARZIALE/FINALE (4.00, Paddy Power)
GRIEZMANN MARCATORE (2.35, Eurobet)