Euro 2016: Galles-Irlanda del Nord (sabato)

Europei 2016
I pronostici sulle partite di calcio di Euro 2016

Sabato alle 18:00 si gioca la seconda partita degli ottavi di finale di Euro 2016, tra due sorprese della prima fase: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

GALLES – IRLANDA DEL NORD | sabato ore 18:00

Galles e Irlanda del Nord giocheranno la seconda partita degli ottavi di finale di Euro 2016 al “Parc des Princes” di Parigi, sabato pomeriggio alle 18:00 (la partita sarà trasmessa in esclusiva da Sky, non dalla Rai). Il Galles ha vinto il gruppo B, l’Irlanda del Nord – che ha preso parte al girone C – si è qualificata come una delle migliori terze.

Com’è andata la fase a gironi del Galles

Il Galles è stata una delle squadre migliori della prima parte del torneo di Euro 2016. Ha vinto il girone B facendo sei punti (vittorie per 2-1 contro la Slovacchia e 3-0 contro la Russia) e arrivando davanti all’Inghilterra, che pure l’ha sconfitta in rimonta – in modo abbastanza fortunato, con un gol nei minuti finali di partita – nello scontro diretto della seconda giornata. Il Galles ha confermato di avere una difesa abbastanza solida come aveva già fatto vedere nelle partite di qualificazione a Euro 2016: ha subito tre gol, che non sono pochi in verità, ma con sei gol fatti ha insieme all’Ungheria il migliore attacco del torneo.

Non che ci siano dei campioni in difesa, ma Hennessey del Crystal Palace è un portiere valido e Williams, Chester e Ben Davies stanno mostrando un’ottima intesa. Il calciatore più forte di questa nazionale è Gareth Bale, ma la vera forza del Galles è il collettivo, e lo stesso campione del Real Madrid è il primo a dare un buon esempio sacrificandosi spesso a pressare in fase di non possesso palla. Il Galles gioca col baricentro basso e concede forse troppi tiri agli avversari, anche se spesso in posizioni non favorevoli. Il pregio maggiore della squadra allenata da Coleman è il pressing, non a caso il Galles è la prima squadra di Euro 2016 per numero di intercetti. A guidare il pressing è il centrocampista del Liverpool Joe Allen che sta giocando benissimo, il migliore dei suoi insieme a Bale e Ramsey. Appena riconquistata palla, il Galles verticalizza subito approfittando dell’abilità di Ramsey e Bale nell’attaccare gli spazi. Difesa e contropiede, affiatamento, Ramsey e Bale: questi i segreti del successo del Galles nella fase a gironi di Euro 2016.

Com’è andata la fase a gironi dell’Irlanda del Nord

L’Irlanda del Nord contro ogni previsione iniziale è riuscita a qualificarsi per gli ottavi di finale, e lo ha fatto come una delle migliori terze. Per il passaggio del turno è stata decisiva la vittoria per due a zero contro l’Ucraina, mentre per la differenza reti è stato importante perdere con un solo gol di scarto sia contro la Polonia che contro la Germania. Se nella partita contro l’Ucraina – soprattutto per demeriti degli avversari incappati in una giornata negativa, soprattutto per quanto riguarda Konoplyanka e Yarmolenko – la vittoria alla fine è stata meritata, contro Polonia e Germania l’Irlanda del Nord ha avuto una gran fortuna a subire solo due gol complessivi. L’Irlanda del Nord è la squadra che ha subito più tiri nel corso di queste prime tre partite di Euro 2016, ben 20 in media ogni 90 minuti, e se ha incassato solo due gol è stato soprattutto per merito del bravo portiere McGovern, senza dimenticare l’aiuto di pali e traverse. L’Irlanda del Nord ha confermato di essere una delle squadre peggiori a livello tecnico di questo Europeo, ma grazie alla grinta, al catenaccio, alle parate del portiere e a una buona dose di fortuna è riuscita a qualificarsi agli ottavi di finale.

Il modulo e i giocatori del Galles

Nella prima partita contro la Slovacchia, il commissario tecnico del Galles Coleman aveva deciso di schierare un 5-3-1-1 abbastanza anomalo senza attaccanti di riferimento, con il trequartista Jonathan Williams in avanti al fianco di Gareth Bale. L’ingresso in campo nel secondo tempo di una prima punta vera e propria (Robson-Kanu) è coincisa con il gol della vittoria e così nella seconda partita contro l’Inghilterra Coleman ha deciso di schierare dall’inizio un attaccante in grado di liberare spazi per Bale. Se contro l’Inghilterra a scendere in campo è stato Robson-Kanu, contro la Russia a partire titolare è stato Vokes che dovrebbe partire titolare anche a questo giro. Coleman ha tutta la squadra a disposizione e dovrebbe confermare la squadra che ha preso a pallate la Russia.

Il modulo e i giocatori dell’Irlanda del Nord

Il commissario tecnico Michael O’Neill non dovrebbe cambiare la squadra che è riuscita a tenere testa alla Germania perdendo soltanto uno a zero, in verità grazie a una buona dose di fortuna. L’Irlanda del Nord farà la solita partita difensiva schierando un 4-5-1 che in fase di non possesso palla si trasforma in una sorta di 6-3-1, visto che gli esterni di centrocampo si abbassano sulla linea dei difensori, con i terzini che si avvicinano ai centrali e diminuiscono gli spazi a disposizione degli avversari. Mancano completamente gli schemi offensivi, l’Irlanda del Nord si affida esclusivamente al contropiede e in modo particolare ai calci piazzati. Solo in occasione dei calci di punizione nella metà campo avversaria e dei calci d’angolo, a salire sono anche i difensori centrali, molto abili nel gioco aereo, in modo particolare lo spilungone McAuley, a segno nella partita contro l’Ucraina.

Che partita può uscirne

Galles e Irlanda del Nord sono due squadre che giocano un calcio prettamente difensivo. L’Irlanda del Nord abbasserà il baricentro e penserà quasi esclusivamente a difendersi, motivo per cui il Galles suo malgrado dovrà provare a fare la partita. Il commissario tecnico del Galles Coleman non si fida degli avversari e soprattutto nel primo tempo consiglierà ai suoi difensori di restare bassi e di non prestare mai il fianco alle ripartenze dell’Irlanda del Nord, che pure solitamente sono poco pericolose. Potrebbe uscirne un primo tempo noioso, in cui le uniche emozioni saranno le giocate di Gareth Bale che però avrà meno spazi per esaltare le sue caratteristiche rispetto a quanto fatto contro la Russia, che giocando col baricentro alto ha commesso un vero e proprio suicidio tattico.

A rompere l’equilibrio potrebbe essere una giocata di Gareh Bale o di Ramsey, fermo restando che il Galles dovrà essere bravo a difendere in occasione dei calci piazzati avversari. In particolare queste occasioni potrebbero essere le uniche in cui il Galles potrebbe azionare il suo micidiale contropiede, motivo per cui sarà fondamentale avere un’ottima organizzazione in fase difensiva sui calci d’angolo e su tutte le palle inattive in generale.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà le scommesse eventualmente perdenti su risultato esatto, primo marcatore (dell’incontro e squadra), parziale/finale, tempo del primo gol e “combobet” (1×2 + Under/Over 2.5 e 1×2 + Gol/NoGol) se Gareth Bale farà almeno un gol durante la partita.

Probabili formazioni
GALLES: Hennessey, Gunter, Chester, Williams, Davies, Taylor, Allen, Ledley, Ramsey, Bale, Vokes (Robson-Kanu).
IRLANDA DEL NORD: McGovern, Hughes, McAuley, Cathcart, J. Evans, Ward, C. Evans, Davis, Norwood, Dallas, Washington.

PROBABILE RISULTATO: 1-0
1 (2.05, #)
UNDER 2.5 (1.41, #)
1X + UNDER 3.5 (1.36, #)
BALE MARCATORE (2.50, #)