Euro 2016: Svizzera-Francia (domenica)

Europei 2016
I pronostici sulle partite di calcio di Euro 2016

Domenica alle 21:00 si gioca la terza e ultima giornata del gruppo A di Euro 2016, Svizzera e Francia si sfidano per il primo posto: approfondimenti, probabili formazioni e pronostici.

SVIZZERA – FRANCIA | domenica ore 21:00

Svizzera e Francia giocheranno l’ultima partita del gruppo A di Euro 2016 allo “Stade Pierre Mauroy” di Lille, domenica sera alle 21:00 (la partita sarà trasmessa sia da Sky che dalla Rai). Svizzera e Francia sono inserite nel gruppo A di Euro 2016 insieme a Romania e Svizzera. Questa la classifica attuale: Francia 6, Svizzera 4, Romania 1, Albania 0.

Come sono andate le prime due partite della Svizzera

La Svizzera ha fatto quattro punti nelle prime due giornate del gruppo A: dopo la vittoria sull’Albania per uno a zero, in cui ha giocato in undici contro dieci per più di un tempo, la Svizzera pur pareggiando contro la Romania ha forse giocato meglio, mettendo maggiormente in mostra i suoi punti di forza. Contro la Romania, la Svizzera nel primo tempo è passata in svantaggio a causa di un calcio di rigore segnato da Stancu e causato da una ingenua trattenuta di Lichtsteiner. La Svizzera ha mostrato grande carattere, non ha perso la pazienza e ha attaccato senza esporsi più di tanto al contropiede degli avversari, trovando il meritato pareggio nel secondo tempo, sugli sviluppi di un’azione di calcio d’angolo, con Mehmedi. Dopo l’uno a uno la squadra che ha provato a vincere è stata la Svizzera più della Romania, ma nonostante qualche occasione pericolosa il risultato di pareggio non è più cambiato e ha fatto comunque comodo alla nazionale allenata da Petkovic che a quota quattro punto nella peggiore delle ipotesi passerà il turno come una delle migliori terze.

Come sono andate le prime due partite della Francia

La Francia ha vinto le prime due partite di Euro 2016, ma entrambe con fatica e segnando i gol decisivi solo nei minuti finali. La Francia ha mostrato grande carattere e forza di volontà, avere fatto i gol della vittoria nei minuti conclusivi delle partite vuol dire crederci fino in fondo e questa è una nota di merito di questa nazionale. Certo, contro Romania e soprattutto Albania ci si aspettavano delle vittorie più facili visto che la Francia gioca in casa e anche per questo motivo è una delle principali favorite per il trionfo finale. Il commissario tecnico Deschamps ha parecchi calciatori di qualità tra centrocampo e attacco ma non è ancora riuscito a trovare la formazione tipo, visti i cambi fatti contro l’Albania rispetto all’esordio contro la Romania. Pur concedendo poche occasioni da gol all’Albania – una però clamorosa con Memushaj che ha colpito il palo – la Francia nel primo tempo non è riuscita a mettere alle corde gli avversari con continuità e solo nei minuti finali della ripresa c’è stato un assedio vero e proprio che per fortuna di Deschamps ha portato ai gol di Griezmann e Payet.

Il modulo e i giocatori della Svizzera

La Svizzera dovrebbe confermare il 4-2-3-1 adottato con buoni risultati nelle prime due partite del girone. In porta il bravissimo Sommer che finora ha subito solo un gol su calcio di rigore, in difesa sulle fasce ci saranno ancora Lichtsteiner e Rodriguez, quest’ultimo molto abile anche sui calci piazzati. Al centro della difesa Schar – che ha segnato il gol vittoria contro l’Albania – farà coppia con Djourou, calciatore dal rendimento discontinuo che però ha fatto abbastanza bene finora. I due mediani saranno Behrami e Xhaka, il primo avrà compiti esclusivamente difensivi mentre l’ex centrocampista del Borussia Monchengladbach parteciperà più attivamente alla manovra insieme a Dzemaili, leggermente avanzato. Proprio Dzemaili in questa posizione da trequartista è andato spesso al tiro risultato uno dei più pericolosi della sua squadra. Sulle fasce d’attacco i titolari sono Shaqiri e Mehmedi, il dubbio principale riguarda la punta centrale con Seferovic che – ancora a secco dopo le prime due partite – potrebbe lasciare il posto a Embolo, più veloce e probabilmente più abile a sfruttare gli spazi eventualmente lasciati dalla Francia in contropiede.

Il modulo e i giocatori della Francia

C’è molta curiosità intorno alla formazione che sceglierà Deschamps in questa partita contro la Svizzera. Nella seconda gara del girone il commissario tecnico ha abbandonato il 4-3-3 e fatto fuori Pogba e Griezmann scegliendo il 4-2-3-1 e inserendo Martial e Coman. Nonostante la qualificazione agli ottavi di finale sia già sicura, la Francia non può permettersi di snobbare questa partita, perché finire al primo posto nel girone darebbe parecchi vantaggi. Negli ottavi di finale affronterebbe una delle migliori terze e non la seconda del gruppo C che potrebbe essere la Polonia o addirittura la Germania, e nei quarti eviterebbe la Spagna che molto probabilmente finirà il suo gruppo al primo posto. Per questo motivo Deschamps non farà particolari rivoluzioni alla squadra, e visto che la Svizzera sulla carta è più competitiva dell’Albania abbandonerà il più offensivo 4-2-3-1 per tornare al 4-3-3, con un solo cambio rispetto all’esordio contro la Romania: Cabaye farà riposare Kantè, il suo prezioso lavoro in fase di non possesso palla tornerà utile nella fase a eliminazione diretta.

Che partita può uscirne

Le due nazionali si sono già affrontate nella fase a gironi del Mondiale in Brasile del 2014, e la Francia vinse col risultato di cinque a due. Questa partita sarà molto probabilmente diversa, allora si giocava la seconda giornata, qui la terza con entrambe le nazionali già proiettate agli ottavi di finale. La Francia ha sei punti ed è già qualificata, per mantenere il primo posto basterebbe anche il pareggio. Un punto darebbe alla Svizzera la sicurezza di passare il turno come seconda del girone, mentre con una sconfitta nel peggiore dei casi passerebbe probabilmente come migliore terza. In tal senso la Svizzera dovrà stare attenta a non peggiorare di troppo la sua differenza reti, e visto che il pareggio sostanzialmente andrebbe bene a entrambe c’è da aspettarsi una partita giocata su ritmi molto bassi. La Francia padrona di casa proverà comunque a vincere – senza sbilanciarsi più di tanto – e così in alternativa all’under 2.5 si può puntare sulla “combo bet” con la doppia chance unita all’under 3.5.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà le scommesse eventualmente perdenti su risultato esatto, primo marcatore (dell’incontro e squadra), parziale/finale, tempo del primo gol e “combobet” (1×2 + Under/Over 2.5 e 1×2 + Gol/NoGol) se Svizzera-Francia e Romania-Albania finiranno entrambe in pareggio.

Paddy Power – che accredita sul conto dei nuovi clienti un bonus scommesse di 25€ netti a chi depositi almeno 10 euro – rimborserà tutte le scommesse singole perdenti su risultato esatto, 1X2 + Under/Over 2.5 e Vincente più Marcatore se Giroud farà almeno un gol durante la partita.

Probabili formazioni
SVIZZERA: Sommer; Lichtsteiner, Schär, Djourou, Rodríguez; Behrami, Džemaili, Xhaka; Shaqiri, Seferović, Mehmedi.
FRANCIA: Lloris, Sagna, Rami, Koscielny, Evra (Digne), Pogba, Cabaye, Matuidi, Griezmann, Gignac, Payet.

PROBABILE RISULTATO: 0-0
X2 + UNDER 3.5 (1.44, #)
UNDER 2.5 (1.54, #)
X (3.00, #)