Euro 2016: Portogallo-Islanda (martedì)

Europei 2016
I pronostici sulle partite di calcio di Euro 2016

Martedì alle 21 si gioca la seconda partita della prima giornata del gruppo F di Euro 2016: le cose da sapere – tipo come ha fatto l’Islanda a qualificarsi -, probabili formazioni e pronostici.

PORTOGALLO – ISLANDA | martedì ore 21:00

Portogallo e Islanda giocheranno la seconda partita della prima giornata del gruppo F di Euro 2016 allo “Stade de Lyon” di Lione, martedì sera alle 21:00 (la partita sarà trasmessa da Sky e anche dalla Rai). Portogallo e Islanda sono inserite nel gruppo F di Euro 2016 insieme ad Austria e Ungheria.

Come si presenta il Portogallo

Il girone di qualificazione a Euro 2016 del Portogallo iniziò malissimo con una clamorosa sconfitta in casa contro l’Albania. Quella figuraccia è però stata utile perché portò all’esonero di Paulo Bento: da quando al suo posto è arrivato l’esperto Fernando Santos il Portogallo ha migliorato il suo rendimento diventando una squadra estremamente solida. Tra le nazionali che si sono qualificate a Euro 2016, il Portogallo è tra quelle che hanno fatto meno gol, appena undici. Tutte e sette le vittorie ottenute nel girone di qualificazione – in cui le avversarie erano Albania, Danimarca, Serbia e Armenia – sono arrivate con un solo gol di margine, e i gol subiti sono stati appena cinque. Anche nelle ultime amichevoli il Portogallo ha messo in mostra una grande solidità difensiva, riuscendo ad esempio a resistere per quasi tutta la partita contro l’Inghilterra in dieci contro undici. Sapere difendere bene e subire pochi gol è un’ottima cosa se in squadra c’è Cristiano Ronaldo, un attaccante che ormai assicura stabilmente da qualche anno a questa parte una media di un gol a partita.

Come si presenta l’Islanda

Con una popolazione di poco più di trecentomila abitanti l’Islanda è la nazione più piccola a essersi mai qualificata alla fase finale di un Europeo. L’impresa non è riuscita casualmente, l’Islanda due anni prima aveva già rischiato di accedere alla fase finale dei Mondiali e il movimento calcistico di questo paese è in crescita costante da almeno dieci anni a questa parte. Se il campionato islandese resta pressoché amatoriale – tutti e 23 i convocati giocano nei principali tornei europei – a partire dalla metà degli anni Novanta la federazione calcistica di questa nazione ha avviato una serie di iniziative che hanno portato a ottimi risultati e le varie nazionali giovanili hanno fatto crescere quelli che sono i migliori calciatori di oggi: Gunnarsson, Bjarnason, Sigurdsson, Sightorsson e Finnbogason.

L’Islanda è riuscita a qualificarsi in un girone molto competitivo arrivando al secondo posto dietro la Repubblica Ceca e davanti alla Turchia, eliminando l’Olanda, battuta sia all’andata che al ritorno. L’Islanda una volta finito il girone di qualificazione è stata però assai deludente nelle successive amichevoli in cui ha mostrato parecchie crepe in difesa, perdendo sei partite su nove e subendo 19 gol in questo parziale, troppi.

Il modulo e i giocatori del Portogallo

Il Portogallo è una squadra molto solida a livello difensivo, gioca con il 4-3-3, modulo solo apparentemente offensivo. Il Portogallo di solito si schiera con un baricentro molto basso, i terzini sanno sia attaccare che difendere e adeguano il loro atteggiamento tattico in base all’avversario e allo svolgimento della partita, c’è poi un mediano tostissimo (Danilo, o William Carvalho che ha caratteristiche molto simili) piazzato a protezione della difesa. Il Portogallo preferisce giocare in contropiede, sfruttando la velocità di Nani e soprattutto il grande potenziale di Cristiano Ronaldo, che dopo i successi col Real Madrid sogna di vincere qualcosa anche con la sua nazionale prima che sia troppo tardi. Ci sono anche altri centrocampisti di qualità molto giovani come Joao Mario dello Sporting Lisbona e Andrè Gomes del Valencia, calciatore seguito dai top club europei sul calciomercato. Un pregio di questo Portogallo è quello di avere riserve di buon livello, in molti ruoli il ricambio è quasi allo stesso livello del titolare, Cristiano Ronaldo a parte: la formazione tipo non sembra all’altezza di quelle di Francia, Belgio e Germania, ma quest’abbondanza di alternative in questo torneo potrebbe essere un fattore decisivo.

Il modulo e i giocatori dell’Islanda

L’esperto commissario tecnico Lagerback ha scelto il 4-2-3-1 per fare rendere al massimo la sua squadra, sebbene con questo modulo di gioco ci sia il problema di dovere tenere in panchina uno tra Sightorsson e Finnbogason, attaccanti molto forti. La difesa è schierata a zona con una linea di quattro calciatori: da destra a sinistra ci sono Sævarsson, R. Sigurdsson, Árnason e Skúlason. Nel girone di qualificazione l’Islanda ha subito soltanto sei gol, ma nelle successive amichevoli la solidità difensiva è venuta meno e ci sono stati parecchi problemi sia a livello individuale che riguardante aspetti tattici.

A centrocampo c’è quantità e qualità grazie a Hallfredsson, Gudmundsson e Gunnarsson, mentre i due calciatori più offensivi sono Sigurdsson – gioca nello Swansea, è dotato di grande tecnica ed è bravo anche nei tiri dalla distanza e sui calci piazzati – e Bjarnason che negli ultimi due anni tra Pescara e Basilea ha fatto 25 gol.

In attacco Lagerback dovrà decidere chi fare partire titolare tra Sigthórsson e Finnbogason o se passare al 4-4-2 per schierarli entrambi.

Che partita può uscirne

Il commissario tecnico del Portogallo Fernando Santos probabilmente spera che il suo collega alla fine decida di schierare due punte e di provare a fare una partita propositiva. Il Portogallo dà il meglio quando ha spazi da attaccare e può giocare in contropiede, mentre va in difficoltà contro le squadre ben chiuse in difesa. Se anche l’Islanda dovesse puntare su una partita difensiva, il Portogallo ha però più soluzioni a livello offensivo e soprattutto ha Cristiano Ronaldo, che un gol può inventarlo anche da solo con un tiro dalla distanza o un calcio piazzato.

Le promozioni interessanti dei bookmaker su questa partita

Eurobet rimborserà le scommesse eventualmente perdenti sul primo marcatore se ci sarà una doppietta nel corso della partita. Inoltre se a fare la doppietta sarà il calciatore pronosticato, la vincita verrà raddoppiata. In questo caso conviene puntare su Cristiano Ronaldo primo marcatore a quota 4.00: puntando ad esempio 10 euro su Cristiano Ronaldo primo marcatore, in caso di doppietta di Cr7 la vincita netta (30 euro) verrà raddoppiata e così con 10 euro si vincerebbero eventualmente 70 euro.

Paddy Power – che accredita sul conto dei nuovi clienti un bonus scommesse di 25€ netti a chi depositi almeno 10 euro – rimborserà tutte le scommesse singole perdenti su risultato esatto, 1X2 + Under/Over 2.5 e Vincente più Marcatore se ci saranno più di tre gol nel corso della partita.

Probabili formazioni
PORTOGALLO: Rui Patrício, Vieirinha, Pepe, Bruno Alves, Raphäel Guerreiro, Danilo (William Carvalho), João Mário, João Moutinho, Adrien Silva, Nani, Cristiano Ronaldo.
ISLANDA: Kristinsson, Skúlason, R. Sigurdsson, Árnason, Sævarsson, Gudmundsson, G. Sigurdsson, Gunnarsson, Bjarnason, Hallfredsson (Sigthórsson), Finnbogason.

PROBABILE RISULTATO: 2-0
1 (1.57, Eurobet)
CRISTIANO RONALDO PRIMO MARCATORE (4.00, Eurobet)